Tech Zone

Opel Insignia, lo stile inconfondibile da ammiraglia

Opel Insignia, lo stile inconfondibile da ammiraglia

La seconda generazione punta sull’emozione del design ma anche sulla sicurezza e su nuovi motori più efficienti.twitta

venerdì 28 aprile 2017

TORINO. Pura emozione. La seconda generazione di Opel Insignia, presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra e ormai pronta alla commercializzazione (da giugno, ordini iniziati a marzo) trasforma una vettura del segmento medio in una coupé di grandi dimensioni, con un design mozzafiato che la rende sportiva ed elegante al tempo stesso. Insomma, da vera e propria ammiraglia, alternativa intelligente alla ormai folta concorrenza del segmento premium, pronta a rilanciare un successo che conta ben 900 mila vetture vendute dal lancio nel 2008, con immediata elezione ad Auto dell’Anno (2009). Non si tratta di un restyling, ma di un completo rifacimento del modello di punta Opel, passato attraverso una nuova architettura che rende Insignia più spaziosa, ma anche più divertente da guidare, con livelli di sicurezza e comfort straordinari. Un esempio? La nuova Insignia è la prima Opel con cofano attivo in alluminio, che in caso di urto con un pedone si solleva in pochi millisecondi per aumentare la distanza dalle parti più dure del motore, migliorando la protezione «Con la nuova generazione di Insignia piazziamo un colpo da maestro - dichiarato Karl-Thomas Neumann, presidente di Opel -. La nostra nuova ammiraglia è piena di tecnologie accessibili a tutti, che rendono la guida più sicura e più comoda. Nessun’altra auto di questo segmento può vantare un numero così elevato di tecnologie d’avanguardia. L’abbiamo alleggerita e resa agile e fantastica da guidare. E i nostri designer sono riusciti a regalare a Grand Sport e Sports Tourer un eccezionale mix di eleganza e sportività che le farà invidiare anche dalle vetture delle classi superiori».

TUTTI TURBO. Sulle due versioni di Insignia debutta anche una gamma molto efficiente di motori che offrono una riduzione reale dei consumi dal 3 al 10% rispetto ai precedenti modelli. Sul fronte benzina c’è l’inedito turbo 1.5 litri declinato in potenze da 140 e 165 cavalli, mentre il top è il turbo 2.0 litri da 260 cavalli, con una coppia massima di 400 Nm, proposto con la nuova trasmissione automatica a otto marce e alla sofisticata trazione integrale con torque vectoring (unica fra le vetture medie). Il cambio manuale a sei rapporti è proposto sui turbodiesel: il 1.6 litri da 110 o 136 cavalli e il 2.0 litri da 170 cavalli. A livello di sicurezza da rimarcare la seconda generazione dei fari IntelliLux LED a matrice, con ben 32 elementi LED (il doppio rispetto ad Astra) per la funzione abbagliante. E un faro LED dedicato all’interno degli anabbaglianti illumina la strada fino a 400 metri.

VISTA A 360°. Imperdibile l’Head-up-Display che proietta sul parabrezza le informazioni su velocità, cartelli stradali, velocità impostata del limitatore e del Cruise Control Attivo (con frenata automatica di emergenza), come la visione a 360° grazie a 4 telecamere su ogni lato per facilitare il parcheggio. Non mancano il sistema di mantenimento della corsia di marcia con correzione automatica dello sterzo (un segnale avverte il guidatore che sta abbandonando la carreggiata di percorrenza e lo sterzo di irrigidisce e interviene leggermente per mantenere la vettura in carreggiata). Infine ecco il rear cross traffic alert, un sistema che utilizza i sensori radar nel paraurti posteriore per rilevare oggetti in avvicinamento a partire da una distanza di 20 metri, a 90 gradi a destra o a sinistra dietro il veicolo, quando si esce da un parcheggio in retromarcia. Non resta che parlare di prezzi. La nuova ammiraglia di Opel è disponibile a partire da 30.250 euro per la versione Grand Sport e da 31.300 euro per la Sports Tourer (la station wagon), chiavi in mano e Iva inclusa.

Tags: OpelOpel Insignia

Tutte le notizie di Tech Zone

Approfondimenti

Commenti