Motori

Due Ruote
Dakar 2018: Mini sfida Peugeot con la nuova JCW Buggy

Dakar 2018: Mini sfida Peugeot con la nuova JCW Buggy

il marchio Bmw ha presentato un'inedito Buggy da 340 cavalli e trazione posterioretwitta

mercoledì 22 novembre 2017

 Francesco Colla

ROMA – Dal 1979 il Dakar Rally è sinonimo di avventura, esotismo, desertiche imprese a motore. E anche in seguito al forzoso trasloco dall’Africa al Sud America (l’edizione 2008 venne cancellata in seguito all’assassinio di cittadini francesi da parte di terroristi mauritani), la Dakar ha mantenuto il suo fascino. 

Dal 4 al 20 gennaio 2018 si corre la 40esima edizione del raid e Mini, con quattro vittorie consecutive dal 2012 al 2015, è ben decisa a interrompere la dominazione Peugeot delle ultime due edizioni.

Per farlo ha presentato una nuova, impressionante vettura, la John Cooper Works Buggy che correrà sotto le insegne del team X-Raid affiancando le già note JCW Rally. La nuova belva per le dune è dotata del motore twinpower turbodiesel da tre litri con 6 cilindri in linea da 340 cavalli, in grado di sviluppare una coppia massima di 800 Nm. Abbinato, novità assoluta, alla sola trazione posteriore.

Un vero e proprio prototipo che ha nulla da spartire, o quasi, con le auto di serie. Il telaio tubolare in acciaio è stato progettato appositamente, la carrozzeria è realizzata in plastica rinforzata con fibre di carbonio (CFRP) e kevlar riveste il telaio, mentre l’aspetto esterno tipicamente “buggy” è stato progettato in stretta collaborazione con Mini Design e ottimizzato dal punto di vista aerodinamico.

Il Team X-raid schiererà sette vetture ed un team esperto di piloti e co-piloti. Le tre John Cooper Works Buggy saranno pilotate da Mikko Hirvonen (FIN), Bryce Menzies (USA) e Yazeed Ali-Rajhi (KSA). Al volante delle John Cooper Works Rally ci saranno Orlando Terranova (ARG), Jakub Przygonski (POL), Joan “Nani” Roma (ESP) e Boris Garafulic (CHI).

Tags: minidakar

Tutte le notizie di Speciale

Approfondimenti

Commenti