Pallavolo

Civitanova, la Champions come medicina

Civitanova, la Champions come medicina

Domani sera match in Belgio contro il Roeselare. Un avversario abbordabili per smaltire i postumi della sconfitta di campionato con la capolista Perugiatwitta

lunedì 12 febbraio 2018

 Diego De Ponti

Medicina Champions per Civitanova. La Lube è in Belgio per il match di Champions League, domani  alle 20.30 (Diretta Fox Sports), contro il Knack Roeselare. Non è tanto l’avversario ad impensierire. Il match di andata fu a senso unico a favore dei biancorossi e l’evidente divario tecnico, che vede la formazione belga distante sei punti in classifica, fanno ben sperare i ragazzi di Medei ai quali basta vincere un solo set per assicurarsi definitivamente la qualificazione ai PlayOffs 12. A tenere in apprensione è la ferita prodotto dalla sconfitta di campionato contro Perugia. La capolista si è imposta con autorevoleza e ha preso il largo. Civitanova è rimasta a guardare impotente. L’impressione è quella di una squadra bloccata da problemi fisici inattesi. Sorprende la tenuta di Osmany Juantorena ma non può più ovviare a tutto da solo. Sabato sera era evidente Tsvetan Sokolov era a mezzo servizio. Troppo importante il match per non schierare il bulgaro. Ma il sacrificio non ha pagato. Eppure Civitanova ha una panchina lunga. Ma oggi appare in difficoltà sia con gli opposti che con i centrali. Non resta che la Champions per respirare una boccata d’ossigeno.

 

 

Tags: ChampionsJuantorenaSokolovCivitanovaperugia

Tutte le notizie di Coppe

Approfondimenti

Commenti