Motori

Due Ruote
Jaguar, dal 2020 una versione green per ogni modello

Jaguar, dal 2020 una versione green per ogni modello

Il marchio britannico ha presentato i piani per il futuro e due interessanti concept: una versione elettrica della mitica E-Type e un prototipo di cloche multifunzione

twitta

giovedì 7 settembre 2017

ROMA – Jaguar protagonista del Tech Fest 2017 a Londra, con un prototipo futuristico e uno che strizza l’occhio al passato. Anticipazioni della strategia a lungo termine del marchio, che dal 2020 offrirà un’ampia gamma di modelli elettrici e ibridi, a partire dallo sport utility I-Pace, già in vendita nel 2018.Le due “visioni” presentate a Londra sono la E-type Zero e la Future Type.

La prima è una celebrazione dell’icona anni ’60 e ’70, rivitalizzata con motore elettrico e tecnologie di ultima generazione. La vettura è realizzata sulla base di una Series 1.5 Roadster del ’68, equipaggiata con un propulsore da 220 kw progettato specificatamente, capace di far scattare l’auto da 0 a 100 km/h in 5.5 secondi; abbinato a una batteria da 40 kWh garantisce un’autonomia di 270 km. 

Jaguar, dal 2020 una versione green per ogni modello

Ma il programma elettrico Jaguar non è stata l’unica novità della fiera londinese, dove è stata anche svelata la Future Type che ha una cloche al posto del volante tradizionale, battezzata Sayer in onore di uno dei più famosi designer del marchio. Dispositivo che non vuole essere soltanto un volante. Innanzitutto, oltre ad avviare l’automobile e, ovviamente, a consentire di guidarla, è staccabile e, poi, può essere estratto dalla plancia ed essere portato a casa.

Nell’evenienza, lo si può anche spostare su un’altra vettura di famiglia, visto che Sayer porta con sè tutta una serie di informazioni legate alla guida e non solo. Questo ingegnoso dispositivo, difatti, è dotato di Intelligenza Artificiale e può fungere anche da segreatrio. Oltre a vantare un design minimalista è anche dotato di comandi vocali e tasti a sfioramento, è in grado di collegare il suo proprietario on-demand a uno speciale service-club che, tra gli altri servizi, offre la possibilità di condividere la propria auto con altriutente della comunità. Abbiamo un appuntamento la mattina dopo e temiamo di ritardare? È possibile comunicarlo vocalmente a Sayer che, da solo, calcola il timing della sveglia per il giorno successivo, imposta il tragitto che l’auto dovrà fare una volta applicata la cloche alla plancia, studia la miglior guida assistita per evitare il traffico intenso ed è in grado di indicare persino il percorso visivamente più

godibile.

Tags: JAGUAR

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti