Motori

Due Ruote
Salone di Ginevra: Ferrari GTC4 Lusso

Salone di Ginevra: Ferrari GTC4 Lusso

Tra le debuttanti di lusso dell'86° Salone dell'auto di Ginevra 2016, la nuova GTC4 Lusso, erede della FF: quattro posti, quattro ruote motrici e sterzanti, prestazioni da vera Ferrari  twitta

mercoledì 2 marzo 2016

dal nostro inviato Francesco Colla

GINEVRA - Quattro posti e quattro ruote motrici. Per di più sterzanti. Ma, strano a dirsi, non si tratta di una sport utility, bensì della nuova Ferrari GTC4Lusso, erede della FF e ultima stella sorta a Maranello. Astro ovviamente capace di illuminare a giorno il Palexpo con il suo stile sportivo rigorosamente "made in Motorvalley": l'avevamo già ammirata in foto, ma vista dal vivo è tutta un'altra cosa. 

DESIGN - Disegnata da Ferrari Design, la GTC4Lusso esalta il tema del coupé shooting brake reinterpretandolo con un volume estremamente slanciato e rastremato che lo avvicina di più a una silhouette di tipo fastback. Sullo specchio di coda sono inseriti i fanali sdoppiati, stilema tipico Ferrari. Oltre a marcare la spalla e ad allargare la vettura orizzontalmente, il loro dialogo visivo con i codini di scarico contribuisce a rendere più poderoso l’insieme. Inoltre le linee dinamiche e scolpite della fiancata a “diapason” ne spezzano la massa complessiva accentuando il muscolo sul passaruota e restituendo la sensazione di un volume atletico e definito.

SPECIALE SALONE DI GINEVRA

INTERNI - L'abitacolo è degno della tradizione di eccellenza del Cavallino, ma sulla GTC4Lusso non si trovano solo materiali pregiati: per la prima volta viene introdotta l’architettura della plancia Dual Cockpit, studiata per esaltare l’esperienza di guida e la condivisione delle emozioni grazie a due aree funzionali contrapposte e bilanciate dedicate al conducente (Driver Cockpit) e al passeggero (Passenger Cockpit), divise dalla parte centrale che racchiude le funzioni di comfort comuni a entrambi gli occupanti. Inoltre, rispetto alla FF, nella GTC4Lusso è stato migliorato il comfort acustico on board attraverso un maggiore isolamento dai rumori esterni, senza però intaccare la percezione del sound caratteristico del V12 Ferrari. Questo risultato è stato raggiunto lavorando su una maggiore rigidezza  dei punti di attacco del telaio e adottando un miglioramento del sistema di climatizzazione, ora più silenzioso del 25%.

INFOTAINMENT - Nulla è lasciato al caso, e oltre al Dual Cockpit debutta un nuovo sistema infotainment composto da schermo 10,25” full HD multi-touch con funzione Split View che permette la visualizzazione contemporanea di contenuti differenti e, tra le altre cose, connettività con dispositivi Apple. 

PRESTAZIONI - Infine motore e dinamica. Il V12 da 6.262 cc della FF è stato portato da 660 a 690 cv con una coppia di 679 Nm a 5.750 giri/min e un rapporto peso potenza di 2,6 kg/cv: il tutto si traduce in prestazioni da pura sportiva con una velocità massima di 335 km/h e accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,4 secondi. Oltre al motore la GTC4Lusso eredita dalla FF sanche il sistema 4RM, quattro ruote motrici, evoluto nel nuovo 4RM EVO e integrato con le ruote posteriori sterzanti: per la prima volta viene così equipaggiato il sistema 4RM-S (quattro ruote motrici e sterzanti), un brevetto Ferrari che, basandosi sull’evoluzione del Side Slip Control, giunto alla versione 4.0, (SSC4) include ora anche il controllo del differenziale elettronico (E-Diff) e dello smorzamento delle sospensioni (SCM-E).

PREZZO - Il quanto non è ancora stato definito, ma il presidente Ferrari Sergio Marchionne ha dichiarato che sarà in linea con l'attuale prezzo della FF. Ossia qualcosa in più degli attuali 262 mila euro. 

Tags: ferrariGTC4lussosaloneGinevra

Tutte le notizie di Salone di Ginevra

Approfondimenti

Commenti