Motori

Due Ruote
Ferrari, Soros compra lo 0,45% e il Cavallino si impenna
© ANSA

Ferrari, Soros compra lo 0,45% e il Cavallino si impenna

Il finanziere ungherese entra nel capitale di Maranello con un pacchetto da 850 mila azioni e il titolo torna a volaretwitta

mercoledì 17 febbraio 2016

George Soros, finanziere statunitense di origini ungheresi che alcuni anni or sono sembrava interessato ad acquistare la A.S. Roma, si è invece dato all’automobilismo. Entrando dalla porta principale: il Soros Fund Management ha infatti acquisito lo 0,45% di Ferrari, pari a un pacchetto di 850 mila azioni. Immediata e positiva la reazione del titolo in Borsa che a Piazza Affari ha guadagnato il 5,48% tornando verso quota 33 euro dopo settimane altalenanti. Il titolo aveva esordito il 4 gennaio ma, dopo un entusiasmo iniziale che in due giorni di contrattazioni lo aveva portato a un picco di 46,19 euro aveva poi seguito le generali difficoltà del mercato scendendo fino a 27,91 euro. 

Nato a Budapest nel 1930 ed emigrato negli Stati Uniti negli anni ’50, Soros entra così nel club degli azionisti Ferrari, società controllata dalla holding della famiglia Agnelli Exor e da Piero Ferrari che insieme detengono il 34% del capitale. L’ingresso di Soros è un segnale di fiducia per la casa di Maranello dopo le già citate difficoltà, in parte frutt della volatilità generale, in parte della generale crisi del segmento delle auto di lusso molto esposte sul mercato cinese in chiara frenata.

FERRARI SBARCA IN BORSA!

Tags: ferrarisorosRomaazioniBorsa

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti