Tuttosport.com

Scopri l’edizione digitale su Tablet e Smartphone

Ventura, serve tempo per lavorare

Ventura, serve tempo per lavorare

Ct Nazionale, ho lanciato i giovani tutelandolitwitta

lunedì 14 novembre 2016

(ANSA) - MILANO, 14 NOV - "Appena sono arrivato, sono partiti immediatamente tutti i confronti. Le cose vanno accettate nel calcio ma se si confronta un Europeo con una qualificazione non c'è correttezza". Così il ct azzurro Gian Piero Ventura alla vigilia di Italia-Germania. "Ovunque sono andato sono arrivato in momenti un pò particolari, in cui dovevi 'ricostruire'. Sono arrivato in questo caso in un momento particolare e, quindi, mi trovo a casa mia" ha aggiunto Ventura, ricordando il suo debutto contro la Francia, "solo 48 ore dopo essermi presentato alla squadra: abbiamo perso 3-1 giocando alla pari e si è parlato di disastro. Quando dicono che l'unica cosa buona che ho fatto è stato lanciare i giovani -ha aggiunto- ricordo che per lanciare i giovani li ho tutelati, senza buttarli sul trapezio senza rete. Basta pensare a Romagnoli: quando doveva giocare contro la Spagna, mi è stato chiesto se fosse un azzardo. Se Romagnoli avesse toppato, non sarebbe quello di oggi, avrebbe una situazione psicologica diversa".

Tutte le notizie di Notizie Ultim'ora

Approfondimenti