Tech Zone

Il primo eli-taxi senza pilota si chiama Volocopter

Il primo eli-taxi senza pilota si chiama Volocopter

Lo ha progettato una start-up in cui crede anche Daimler, che la finanzia. A Dubai c'è stata la prima dimostrazionetwitta

giovedì 28 settembre 2017

 Alessandro Vai

ROMA - Si chiama AAT, ovvero Autonomous Air Taxi ed è esattamente quello che sembra, un taxi che vola senza pilota a forma di elicottero. L'azienda che lo produce si chiama Volocopter e il nome in codice di questo velivolo è eVtol. Se pensate che sia la solita fuffa sappiate che il Gruppo Daimler ha appena investito in questa start-up e che la prima dimostrazione di volo pubblica è stata effettuata a Dubai in un'area periferica isolata (Vicino al jumerai beach park) alla presenza delle autorità governative.

A Dubai, infatti, hanno deciso che entro il 2030 vogliono la città percorsa da un 25% di veicoli a guida autonoma, che essi circolino su terra oppure in aria. Proprio di ques'ultimo tema si occupa la Volocopter che ha esposto il suo AAT anche al recente Salone di Francoforte. Ha 18 rotori mossi da un motore elettrico e 50 km di autonomia, mentre la velocità massima è di 100 km/h, cioè il doppio di quella di crociera. Può caricare fino a due passeggeri che in futuro avranno a disposizione anche due paracaduti di emergenza.

Proprio la parte burocratica è quella più macchinosa, tanto che per ora anche il primo collaudo è stato effettuato senza nessuno a bordo per ragioni di sicurezza. L'eVtol, in ogni caso, se l'è cavata perfettamente anche senza nessuno a manovrare i suoi due joystic, autopilotandosi nelle fasi di decollo, crociera e atterraggio. In futuro si potrà prenotare con una app e utilizzerà piazzole dedicate, visto che per ora i suoi 7 metri di larghezza non consentirebbero accesso alle aree urbane più affollate.


 

Tags: guida autonomaVolocopter

Tutte le notizie di Tech Zone

Approfondimenti

Commenti