Motori

Due Ruote
Opel Insignia Sport Tourer, la prova: spazio e agilità

Opel Insignia Sport Tourer, la prova: spazio e agilità

Design elegante e comfort di bordo da station wagon di rango lunga 499 cm, ma la sorpresa è alla guida: telaio e assetto consentono una maneggevolezza inaspettatatwitta

venerdì 6 aprile 2018

 Gialuigi Giannetti

ROMA - Quattrocentonovantanove centimetri di lunghezza e una inattesa maneggevolezza. La nostra prova di Opel Insignia Sports Tourer porta ad un risultato che non ci aspettavamo: una station wagon di dimensioni consistenti, seppur nascoste da un design filante, può trasformarsi in una soluzione perfettamente a prova di città, più di una sport utility.

Di Insigna in edizione berlina conoscevamo già le qualità del telaio, con una distanza tra le ruote anteriori e posteriori che arriva fino a 2 metri e 83 centimetri, ovvero guadagnando una abitabilità interna di alto livello, ma anche una stabilità notevole nella marcia ad andatura decisa. Non ci aspettavamo di poter andare oltre con la Sports Tourer, ma è così, e non soltanto le doti di un bagagliaio compreso tra i 560 e i 1.640 litri di capacità. Il risultato sorprendente sta nel mix di spazio a bordo, certo, ma unito alla agilità su strada.

Ora che il marchio Opel appartiene alla galassia PSA Peugeot-Citroën, sarebbe ovvio fare paragoni con station di produzione francese, ma l'impronta tecnica di Rüsselsheim è così forte da dare a questa vettura una personalità tutta sua.

Dunque 499 cm di lunghezza per 190 in larghezza, con una carrozzeria estremamente curata tanto esteticamente che nella gestione dell'aerodinamica, e poi un telaio che consente molta precisione. Lo sterzo è, netto nelle reazioni senza imprimere reazioni brusche, mentre le sospensioni anteriori controllano molto bene il beccheggio sia in frenata che in accelerazione, cosa non facile con una vettura dal passo tra le ruote così lungo.

Insigna Sports Tourer si inserisce bene nelle curve veloci, era prevedibile, ma francamente stupisce nella reattività di ingresso in quelle a raggio molto corto. Bene le sospensioni posteriori, che seguono in modo coretto i trasferimenti di carico, come buoni sono anche i freni, tenendo in considerazione che si tratta di un impianto dimensionato per la guida rilassata.

Con agilità e spazio a bordo, Insigna Sports Tourer è competitiva con gli sport utility nei percorsi urbani ed extraurbani, mentre nei trasferimenti autostradali il vantaggio è naturalmente imbarazzante. Una vettura così lunga consente una stabilità aerodinamica e meccanica veramente alta, il tutto con un baricentro basso e un rollio altrettanto ridotto.

Piace Insigna Sports Tourer, anche per merito della motorizzazione 2.0 turbodiesel CDTI da 170 cv di potenza e soprattutto 400 Nm di coppia, abbinata ad un cambio manuale a sei marce con rapporti ben spaziati e una frizione consistente, con uno stacco modulabile. Il risultato è una velocità massima di 223 km/h, ma soprattutto una accelerazione 0-100 km/h in 8,9 secondi che prosegue in un allungo molto corposo.

Opel Insigna Sport Tourer: foto

Operazione comfort nell'abitacolo, con una silenziosità di elevato livello, pochissimi fruscii aerodinamici e quel valore aggiunto costituito dai sedili anteriori AGR, certificati per la postura più corretta in assoluto, e dunque ideali nei lunghi viaggi, nonostante siano anche contenitivi nelle spinte laterali in curva. In manovra torna molto utile la telecamera a 360 gradi, che mostra nel monitor al centro della plancia la vista dall’alto della vettura.

Caratteristica dell'offerta Opel il servizio OnStar, con chiamata d’emergenza ai soccorsi in caso d’incidente, ma fornisce un’assistenza completa al guidatore, dalla ricerca dei parcheggi, alla prenotazione di un albergo. La versione Innovation oggetto della prova. In listino a 36.050 euro, offre di serie anche climatizzatore automatico bizona, cruise control, fendinebbia, navigator e connettività attraverso i sistemi Android Auto o Apple CarPlay. La giusta dotazione elettronica che si inserisce in un abitacolo dalle finiture da Station wagon di qualità. Evidentemente una categoria di vetture che in Opel ha ancora molto da dire.

Tags: Opelinsigna

Tutte le notizie di Prove

Approfondimenti

Commenti