Skoda Vision X, il metano dà una mano anche all'ibrido

Skoda Vision X, il metano dà una mano anche all'ibrido

Anteprima al Salone di Ginevra per il prototipo di Suv ibrido che unisce elettrico, metano e benzina, offrendo la trazone integrale senza albero di trasmissionetwitta

mercoledì 28 febbraio 2018

ROMA – Non è tanto l'annuncio di un prossimo modello ibrido, ormai la norma per tutti i marchi, a stupire. Quanto le innovazioni riguardanti il powertrain. Il prototipo Skoda Vision X, che debutta la Salone di  Ginevra, combina infatti elettrico, metano e benzina. Con trazione integrale senza albero di trasmissione, novità assoluta in Skoda, soluzione che consente di ridurre il peso e dunque i consumi.

Il powertrain è composto dal motore quattro cilindri turbo 1.5 TSI G-Tec da 130 cavalli e 250 Nm di coppia massima. Supportato da due unità elettriche:  uno è l’alternatore-motorino di avviamento azionato tramite cinghia (RSG) a disposizione del motore a combustione; l’altro, alimentato da una batteria a 48v, è montato sull’asse posteriore e viene attivato in caso di necessità, per incrementare l’erogazione alla partenza oppure per migliorare la trazione su fondo sdrucciolevole e nella marcia fuoristrada.

Inoltre la potenza di sistema consente al prototipo di scattare da 0 a 100 m/h in 9,3 secondi e di raggiungere i 200 orari. Il tutto a fronte di consumi medi dichiarati da citycar, 89 g/km, inferiori a quelli di una Fabia, e di un'autonomia massima di 650 km. Vision X non sarà il primo ibrido Skoda a uscire sul mercato: il marchio boemo darà precedenza alla Superb plug-in nel 2019.

Tags: SkodaSalone di Ginevra

Tutte le notizie di Salone di Ginevra

Approfondimenti

Commenti