Motori

Due Ruote

Lancia Ypsilon 30th Anniversary, la prova su strada

Abbiamo guidato la nuova edizione celebrativa per i 30 anni della famiglia Ypsilon, equipaggiata con frizzante bicilindrico Twinair abbinato al cambio robotizzato. Le nostre impressioni.  twitta

venerdì 24 aprile 2015

ROMA - Tutto è iniziato lo scorso 8 marzo, festa della donna. E non poteva essere altrimenti: 70 clienti su 100 che scelgono Lancia Ypsilon appartengono al gentil sesso. Un feeling iniziato 30 anni fa, ossia quando venne lanciata la prima “fashion city car” al mondo, l’Y10. Da quell’anno ad oggi Lancia ha venduto 2,7 milioni di esemplari di modelli appartenenti alla famiglia Ypsilon e per celebrare anniversario e risultati ha lanciato, come si diceva lo scorso 8 marzo, un’edizione limitata 30th Anniversary. L’abbiamo provata nella versione 0.9 TwinAir da 85 CV in abbinamento al cambio robotizzato, ecco le nostre impressioni. 


PICCOLA ICONA - Lancia la definisce un’icona di stile e non ha tutti i torti. Difficile trovare sul mercato una citycar più fashion di questa. Esternamente spiccano l’elegante carrozzeria nell’esclusivo Blu Oltremare, omaggio alla tradizione Lancia, i cerchi in lega da 15'' in tinta nera con effetto diamantato e il portellone posteriore nero, citazione della prima Y10. La sensazione “sartoriale” prosegue nell’abitacolo dominato da rivestimenti in tessuto e castiglio beige che ben contrasta con la consolle nero lucido. La 30th Anniversary è una piccola premium e di serie offre anche il volante multifunzione e la cuffia del cambio in pelle, ingresso USB, star & stop, sensori di parcheggio, ESP e hill holder per facilitare le partenze in salita. Insomma c’è praticamente tutto tranne, ma è disponibile in optional, il navigatore. Buona l’abitabilità, quasi da monovolume compatta: in 384 centimetri di lunghezza quattro posti veri e un bel bagagliaio da quasi 250 litri pronto alla sfida shopping. 
GUIDA - Si parte: inseriamo la modalità city e ci avventuriamo per le vie di Roma. La guida è piacevole e la Ypsilon si dimostra agile e maneggevole anche nelle manovre di parcheggio, facilitate dai sensori. Il cambio robotizzato non è rapidissimo negli innesti ma in città si comporta bene, così come l’assetto che reagisce bene all’asfalto sconnesso. I consumi sembrano contenuti e con una guida sobria si fanno tranquillamente 20 km con un litro. Imbocchiamo l’autostrada e spingiamo sull’acceleratore: il Twinair emette un divertente ruggito e pur non essendo un’auto da corsa la Ypsilon regala un discreto scatto, soprattutto quando si porta il motore verso i 5500 giri. In questo caso però il cambio risulta un po’ lento e optiamo per il sequenziale. A 130 all’ora si sente che il bicilindrico avrebbe altro da dare: anche in questo caso la guida è confortevole e l’abitacolo è sufficientemente insonorizzato, anche se agli alti regimi il sound del motore è piuttosto presente. Complessivamente la Ypsilon 30th Anniversary si è dimostrata una buona compagna di viaggio, che esprime il meglio di sé in città, terreno ideale della più fashion tra le city car. Prezzo chiavi in mano 16.950 euro

Tutte le notizie di News Motori

Approfondimenti

Commenti