Motori

Due Ruote
Nissan Qashqai: 10 anni di storia, 10 di garanzia

Nissan Qashqai: 10 anni di storia, 10 di garanzia

Per celebrare 10 anni di storia, per tutti i contratti Qashqai stipulati nel mese di gennaio 10 anni di garanzia in omaggio
twitta

martedì 21 febbraio 2017

Nissan Qashqai sta per compiere 10 anni dal suo lancio commerciale. La vettura, presentata al Salone dell’Automobile di Parigi del 2006, fece il suo debutto sui mercati dei vari paesi europei tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio 2007. Assieme a Nissan Qashqai nasceva un nuovo segmento di autovetture, quello dei crossover. Un incrocio tra una berlina di segmento C e un SUV, per vivere nel massimo comfort e sicurezza l’ambiente urbano e godere del tempo libero in cerca di avventura lontano dalla città. Tutto con la stessa auto.

 

3 MILIONI DI ESEMPLARI - Per celebrare questi 10 anni di storia e di innovazione nasce l’offerta 1QYEARS, con cui Nissan offre 10 anni di garanzia in omaggio a tutti i clienti che acquisteranno Qashqai nel mese di gennaio 2017 (con immatricolazione entro il 31 marzo 2017). L’offerta sarà valida con o senza permuta o rottamazione e con o senza finanziamento.
Un’offerta unica per celebrare il design, il comfort, la sicurezza, l’efficienza nei consumi, la tradizione 4x4, ma anche e soprattutto la qualità di Nissan Qashqai, frutto di innumerevoli test, che mettono alla prova ogni parte della vettura. Dalla data del lancio ad oggi, Nissan Qashqai è stato venduto in 99 paesi nel mondo, per un totale di oltre 3 milioni di esemplari di cui più di 260.000 in Italia. 
Dieci anni di storia e di successi che Nissan ha deciso di festeggiare presso la propria Rete di Concessionarie italiane nei giorni di sabato 21 e domenica 22 gennaio prossimi, assieme ai propri Clienti. I possessori di una vettura Nissan immatricolata in Italia saranno invitati all’open weekend e avranno la possibilità di partecipare ad un concorso che metterà in palio premi esclusivi.

 

 

 

Tags: NISSANqashqai

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti