Olimpiadi 2016

Olimpiadi, Putin: «Vie legali contro l'esclusione degli atleti puliti»
© REUTERS

Olimpiadi, Putin: «Vie legali contro l'esclusione degli atleti puliti»

Il presidente russo: «Non possiamo accettare la squalifica dei nostri atleti con una storia di doping pultia, è una discriminazione»twitta

mercoledì 27 luglio 2016

MOSCA - Mosca è pronta ad adire le vie legali contro l'esclusione da Rio degli atleti russi «con una storia di doping assolutamente pulita», cosa che è «una evidente discriminazione», ha dichiarato Vladimir Putin, incontrando gli atleti in partenza per Rio. «Non possiamo accettare la squalifica dei nostri atleti con, lo voglio sottolineare, una storia di doping assolutamente pulita. Questo non corrisponde assolutamente ai principi olimpici, ma noi lotteremo per la verità, soltanto per le vie legali».

IL NO DEL TAS AI 68 ATLETI RUSSI

ISINBAYEVA COMMOSSA - «Gareggiate così da far tremare tutto il mondo e che l'inno nazionale russo suoni ininterrottamente alle competizioni di Rio». E' con queste parole che, visibilmente emozionata al punto da non trattenere le lacrime, la campionessa di salto con l'asta Yelena Isinbayeva si è rivolta agli atleti russi alla cerimonia di partenza della squadra olimpica al Cremlino, alla presenza di Putin. La Iaaf ha escluso dai Giochi i russi dell'atletica leggera, quindi anche la Isinbayeva, per lo scandalo doping di Stato. «Oggi noi abbiamo affrontato l'iniquità, l'ingiustizia delle persone che fanno ciò che vogliono», ha dichiarato ancora la Isinbayeva, sostenendo che gli atleti russi «sono stati trattati male e senza che fosse data loro una chance di difendersi». 

Tags: PutinRio 2016Olimpiadi

Tutte le notizie di Olimpiadi

Approfondimenti

Commenti