Motori

Due Ruote
Citroen C5 Aircross, ritornano le mitiche sospensioni idrauliche

Citroen C5 Aircross, ritornano le mitiche sospensioni idrauliche

Lo stile è un'evoluzione di quello già visto con la nuova C3, mentre la base tecnica è quella che caratterizza tutti gli ultimi prodotti PSAtwitta

martedì 18 aprile 2017

 Alessandro Vai

TORINO - Al Salone di Shanghai Citroen fa debuttare l’attesissima C5 Aircross, ovvero la nuova generazione di crossover media che entro la fine dell’anno sarà pronta per affrontare il gigantesco mercato cinese e che invece arriverà in Europa alla fine del 2018. Lo stile è un’evoluzione di quello già visto con la nuova C3, integra elementi come gli Airbump ed è riconoscibile fin dal primo sguardo. La base tecnica è quella che caratterizza tutti gli ultimi prodotti PSA, ovvero la piattaforma modulare EMP2 che consente anche il montaggio di un powertrain ibrido plug-in. A proposito di tecnica, la C5 Aircross segna il ritorno delle leggendarie sospensioni idrauliche Citroen.

SOSPENSIONI - Definite con il nome di Progressive Hydraulic Cushions, sono coperte da venti brevetti: la loro particolarità è quella di aggiungere agli elementi tradizionali due fine corsa idraulici per estensione e compressione, che a bilanciano la risposta alle sconnessioni lunghe e brevi. La lunghezza di 4,5 metri, di cui 2,73 sono rappresentati dal passo, configurano una capacità di carico di 482 litri a cui si accede attraverso il portellone elettrico. All’interno spiccano il tunnel rialzato, il display touch da 8 pollici del sistema di infotainment e la strumentazione completamente digitale da 12,3 pollici; quanto alle finiture, secondo Citroen sono molto migliorate ed elevano la qualità dell’abitacolo.

DOTAZIONE - Anche gli accessori disponibili guardano alle categorie superiori, con i sedili anteriori dotati di ventilazione e massaggio e i posteriori reclinabili di 27 gradi. Molto completo anche il pacchetto di sistemi di assistenza alla guida che comprende praticamente tutte le funzioni disponibili oggi. Quanto ai motori, infine, per il mercato cinese sono stati annunciati i turbobenzina da 165 e 200 CV, accoppiati al cambio automatico EAT6. In Europa saranno verosimilmente affiancati dai turbodiesel BlueHDi nelle varianti di potenza da 130 e 180 CV. Già prevista anche la variante ibrida plug-in da 300 CV capace di percorrere fino a 60 km con la sola energia elettrica. 

Tags: citroenCitroen C5 Aircross

Tutte le notizie di Saloni

Approfondimenti

Commenti