Motori

Due Ruote
Mini Remastered, stile anni Sessanta ma tecnologia di oggi

Mini Remastered, stile anni Sessanta ma tecnologia di oggi

Sotto le forme intramontabili della citycar britannica si nascone una tecnologia modernatwitta

martedì 11 aprile 2017

 Alessandro Vai

TORINO - Alcune icone non tramontano mai, come la Aston Martin DB5 o come la Mini, quella originale del 1959. Così in Inghilterra hanno pensato di riportarle in vita, ma dotate di meccanica e servizi moderni, per permettergli di circolare anche tutti i giorni senza pagare pegno alla loro età e senza inquinare come accadeva mezzo secolo fa. Dal Salone di Ginevra vi avevamo raccontato della David Brown Automotive, una piccola factory britannica che si è specializzata proprio in questo e che ha realizzato la Speedback GT, una coupè su base meccanica Jaguar XKR ma con lo stile proprio della Aston Martin DB5. Ora, invece, David Brown ha messo le mani sulla Mini.

MODERNA - Si chiama Mini Remastered e a guardarla è difficile capire che non sia l’originale. Le forme intramontabili, però, nascondono una scocca più rigida del 50% mentre la carrozzeria con i passaruota allargati (come sulle vecchie Mini da rally) è funzionale a montare pneumatici con misure moderne. I dettagli, poi, spiegano la modernità di quest’auto, ad esempio i fari con design retrò ma luci a LED, la mascherina del radiatore in alluminio. All’interno l’opera è ancora più evidente, con il tradizionale volante in legno, gli interruttori in alluminio e rivestimenti in pelle cuciti a mano che si affiancano al display centrale da 7 pollici del sistema di infotainment compatibile con Android Auto e Apple CarPlay.

RAPIDA - Sotto il cofano c’è il tradizionale 1.3 4 cilindri aspirato che è stato aggiornato per erogare 78 CV ma tradisce la sua età nelle emissioni che sono di 184,7 g/km; anche i 6,6 L/100 km di consumo medio non sono proprio pochi, considerando i 740 kg di massa totale. Le prestazioni, invece, sono più che sufficienti per una citycar, non tanto nella velocità massima di 145 km/h, ma nello scatto da 0 a 100 km/h che viene effettuato in 11,2 secondi. Ne verranno prodotte solo 100 unità, con un processo che prevede 1.000 ore di lavoro. Si può scegliere tra due varianti Inspired by Café Racers e Inspired by Monte Carlo con prezzi a partire da 50.000 sterline, cioè 58.500 euro. 

Tags: miniDavid Brown Automotive

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti