Tuttosport.com

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Keitel, la cultura contro il terrorismo

Keitel, la cultura contro il terrorismo

'Putin mi ha detto che gli artisti sono più potenti di lui'twitta

martedì 14 giugno 2016

(ANSA) - TAORMINA, 14 GIU - Un Harvey Keitel disponibile e rilassato al Taormina Film Fest mostra una grande sensibilità per la tragedia di Orlando in Florida e dice che in fondo è tutta una questione di 'metodo'. "Sono un po' in imbarazzo ad essere qui con questa tragedia in corso: lì sono state massacrate ben 49 persone e credo che eventi come i festival possano essere importanti perché queste cose non avvengano più. La politica da sola non basta, ci vuole anche la cultura". E aggiunge: "Sono convinto che se Omar Mateen fosse stato convocato in un festival con personaggi di cultura, registi e attori, forse avrebbe rivisto la sua posizione". E ancora sul fronte della politica racconta l'incontro con Putin insieme ad altri colleghi del cinema: "Ci disse che eravamo più potenti di lui. Io replicai che forse era vero, ma che le armi poi le aveva la politica. Bisogna insomma unire le due cose".

Tutte le notizie di Notizie Ultim'ora

Approfondimenti