Motori

Due Ruote
Pagani Huayra BC, evoluzione estrema

Pagani Huayra BC, evoluzione estrema

Padre argentino, motore V12 tedesco ma tante eccellenza italiane per la nuova hypercar firmata da Horacio Pagani: le prime immagini ufficiali. twitta

venerdì 19 febbraio 2016

 Francesco Colla

TORINO - Era il 1999 quando la Pagani Zonda fece il suo ingresso al Salone di Ginevra, seguita nel 2012 dalla Huarya che oggi evolve nella Huayra BC, ultima dreamcar partorita dall'argentino Horacio e dedicata all'amico Benny Caiola, grande collezionista di auto scomparso nel 2010. Ma il nome non deve trarre in inganno: la BC non è un restyling della precedente coupé, ma un'anticipazione delle Pagani future. Le innovazioni adottate sono numerose e progettate per rendere la supercar confortevole nell'uso stradale ma mostruosamente efficace quando si scende in pista. 

V12 TEDESCO - Negli ultimi anni Pagani aveva, come tutti, esplorato soluzioni ibride, ma alla fine si è deciso di lasciar perdere per concentrarsi sul peso, creando l'hypercar più leggera in commercio. Ed ecco la Huayra BC: equipaggiata con il motore V12 biturbo Mercedes AMG portato a oltre 750 cv è abbinato a un cambio X-Trac a 7 rapporti (con sincornizzatori in fibra di carbonio) e a uno scarico in titanio ultraleggero, che oltre a risparmiare peso garantisce un sound (promettono in Pagani e noi ci crediamo) ancora più intenso ed esaltante. A ciò vanno aggiunte le sospensioni Avional ed una nuova tipologia di fibra di carbonio utilizzata che è il 50% più leggera e il 20% più resistente rispetto a quella utilizzata finora. Il risultato? 1218 kg, oltre un quintale in meno del precedente modello. 

SALONE DI GINEVRA, TUTTE LE ANTEPRIME

ECCELLENZE TRICOLORI - Per gestire la potenza del V12 (anche se le prestazioni non sono ancora state dichiarate), sono stati installati freni con dischi carboceramici Brembo, cerchi da 20" all'anteriore e da 21 al posteriore con pneumatici Pirelli PZero Corsa. Numerosi, inoltre, gli interventi aerodinamici progettati in collaborazione con Dallara: a parte il tetto ogni elemento è stato ridisegnato per garantire una perfetta aderenza dell'auto al suolo anche alle velocità più elevate. Non resta che attendere news riguardo alle prestazioni (lo scatto 0-100 dovrebbe essere inferiore ai 3 secondi) a al prezzo: considerando il brand in questione e la tiratura limitata a 20 esemplari, sarà certamente superiore ai 2 milioni di euro

Tags: Pagani Huayrasupercar

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti