Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Peugeot 308 SW GT, la prova su strada

Peugeot 308 SW GT, la prova su strada

Abbiamo trascorso qualche giorno al volante della station wagon compatta in versione Gran Turismo con motore diesel da 180 cv abbinata al cambio automatico: le nostre impressionitwitta

giovedì 12 maggio 2016

 Francesco Colla

BOLOGNA - Per rendere completa la ricetta della felicità manca un dettaglio. Anzi una lettera, tanto trascurabile nella sua sottigliezza quanto significativa quando abbinata ad altre due. GT e I; sul posteriore della Peugeot 308 che ci viene consegnata si legge solo GT, ma essendo una station non poteva essere altrimenti. L'assenza della “I” (anzi “i”) pesa comunque un bel 90 cavalli: 270 quelli erogati dalla versione più prestazionale, 180 quelli espressi dal motore diesel 4 cilindri BlueHDi abbinato al cambio automatico EAT6 a sei rapporti. Non sarà una cavalleria da supercar ma basta e avanza per una guida piacevole e sportiva in ogni situazione: grazie a un rapporto peso potenza di 7,3 kg/cv si scatta da 0 a 100 in 8,6 secondi e si riprende da 80 a 120 km/h in 5,5. Di tutto rispetto.  

RAFFINATO "ESPRIT" RACING - Esteticamente la versione “gran turismo” dell'Auto dell'Anno 2014 si presenta molto bene. Potrà piacere o meno ma è innegabile come riesca a coniugare l'elegante design del nuovo corso Peugeot a dettagli da sportiva come i cerchi diamantati da 18” (con pneumatici Michelin Pilot Sport 3), l'assetto ribassato e il diffusore posteriore laccato e il doppio scarico cromato. Un raffinato spirito corsaiolo , dunque, ben espresso anche dagli interni: l'abitacolo è caratterizzato da sedili in Nappa con cuciture a contrasto rosse (optional), pedaliera in alluminio, battitacco in acciaio, volante  sportivo dalla corona ridotta con paddles. Il tutto illuminato da un bel cielo in cristallo (sempre optional) a tutta lunghezza.

DIVERTIMENTO AL VOLANTE - Partiamo: in città si guida con la modalità Eco, apprezzando la maneggevolezza della 308 e i sistemi di assistenza alla guida come la retrocamera e i sensori di parcheggio. Ma la parte divertente arriva nel misto, quando si può premere il pulsante Sport posto sul tunnel e attivando il Driver Sport Pack: il sound cambia immediatamente diventando più gutturale e il quadro strumenti si accende di un rosso “diabolico” mentre lo sterzo si fa più rigido e il pedale dell'acceleratore più reattivo. Ora l'animo GT della 308 viene fuori appieno e grazie a una coppia di 400 Nm sviluppata già a 2.000 giri non solo ci si diverte ma si ha anche la sensazione di averne abbastanza per cavarsi d'impaccio. Il tutto combinato a un assetto rigido che riduce quasi a zero rollio e beccheggio. Traduzione: grande piacere di guida.

FRUSCII - Unici difetti riscontrati la non perfetta insonorizzazione dell'abitacolo (a 130 km/h i fruscii sono piuttosto persistenti e alla lunga fastidiosi) e la grafica, specialmente del navigatore, non all'altezza delle aspettative create da una plancia quasi futurista grazie alla quasi totale assenza di tasti.

Peugeot 308 SW, il listino prezzi completo

CONSUMI - Lato consumi, consultando il computer di bordo, registriamo 18 km con un litro a velocità di crociera di 130 km/h, mentre sulle statali rispettando i limiti si percorrono tranquillamente oltre 20 km con un litro. Il discorso, ovviamente, cambia radicalmente quando si inizia a schiacciare. 

PER FAMIGLIE "GRINTOSE" - Complessivamente con 32.250 euro (optional esclusi) si compra una macchina ben fatta sia dentro che fuori, prestante e in grado di portare in vacanza tutta la famiglia (a condizione di avere figli non troppo grandi, dietro lo spazio non è certo quello della 508), grazie a un bagagliaio con una capienza di 610 litri e in sicurezza grazie ai sistemi di frenata automatica d'emergenza e di monitoraggio dei veicoli che ci precedono. Unica alternativa reale? La Golf Variant GTD.

Tags: Peugeot 308Peugeot

Tutte le notizie di Prove

Approfondimenti

Commenti