Discesa libera, è sfida aperta tra Vonn e Goggia
  Mercoledi', poi, e' il gran giorno della sfida Vonn-Goggia nella discesa libera femminile© AFPS

Discesa libera, è sfida aperta tra Vonn e Goggia

Nella notte tra martedì e mercoledì si assegna il titolo della velocità. «La favorita è Lindsey, ha più esperienza», dice l'azzurra. «Marcherò stretta Sofia», risponde l'americanatwitta

martedì 20 febbraio 2018

PYEONGCHANG - Ancora poche ore e poi sarà la pista di Jeongseon ad emettere il suo verdetto. L'attesissima discesa libera femminile delle Olimpiadi di PyeongChang sta per arrivare e tutti pregustano un grande duello tra Lindsey Vonn e Sofia Goggia
L'ULTIMA PROVA - L'ultima prova cronometrata ha visto le favorite "giocare a nascondino", con tratti in cui tiravano a tutta alternati a tratti in cui si rialzavano palesemente. Il miglior tempo, per quel che vale, lo fa registrare l'austriaca Ramona Siebenhofer in 1'40"67 (con salto porta), davanti all'elvetica Michelle Gisin, staccata di 20 centesimi, e all'azzurra Nadia Fanchini, brava ad interpretare la parte alta del tracciato per poi commettere un piccolo errore in quella bassa e chiudere a 21 centesimi dall'austriaca. Quarta la Vonn a 29 centesimi, quinta Mikaela Shiffrin a 34 (con salto porta, che dopo aver vinto l'oro del gigante comunque non correrà domani), con un'ottima velocità di punta. Quindi Mowinckel, Gut e poi arrivano le altre azzurre. Nicol Delago, ottava con 55 centesimi di ritardo, sarà la quarta italiana in gara al fianco di Goggia, Brignone (che nella giornata odierna ha deciso di riposare) e Fanchini, mentre Johanna Schnarf (nona a 58 centesimi con salto di porta) gareggerà in combinata con Brignone, Goggia e Bassino. La stessa Goggia chiude all'undicesimo posto a 61 centesimi dalla leader, mentre Marta Bassino è 34/a con 3"24.
GOGGIA: «LINDSEY FAVORITA» - Tutti prevedono un duello Vonn-Goggia, nonostante il SuperG sia andato male ad entrambe. «La favorita è Lindsay Vonn - dice con convinzione la Goggia - Non è questione di metterle pressione, ma ha più esperienza, ha alle spalle 81 vittorie in Coppa del Mondo e 131 podi, medaglie olimpiche e mondiali. Lo ha già fatto e sa come si fa".Dopo la caduta di Cortina il ginocchio le fa ancora un po' male, ma «mi permette ancora di sciare - assicura lei - E poi al cancelletto di partenza il mondo scompare, non conta nulla, non conta se hai dolore oppure no. Conta come scii e io so di poterlo fare, anche se non sono perfetta».
LA VONN "MARCA" SOFIA - La Vonn sa che la sua principale avversaria sarà l'amica-rivale Sofia Goggia. Tanto da rivelare un particolare sulla scelta del numero di partenza: «Dipende da quello che sceglierà Sofia, io prenderò quello subito dopo il suo, mi piacerebbe scendere dopo di lei. Mi piace conoscere i tempi che ottengono le mie rivali». Poi parla della pressione che c'è su di lei: «Se sono nervosa perdo di sicuro. Faro' come in super-G, darò tutto quello che ho e alla fine sarò soddisfatta, comunque vada».

Tags: olimpiadi invernaliPyeongchangGoggiaVonn

Tutte le notizie di Olimpiadi Invernali

Approfondimenti

Commenti