Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Bugatti Chiron Sport 110 anni, l'anniversario va di fretta
0

Bugatti Chiron Sport 110 anni, l'anniversario va di fretta

Solo 20 esemplari per celebrare la nascita del marchio di Molsheim, comunque 1.500 cv di potenza e 420 km/h di velocità massima, domande inutili sul prezzo.

venerdì 8 febbraio 2019

Centodieci anni passano in fretta, più o meno. Bugatti nasce nel 1909 a Molsheim e inventa l'estremo lusso andando veloce fino alla seconda guerra mondiale, e al declino.  Aveva avuto un modo di rinascere da Campogalliano del 1987 con l'avventura fallimentare voluta dall'italiano Romano Artioli. Riparte invece davvero a fine anni novanta con le cure e gli investimenti del gruppo Volkswagen. Il gioiello, diventato nel frattempo lusso ad andatura smodata di Veyron e Chiron. Con il vezzo dei sedici cilindri a V Doppia e il vizio della velocità scandalosamente estrema. I record su un tachimetro senza fondo. Ora si festeggia, ancora, e al Salone di Ginevra 2019 arriva la versione speciale "110 ans Bugatti" di Chiron Sport.  

Solo 20 esemplari in una clamorosa livrea blu notte lontana dal celeste Bugatti. Evoluta, non invecchiata. La patria Bugatti resta Molsheim, e dalla Francia arriva un tricolore per l' alettone posteriore, sulle calotte degli specchietti retrovisori e sui sedili. Splendidi i cerchi in nero opaco Nocturne come i quattro terminali di scarico e i loghi Bugatti, carbonio a vista per gli interni, motore e stupore dal cofano posteriore. Il W16 quadriturbo da 8 litri di cilindrata resta arroccato sui 1.500 cv di potenza e 1.600 Nm di coppia massima, con trazione integrale permanente e trasmissione automatica doppia frizione a sette rapporti. Un proiettile che accelera da 0 a 100 km/h in 2,4 secondi e tocca i 420 km/h di velocità massima. Prezzo ignoto e senza senso. Qui passano in fretta gli anni anche se sono centodieci anni. Ricchi e nostalgici e sfrontati al mondo, ce ne sono di più. 

Commenti