Motori

Due Ruote
Dieselgate, Renault indagata dalla procura di Parigi

Dieselgate, Renault indagata dalla procura di Parigi

Sono già al lavoro tre magistrati per verificare un'eventuale manipolazione delle emissionitwitta

venerdì 13 gennaio 2017

 A.V.

TORINO - Anche Renault finisce nell’occhio del ciclone del Dieselgate. La procura di Parigi, infatti, ha istruito un’indagine sui motori diesel della Casa francese. La notizia è rimbalzata sui principali media francesi, secondo cui ci sarebbero già tre magistrati al lavoro per verificare un’eventuale manipolazione delle emissioni. La borsa francese ha reagito negativamente e le azioni Renault hanno perso il 4%. L’indagine della procura parigina sembra essere partita dal Ministero dell'Economia e delle Finanze francese, che si è attivato dopo i risultati dei test dell'associazione ambientalista tedesca Duh su una Espace 1.6 dCi.

RISPOSTA - A questo punto c’è stata un’indagine preliminare della Direzione generale per la concorrenza e la repressione delle frodi, che ha poi passato la pratica alla magistratura. Renault ha risposto con una breve nota in cui prende atto dell’indagine e ribadisce la posizione già espressa in passato, confermando «il rispetto della normativa francese ed europea:  i nostri veicoli sono e sono sempre stati omologati secondo la legge e non montano software fraudolenti in grado di influenzare i sistemi anti-inquinamento».

Tags: dieselgateRenault

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti