Tuttosport.com

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Papa: nessuno è irrecuperabile

Papa: nessuno è irrecuperabile

"Quando Dio ci perdona dimentica il passato, perde la memoria"twitta

domenica 11 settembre 2016

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 11 SET - "Non c'è peccato in cui siamo caduti da cui, con la grazia di Dio, non possiamo risorgere; non c'è un individuo irrecuperabile, nessuno è irrecuperabile, perché Dio non smette mai di volere il nostro bene, anche quando pecchiamo!". Così Papa Francesco, all'Angelus, ha sintetizzato il messaggio delle letture di oggi. Con questi racconti - ha spiegato il Papa - "Gesù vuol far capire che Dio Padre è il primo ad avere verso i peccatori un atteggiamento accogliente e misericordioso". "La parabola che più commuove, perché manifesta l'infinito amore di Dio - ha sottolineato -, è quella del padre che stringe a sé e abbraccia il figlio ritrovato. Ciò che colpisce non è tanto la triste storia di un giovane che precipita nel degrado, ma le sue parole decisive: 'Mi alzerò, andrò da mio padre'". "Dimentica il passato: questa è la debolezza di Dio, quando ci abbraccia e ci perdona, perde la memoria, dimentica il passato", ha quindi sottolineato 'a braccio'.

Tutte le notizie di Notizie Ultim'ora

Approfondimenti