Motori

Due Ruote
Renault Symbioz, l'auto del futuro è già su strada

Renault Symbioz, l'auto del futuro è già su strada

L'auto domotica e autonoma presentata a Francoforte non è una semplice idea ma un prototipo funzionante e funzionale. Il video.twitta

giovedì 21 dicembre 2017

 Francesco Colla

ROMA – Il 2023 può sembrare ancora lontano. Ma se ripensiamo ai passi da gigante fatti in campo automobilistico in fatto di tecnologia nell’ultimo decennio, ci accorgiamo che il futuro è già tra noi. E per dimostrare che il prototipo Symbioz non è solo una show car, ma una vettura funzionante, Renault l’ha portata su strada per mostrarne le funzionalità..

Autonoma, elettrica e connessa, Symbioz ambisce a rivoluzionare il concettò di mobilità a partire dal parcheggio. L’auto non sarà più un semplice veicolo bensì parte integrante della nostra casa, un elegante salotto da esibire al centro del proprio living. E al Salone era stato possibile ammirare l’abitazione progettata dallo studio Marchi Architectes, un’innovativa e luminosa struttura pensata per ospitare Symbioz e interagire con essa. Perché la tecnologia non consentirà solo di guardare un film mentre si viaggia grazie alla guida autonoma di livello 4 ma, ad esempio, di programmare gli elettrodomestici prima di rientrare a casa direttamente dalla propria macchina.


«Abbiamo progettato Symbioz Demo car – ha commentato la capo progetto Sandrine Woll - tenendo presente che tutti desiderano vivere esperienze sempre più personali e che un viaggio in auto può costituire un’esperienza molto personale. Abbiamo deciso di estendere l’utilizzo dello smartphone, perché ciò consentisse a Symbioz  di riconoscere automaticamente le persone che salgono a bordo, il conducente come i passeggeri. Ciò influenza diversi elementi, dalle regolazioni dei sedili alle impostazioni della luce e dell’entertainment».

Dal punto di vista meccanico la vettura è equipaggiata con due motori elettrici alimentati da  batterie con una capacità di 72 kWh, un pacchetto in grado di erogare una potenza complessiva di 500 kW e una coppia massima pari a 660 Nm, per un’accelerazione 0-100 km/h in meno di 6 secondi

Già nei prossimi anni alcune delle tecnologie implementate in Symbioz saranno concretamente sviluppate nella gamma Renault a partire dalle funzioni di guida autonoma: il primo modello del 2019 potrà contare su funzioni di livello 2, che offriranno una guida assistita di tipo “Eyes on” su autostrade e aree periurbane. I modelli dotati di funzioni autonome di livello 4 “Mind off”, se la normativa lo consente, saranno disponibili dal 2022.

Tags: Renaultguida autonoma

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti