Motori

Due Ruote
Volkswagen, l'informatica quantistica è la nuova frontiera della mobilità

Volkswagen, l'informatica quantistica è la nuova frontiera della mobilità

Già partito il primo progetto di ricerca per ottimizzare il flusso del traffico in grandi metropoli, elaborando dati provenienti da 10.000 taxi di Pechinotwitta

mercoledì 22 marzo 2017

 A.V.

TORINO - Il Gruppo Volkswagen fa un altro passo verso il futuro della mobilità testando in modo intensivo l’utilizzo di computer quantici in collaborazione con D-Wave Systems. La cooperazione è stata annunciata al CeBIT 2017 e in un primo progetto di ricerca, gli esperti IT del gruppo tedesco hanno già sviluppato con successo e testato un algoritmo per l’ottimizzazione del flusso del traffico su un computer quantico D-Wave. «L’informatica quantistica è la prossima generazione dei supercomputer – ha commentato Martin Hofmann, Chief Information Officer del Gruppo Volkswagen - può portarci a fare enormi progressi in tutte le aree chiave dell’IT e della digitalizzazione»

TAXI - Nel primo progetto di ricerca con un computer quantico i tecnici Volkswagen hanno mostrato con successo che sono in grado di ottimizzare il flusso del traffico in grandi metropoli, elaborando dati provenienti da 10.000 taxi di Pechino. Nei prossimi mesi ci saranno altri progetti, ma inizialmente il focus principale sarà sull’ulteriore sviluppo di competenze specialistiche e su applicazioni imprenditorialmente significative. Le possibilità di applicazione maggiori sono ovviamente nelle aree della guida autonoma, ma anche del robotic enterprise (controllo del processo supportato dall’intelligenza artificiale), della fabbrica intelligente, del machine learning e delle soluzioni di mobilità intelligenti.

COMPUTER - I computer quantici possono risolvere problemi estremamente complessi molto più velocemente dei convenzionali supercomputer. Il principio di calcolo di un computer quantico è particolarmente adatto a questo progetto perché risolve problemi di ottimizzazione nativamente. In parole semplici, un problema di ottimizzazione tiene in considerazione come una risorsa specifica (come tempo, soldi o energia) possa essere usata nel miglior modo possibile in un dato contesto. La complessità del compito e perciò la capacità di computazione richiesta crescono esponenzialmente con il numero di fattori da tenere in considerazione, portando i tradizionali computer digitali al limite.

Tags: volkswageninformatica quantistica

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti