Motori

Due Ruote
Peugeot, Citroen e DS, francesi all'assalto in Giappone

Peugeot, Citroen e DS, francesi all'assalto in Giappone

Per la prima volta il Gruppo PSA porta al Salone di Tokyo tutti e tre i marchi e dal prossimo anno Citroen commercializzerà la Cactus twitta

mercoledì 4 novembre 2015

 Francesco Colla

ROMA - PSA  è scesa in campo col tridente al 44° Salone di Tokyo, portando per la prima volta tutti e tre i marchi del Gruppo. Peugeot, Citroen e DS. Bella forza, si dirà, lo scorso anno DS era ancora in seno al Double Chevron: ma uno sbarco in forze nel Sol Levante è un segnale importante e i marchi francesi puntano sul Giappone per ampliare i propri volumi di vendita. DS continua le celebrazioni dei 60 anni del marchio ed è presente con le ultime creazioni, tra cui le nuove  DS 4 e DS 4 Crossback, la rinnovata DS 5 in edizione limitata ‘1955’ e la versione ‘So Parisienne’ di DS 3 e DS 3 Cabrio, esclusiva per il Giappone che richiama le origini del brand.

DS5, la nostra prova della jewel car francese


Passiamo a Citroen, che per la prima volta ha portato in Giappone il suo modello più contemporaneo e coraggioso, la C4 Cactus: dal prossimo anno l’urban crossover andrà ad affiancare nel Paese asiatico C3, C4, C4 Picasso (la nostra prova su strada) e la berlina C5.  Chiudiamo con Peugeot: la Casa del Leone lancia in Giappone la nuova 208, la 308 GTi e, piccolo passo storico, la 508 GT con motore BlueHDi, primo diesel Peugeot a venire commercializzato nel Paese. Una scelta coraggiosa, ma evidentemente a ragion veduta: da inizio 2015 il mercato dell’auto giapponese ha fatto registrare un calo del 12%, mentre Peugeot (che rimane un marchio di nicchia) ha fatto registrare un significativo +1%. Ma anche a piccoli passi si diventa Big in Japan. 

Tags: Peugeotcitroends

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti