Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Champions League, La Lube non sbaglia, battuto il Roeselare

Volley: Champions League, La Lube non sbaglia, battuto il Roeselare

Netto 3-0 (25-22;26-24; 25-22) degli uomini di Medei sui belgi nel secondo turno della Pool A che vale il secondo posto in classifica
twitta

giovedì 21 dicembre 2017

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- Prima vittoria europea per la Cucine Lube Civitanova: i vice campioni del mondo battono all’Eurosuole Forum i belgi del Knack Roeselare per 3-0 nella seconda giornata della Pool A di Champions League, salendo così al secondo posto in classifica dopo il 2-3 di Perugia, proprio dietro agli umbri vincenti in Turchia sul campo del Fenerbahce.

Match sostanzialmente tenuto in mano sempre dagli uomini di Medei, che soffrono soltanto nel finale del secondo set, complice una battuta float dei belgi sempre complicata da gestire in ricezione e la coppia Verhanneman-Tuerlinckx puntuale in attacco. Ma niente può il Roeselare contro una Lube (se pur con Stankovic e Sander ancora a riposo) più forte fisicamente e tecnicamente: ne è lo specchio il terzo set, appena l’attacco e la ricezione cuciniera salgono di percentuali, i campioni d’Italia prendono il largo e chiudono il match.

LA CRONACA DEL MATCH-

Coach Medei propone la stessa formazione che ha affrontato le sfide decisive del Mondiale per Club, vale a dire la diagonale Christenson-Sokolov, Candellaro-Cester al centro, Juantorena-Kovar in banda con Grebennikov libero (come secondo libero esordio assoluto in prima squadra per Storani, dal settore giovanile cuciniero). Nel Roeselare (senza il tecnico Rousseaux rientrato in Belgio per un lutto familiare) rispetto alla formazione tipo, assente il polacco Orczyk, al suo posto Kindt.

Il primo strappo Lube dopo un avvio equilibrato e qualche tentennamento biancorosso soprattutto in ricezione (7-8) arriva con l’ace di Kovar e due errori di fila in attacco per i belgi (14-10). Lo Knack fatica parecchio con i suoi terminali offensivi e un altro errore lancia i cucinieri al +5 (17-12). Un vantaggio che la Lube tiene fino al 24-20, poi Juantorena (5 punti nel parziale) chiude fermando il break belga sull’insidioso servizio di Verhanneman che prende di mira Kovar (25-22).

Partenza più convinta degli uomini di Medei nel secondo set: Candellaro e Sokolov scavano il primo importante break (8-4), Juantorena mura Kindt ed è 10-5 ma Verhanneman prima attacca poi mura per il -1 (10-9). La Cucine Lube Civitanova scappa ancora (16-12), lo Knack continua però a puntare su una battuta float molto efficace e rientra di nuovo sempre con Verhanneman (19-18) trovando anche la parità con il muro di Van de Velde (23-23). A portare la Lube sul 2-0 ci pensa Kovar (100% in attacco nel set) con il servizio sul 25-24 che favorisce l’attacco di prima intenzione di Cester (26-24).

La formazione belga non molla e nel terzo set sfrutta tre errori biancorossi in attacco (Sokolov e Cester) per andare sul 5-7, poi il centrale veneto mura Coolman e ispira al servizio il controbreak cuciniero (10-8). Da lì in poi è monologo Lube con Kovar in attacco e Sokolov a muro (17-11), Christenson mura e piazza il 23-16. Brivido finale con Juantorena in difficoltà da posto quattro (da 23-16 a 24-22), poi chiude Sokolov 25-22.

I PROTAGONISTI-

Giampaolo Medei (Allenatore Cucine Lube Civitanova)- « Il Roeselare è sempre un avversario ostico, conosco bene questa squadra: sbaglia poco e ha un servizio efficace. Sapevo che questa partita sarebbe stata insidiosa, onestamente noi stasera eravamo con poche energie e qualche acciacco, mi attendevo una partita dura. Bravi i ragazzi a non innervosirsi anche se le cose a cui siamo abituati non arrivavano, fondamentale dunque la vittoria e i tre punti per il cammino in Champions League ».

Micah Christenson (Cucine Lube Civitanova)- « Lo Knack ha giocato un’ottima pallavolo, molto tecnica. Bravi noi a chiudere il match in tre set in una gara che nascondeva molte insidie. Dovevamo prendere i tre punti ed è stato così, sono felice per questo. Credo che la chiave della gara sia il grande lavoro dei ricettori visto che i nostri avversari hanno fatto di tutto per metterci in difficoltà in battuta ».

Jiri Kovar (Cucine Lube Civitanova)-  « Cercavamo i tre punti e li abbiamo trovati, magari con un po’ di stanchezza e qualche acciacco sulle spalle. Abbiamo portato a casa il successo, già sappiamo che sarà molto duro giocare il match di ritorno in Belgio. E adesso già pensiamo alla trasferta di Superlega a Bari subito dopo Natale, torneremo subito in palestra per cercare di migliorare ogni giorno ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA- KNACK ROESELARE 3-0 (25-22; 26-24; 25-22)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 10, Candellaro 9, Sander n.e., Marchisio, Juantorena 13, Casadei n.e., Stankovic n.e., Kovar 8, Grebennikov (l), Christenson 4, Cester 9, Milan n.e., Zhukouski n.e., Storani (l) n.e.. All. Medei.

KNACK ROESELARE: Trinidad 2, Tuerlynckx 15, Robbe (l) n.e., Coolman 10, Dejonckheere (l), Konings n.e., Verhanneman 12, Van de Velde 6, Van Hirtum n.e., Depovere n.e., Fornes, Kindt 3. All. Vanmedegael.

ARBITRI: Partiainen (Fin); Michlic (Pol).

NOTE: 2387 spettatori, incasso: 24.309 Euro. Cucine Lube: 9 battute sbagliate, 3 aces 10 muri vincenti, 47% in ricezione (25% perfette); 45% in attacco. Knack Roeselare: 10 b.s., 4 aces, 11 m.v., 46% in ricezione (25% perfette); 42% in attacco.

Tags: Champions LeagueCucine LubeKnackMedeiJuantorenaSokolov

Tutte le notizie di Coppe

Approfondimenti

Commenti