Motori

Due Ruote
Alfa Romeo in Formula 1: il rilancio passa anche dalla pista

Alfa Romeo in Formula 1: il rilancio passa anche dalla pista

Alfa Romeo torna in Formula 1 con Sauber dopo 32 anni, un nuovo segnale di rilancio del marchio FCAtwitta

mercoledì 29 novembre 2017

 Francesco Colla

ROMA – Il nome Alfa Romeo odora di gloria corsara. Tutti conoscono le gesta di Tazio Nuvolari che “con l’Alfa Rossa fa quello che vuole”. Così come tanti sanno che la Scuderia Ferrari iniziò a correre con le Alfa. E che Nino Farina e Juan Manuel Fangio conquistarono i primi due titoli mondiali di Formula 1, nel ‘50 e nel ‘51, al volante rispettivamente della 158 e della 159.

Prima di una (troppo) lunga assenza. Poi il ritorno come motorista e anche come costruttore. Ma senza successi. La storia del team Alfa Romeo si conclude in Australia nel 1985: si corre ad Adelaide ed entrambi i piloti, Patrese e Cheever, sono costretti al ritiro.

Trentadue anni dopo l’annuncio del ritorno in qualità di partner tecnico e commerciale Sauber, che dal 2018 si chiamerà Alfa Romeo Sauber F1 Team. E’ passata una vita. Nel 1986 Alfa è stata venduta dall’Iri alla Fiat, ora Fiat Chrysler Automobiles. 

Un colosso presente in tutto il mondo con 162 stabilimenti produttivi, 87 centri di ricerca e sviluppo, concessionari e distributori in oltre 150 Paesi. Ma il cuore produttivo Alfa è rimasto in Italia, a Cassino. Lo stabilimento, costruito nel ‘72, ha una capacità produttiva di 1000 vetture al giorno: da lì escono la berlina Giulia, recentemente insignita del premio Car of the Year negli Stati Uniti, e il Suv Stelvio, finalista del premio Auto dell’Anno 2018.

Con il ritorno in Formula 1 “il brand stesso potrà beneficiare dello scambio tecnico e strategico con un partner di esperienza indiscussa come Sauber F1 Team – ha dichiarato l’amministratore delegato FCA Sergio Marchionne - e gli ingegneri e i tecnici dell'Alfa Romeo, potranno ulteriormente ampliare la loro esperienza portando al Sauber F1 Team competenze tecniche di assoluta avanguardia”. Il rilancio del Biscione passa dalla strada ma anche dalla pista. 

Tags: alfa romeoFormula 1

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti