Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Maschile, Pool C, successi in trasferta per Catania e Castellana Grotte

Volley: A2 Maschile, Pool C, successi in trasferta per Catania e Castellana Grotte

La squadra di Rigano si impone sul campo di Bolzano, sale al secondo posto e inguaia la squadra di Burattini. I pugliesi espungano il campo del Club Italia e, almeno per stasera, sono terzi
twitta

sabato 17 febbraio 2018

ROMA- I due anticipi della terza giornata della Pool C fanno registrare i successi in trasferta, entrambi per 1-3 di Messaggerie Bacco Catania e Materdomini.it. Per gli uomini di Riganò, corsari sul campo di una sempe più inguaiata Mosca Bruno Bolzano, il successo vale il secondo posto in classifica ma soprattutto getta le basi per la conquista della salvezza. Di altrettanta importanza il successo dei pugliesi sul terreno del Club Italia. Con i tre punti di questa sera la squadra di Castellano si attesta al terzo posto e guarda al futuro con maggior fiducia.

LE DUE SFIDE-

MOSCA BRUNO BOLZANO - MESSAGGERIE BACCO CATANIA-

Messaggerie Volley Catania vince 3-1 contro Mosca Bruno Bolzano, incassando 3 punti importantissimi in questa corsa per la salvezza della Pool C del Campionato UnipolSai 17/18 di volley maschile di serie A2. Dopo una partenza non del tutto convincente al PalaResia, i rossazzurri hanno messo il piede sull’acceleratore e non hanno mollato nemmeno nei momenti più difficili, quelli in cui i padroni di casa hanno cambiato le carte in tavola per riuscire a ridefinire la partita. Una vittoria che è una dichiarazione di intenti: fino al 25 marzo, data di fine di questo girone dei dannati, non si molla.

Il primo punto rossazzurro di questa trasferta, dopo una partenza a razzo dei biancoblù, lo firma Juan Ignacio Finoli (3-1), il regista che palla dopo palla mette i suoi nelle condizioni di andare a segno. Il pareggio è frutto di una cannonata sparata da Francesco Sideri nella metà campo avversaria (5-5). Matteo Pizzichini, servito dal palleggiatore argentino è secco (10-9). Emanuele Spampinato in ricezione, ancora Finoli e Dusan Bonacic firma il suo primo punto del match (11-10). Leonardo Razzetto è bravo a muro (11-11) e trova un altro pareggio con una palla uscita dal cilindro magico di Finoli (12-12)  che più avanti serve Danilo De Santis (17-16). Poi però Bolzano accelera, conquista tre break, Rigano richiama De Santis e lo sostituisce con Mauricio Zanette. Si ritrova una nuova parità (20-20), ma il set è biancoblù.

Partono forte i rossazzurri nel secondo set e la voglia di rivalsa è evidente (3-6). Messaggerie Bacco riesce ad andare avanti di quattro lunghezze con un ace di Bonacic (4-8). Il vantaggio aumenta con Razzetto che blocca Giannotti (4-9). C’è un muro ad aspettare De Santis, ma il numero 15 trova una diagonale strettissima (5-11). Ancora una volta è Finoli a creare un’ottima opportunità per Bonacic che non lo delude e mette a terra (11-19), dimostrandosi il gran mattatore di questo set. Bolzano si rifà sotto e riesce a dimezzare le distanze (18-22). Sideri in posto quattro lancia una palla sulla ricezione avversaria che vola dritta verso le tribune (18-23). Il set è etneo.

Terzo set con uno starting in parità. Nessuna delle due squadre riesce a distaccare l’altra, ma i rossazzurri riescono a dare ancora una volta prova di determinazione e grande forza di volontà. E’ una super difesa di Spampinato, su una palla che si impenna, a permettere  a Sideri di farsi avanti (6-8). Gli altoatesini vanno avanti, ma ci pensano, Pizzichini prima (10-9) e Finoli dopo a muro (10-10). Calogero Tulone forza la battuta è fa ace (10-11). Ricomincia la corsa con Razzetto che a muro non perdona (13-16). Finoli si fida di Pizzichini e ancora una volta il marchigiano non lo delude (14-17) . L’argentino è inarrestabile quando Bolzano cerca di ricostruire la sua prima linea dopo una battuta di De Santis che manda gli avversari in giro per tutto il palasport nel tentativo di la palla (14-18). Sideri riceve e poi, servito, da posto quattro conquista la prima palla set (20-24). Chiude De Santis, a muro, con una fotografia all’attacco biancoblù (21-25).

L’ultima frazione di gioco è sotto il segno del pareggio nella prima fase e poi in quella centrale, con Finoli che marca bene il proprio schiacciatore e Spampinato reattivo a tenere viva la palla. Si procede a braccetto (13-13). Il sedicesimo punto catanese è un nuovo ace di Tulone che ancora una volta mette in crisi la ricezione avversaria (14-16). Il pareggio però è una costante fino alla fine (23-23). La prima palla match la conquista Bonacic ed è ancora lui, servito da Finoli a chiudere con una diagonale vincente (25-23).

I PROTAGONISTI-

Andrea Burattini (Allenatore Mosca Bruno Bolzano)- « Resta il rammarico per non essere arrivati al tie-break – ha commentato a fine partita Andrea Burattini, tecnico del Mosca Bruno Bolzano – perché è stata una partita molto combattuta e tirata. Alla fine Catania ha sfruttato armi che ci aspettavamo come la battuta, non per niente hanno tre giocatori ai vertici della classifica di rendimento del servizio in tutta la A2. Catania è una squadra molto forte, che si trova in questa pool C solamente perché è stata sfortunata nella prima fase, fra alcuni infortuni ed alcuni punticini persi. L'aver giocato alla pari con un sestetto così è un segnale molto importante per noi, quello che ci dispiace è che ancora non siamo riusciti a trovare l'equilibrio che potremmo trovare. Ma dovendo avere a che fare con problemi fisici, come quello di Giannotti alla caviglia, diventa difficile riuscire ad esprimersi nel modo migliore. Sono comunque contento di alcune cose, come il ritorno di Zappoli e la prestazione di Baldazzi. Ora dovremo sfruttare al massimo queste due settimane per preparare la partita di Massa, con la consapevolezza che loro avranno potenzialmente due partite più di noi per fare punti ».

Gian Pietro Rigano (Allenatore Messaggerie Bacco Catania)- « Siamo stati bravi e abbiamo dimostrato una grande tenuta psicologica giocando contro una squadra che sapeva di non potere sbagliare. Nel primo set abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma abbiamo dimostrato di avere qualità importanti mantenendo la lucidità e trovando nuovi equilibri. Tra rischio e continuità di gioco possiamo fare paura a tutti ».

IL TABELLINO-

MOSCA BRUNO BOLZANO - MESSAGGERIE BACCO CATANIA 1-3 (25-22, 20-25, 21-25, 23-25)

MOSCA BRUNO BOLZANO: Quartarone 1, Ristic 8, Paoli 14, Giannotti 6, Galabinov 18, Bressan 8, Baldazzi 11, Bruno (L), Zappoli Guarienti 0, Ingrosso 2. N.E. Candeago, Spagnuolo, Bleggi. All. Burattini.

MESSAGGERIE BACCO CATANIA: Finoli 4, Bonacic 22, Razzetto 7, De Santis 12, Sideri 18, Pizzichini 6, Pricoco (L), Tulone 2, Zanette Mugnaini 1, Spampinato (L). N.E. Chillemi, Torre. All. Rigano.

ARBITRI: Mesiano, Giardini.

NOTE - durata set: 24', 25', 25', 26'; tot: 100'.

CLUB ITALIA CRAI ROMA - MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE-

Arriva la prima sconfitta per il Club Italia CRAI nella terza giornata del girone salvezza (Pool C) di Serie A2 Maschile UnipolSai sconfitto 1-3 (22-25, 29-31, 20-25, 16-25) dalla Materdominivolley.it Castellana Grotte. Prova opaca quella offerta oggi dal giovane gruppo allenato da Monica Cresta che non ha saputo dare continuità al buon momento di forma dell’ultimo periodo che gli aveva permesso di ottenere risultati davvero interessanti. Sceso in campo senza il capitano Russo che ha accusato un risentimento muscolare alla coscia sinistra e per questo tenuto precauzionalmente in panchina, il Club Italia è stato schierato con la diagonale Salsi-Cantagalli, Gardini e Recine martelli, Cortesia al centro in coppia con Mosca e Federici libero. Proprio l’assenza in extremis d el capitano ha forse condizionato gli azzurrini, ma in generale un po’ tutti non si sono espressi sui consueti livelli e ricondurre il tutto alla sola assenza di Russo sarebbe forse riduttivo. Nel primo set i giovani atleti del Club Italia hanno sofferto un po’ in ricezione non riuscendo così a sviluppare la consueta fluidità di gioco. Nonostante una prova non proprio convincente Salsi e i suoi compagni sono rimasti in gara fino all’ultimo anche se hanno poi ceduto proprio nel finale con il parziale di 25-22. Sistemato qualcosa nel sistema di gioco, il secondo set è stato decisamente più equilibrato con le due squadre che si sono date battaglia punto su punto alternandosi spesso al comando. Alla fine, però, dopo una lunga serie ai vantaggi i pugliesi sono riusciti a spuntarla 31 -29 dopo che gli azzurrini avevano avuto la possibilità di portare la gara in parità. Nel terzo parziale è arrivata finalmente la reazione dei ragazzi di Monica Cresta che si sono rifatti sotto riuscendo a imporre fin dalle prime battute un buon ritmo, fattore che ha permesso loro di accorciare la situazione sul 2-1 grazie al 25-20 conclusivo con il quale hanno meritatamente vinto il set.
Quarto e ultimo set ancora però ancora di marca pugliese con gli ospiti che hanno ripreso a giocare con grinta e tenacia, riuscendo così a strappare una vittoria per loro molto importante.
Per i giovani ragazzi di Monica Cresta invece ci sarà tempo per riflettere sul ko odierno in vista del match della settimana prossima a Catania dove sarà importante riproporre la buona pallavolo espressa fino a oggi.

BACIOCCO

Assente oggi anche Leonardo Baciocco che in settimana è stato sottoposto a intervento chirurgico al menisco interno del ginocchio destro dal professor Mariani a Villa Stuart. L’intervento è riuscito con l’atleta che ha già intrapreso il programma riabilitativo.

IL TABELLINO-

CLUB ITALIA CRAI ROMA - MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE 1-3 (22-25, 29-31, 25-20, 16-25)

CLUB ITALIA CRAI ROMA: Salsi 2, Recine 16, Cortesia 13, Cantagalli 14, Gardini 12, Mosca 6, Rondoni (L), Federici (L), Sperotto 0. N.E. Stefani, Russo, Ferri, Motzo, Panciocco. All. Cresta.

MATERDOMINIVOLLEY.IT CASTELLANA GROTTE: Marsili 5, Fiore 22, Gargiulo 8, Gradi 13, Lavia 16, Patriarca 7, Di Carlo (L), Garofolo 4, Battista (L), Chadtchyn 0, Manginelli 0. N.E. Saibene, Pilotto. All. Castellano. ARBITRI: Dell'Orso, Toni.

NOTE - durata set: 25', 37', 30', 27'; tot: 119'

LA CLASSIFICA-

Pag Taviano 17, Materdominivolley.it Castellana Grotte 15, Messaggerie Bacco Catania 13, Geosat Geovertical Lagonegro 12, Club Italia Crai Roma 11, Mosca Bruno Bolzano 7, Acqua Fonteviva Massa 3.
Note: 1 Incontro in più: Geosat Geovertical Lagonegro, Club Italia Crai Roma; 2 Incontri in più: Mosca Bruno Bolzano; 1 Incontro in meno: Acqua Fonteviva Massa

Tags: A2 MaschileMosca BrunoMessaggerie BaccoClub ItaliaMaterdomini.it

Tutte le notizie di A2 maschile

Approfondimenti

Commenti