Tuttosport.com

La prima volta di Rembrandt in Vaticano

La prima volta di Rembrandt in Vaticano

Fino al 26/2 incisioni e un dipinto del grande maestro olandesetwitta

mercoledì 23 novembre 2016

(ANSA)- ROMA,23 NOV - I mille volti del popolo dolente, dei mendicanti, degli infermi, dei poveri e dei ricchi intorno alla luce del Gesù nella celeberrima Stampa dei cento fiorini, le citazioni barocche nella Morte della Vergine. Nei 500 anni dalla Riforma e fortemente voluto nella strada del dialogo tra cattolici e protestanti, arriva per la prima volta ai Musei Vaticani il genio di Rembrandt, con una piccola, splendida mostra che fino al 26/2, con 53 incisioni, due lastre e due dipinti, racconta l'infinita maestria del pittore di Leida per acqueforti, tecnica nella quale raggiunse livelli insuperati. Piccoli capolavori da ammirare aiutati da una lente d'ingrandimento, scene fitte di particolari, di segni, di emozioni, dove la capacità del maestro di restituire la vita segreta delle cose "tocca livelli preclusi anche alla pittura", spiega il direttore dei Vaticani Antonio Paolucci, introducendo la rassegna che questa sera verrà inaugurata alla presenza della Regina Silvia di Svezia e della Principessa Beatrice dei Paesi Bassi

Tutte le notizie di Notizie Ultim'ora

Approfondimenti