Anteprima Lamborghini, ecco il Suv Urus nel deserto

Anteprima Lamborghini, ecco il Suv Urus nel deserto

twitta

lunedì 20 novembre 2017

 Francesco Colla

ROMA – Manca a un mese al 4 dicembre 2017. Data fatidica per Lamborghini, giorno dell’anteprima mondiale di Urus, primo sport utility del marchio. O meglio primo Suv contemporaneo, escludendo il mitico LM002, simbolo dell’esagerazione anni ‘80

Il marchio bolognese del Gruppo Volkswagen sta investendo enormi capitali nel progetto, che vede la luce cinque anni dopo la presentazione del concept al salone di Pechino 2012 (vedi foto).

Tanto che il presidente Stefano Domenicali ha recentemente dichiarato:Urus vuol dire passare dall’essere ragazzini a persone adulte. Vuol dire entrare in un nuovo mercato con clienti diversi, mettersi a confronto con altri costruttori”. Diventare adulti significa crescere, anche numericamente: raddoppiando l’impianto produttivo di Sant’Agata da 80 mila a 160 mila mq e assumendo 600 nuovi dipendenti, per sfornare i 3500 esemplari previsti ogni anno. E raddoppiando dunque anche i volumi di vendita. 

In attesa di vederlo, e soprattutto di provarlo, ecco un primo video diffuso da Lamborghini, dove si può vedere una versione camuffata del Suv impegnato durante una sessione di test fra le dune. Per dimostrare che Urus non sarà sinonimo solo di lusso e potenza ma anche di off-road.

Maurizio Reggiani, direttore ricerca e sviluppo del marchio, aveva commentato: “Sarà la Lamborghini dei Suv. E' un'auto eccezionale: abbiamo fatto già molte sessioni di handling al Nurburgring e nel deserto, per testare i diversi range di guida, che su Urus sono stati amplificati al massimo”

Urus segna inoltre una svolta importante per il marchio, ossia l’introduzione in gamma del primo motore turbo, un V8 turbo da 650 cavalli, per una velocità massima superiore ai 300 km/h

Tags: lamborghini

Tutte le notizie di Speciale

Approfondimenti

Commenti