Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Champions League, per la Lube la vittoria in Belgio vale i Play Off

Volley: Champions League, per la Lube la vittoria in Belgio vale i Play Off

I Campioni d'Italia espugnano il campo del Knack Roeselare per 0-3 (16-25; 23-25; 23-25) e si qualificano con una giornata d'anticipo alla fase successiva
twitta

martedì 13 febbraio 2018

ROESELARE (BELGIO)- La Cucine Lube Civitanova vince in Belgio la sfida sul campo del Knack Roeselare e stacca il pass per la fase Playoffs della Champions League con una giornata di anticipo ed ora potrà giocarsi il primo posto nel derby italiano con la Sir Safety Perugia in calendario nell'ultimo turno all'Eurosole il prossimo 28 febbraio.

Juantorena e compagni si sono imposti con un eloquente 0-3 (16-25; 23-25; 23-25), a testimonianza della netta superiorità rispetto alla formazione allenata da Rousseaux che ha cominciato a lottare e a tenere in equilibrio la sfida quando già la Lube aveva conquistato il set necessario per assicurarsi la matematica certezza di passare il turno

La partita ha visto la squadra di Medei partire alla grande nel primo set, per poi lottare punto a punto con i belgi ma tenendo sempre alta la lucidità in campo e chiudendo con cinismo al momento giusto il secondo e il terzo set. In doppia cifra Sokolov, Sander, Juantorena e anche Cester per un ottimo 56% in attacco di squadra complessivo. Sono 6 gli ace messi a segno e 9 i muri, questi i numeri che hanno permesso ai campioni d’Italia di ottenere la vittoria sul difficile campo dello Knack (6 ace anche per i belgi).

LA CRONACA DEL MATCH-

Stankovic è ancora out dopo il risentimento alla schiena accusato nel riscaldamento pre-gara a Perugia sabato scorso, coach Medei sceglia Juantorena –Sander in banda, per il resto formazione quasi obbligata con Cester-Candellaro e la diagonale Christenson-Sokolov, Grebennikov libero.

Partenza super per la Cucine Lube Civitanova sul turno al servizio di Christenson: muro e difesa Lube impressionano subito e un ace dell’americano spinge i biancorossi sullo 0-5. Sokolov ferma Van Hirtum (scelto da coach Rousseaux come compagno di reparto di Verhanneman) e un doppio errore Knack manda la Lube al +8 (2-10). I belgi provano a infastidire la ricezione Lube con la battuta flottante di Van de Velde (6-11) ma Christenson piazza un altro ace ristabilendo le distanze (8-15): il servizio cuciniero continua ad essere devastante per la ricezione Knack (3 ace diretti), Sokolov dai nove metri favorisce il +10 (11-21) e il bulgaro (6 punti nel parziale) chiude anche il set 16-25.

Reazione immediata del Roeselare nel secondo set, Van Hirtum ferma due volte Sokolov (5-2) complice un servizio float sempre efficace dei belgi (2 ace a fine set) ma la Lube rimonta subito con il colpo di prima intenzione di Christenson che vale il 7-7. La formazione di Rousseaux tiene il campo e riprende il break di vantaggio (14-12) subito annullato dai cucinieri con il servizio di Sander (14-16), il Roeselare non molla a sorpassa ancora con l’ace di Kindt, neo entrato in banda (18-17). Sander (5 punti nel set) attacca e poi ferma Tuerlinckx (20-22), il fallo di seconda linea dei belgi salva la Lube che chiude con Juantorena 23-25. Candellaro 100% in attacco.

Ancora buona partenza del Roeselare nel terzo set, un paio di distrazioni in campo Lube permettono ai belgi di andare sul 5-1, break prontamente colmato grazie al turno al servizio di Juantorena (5-4 con Candellaro). Tuerlinckx contrattacca per il nuovo +3 Knack (9-6), Cester firma l’ace del 10-9 e l’errore dell’opposto belga vale il 10-10. Il punto a punto si rompe sul turno in battuta di Sokolov (14-17) con la Lube brava a sfruttare in contrattacco le occasioni, ma ancora non basta per scrollarsi di dosso la resistenza di un tenace Knack che fa un gran lavoro in copertura a muro e resta a -2 (19-21) prima del break arrivato sull’errore di Verhanneman (19-22). Non finisce qui: ace di Tuerlinckx e errore di Sander per la nuova parità (23-23), poi l’opposto belga sbaglia regalando la vittoria piena alla Lube (23-25).

I PROTAGONISTI-

Tsvetan Sokolov (Cucine Lube Civitanova)- « Abbiamo conquistato una vittoria importante, dopo un primo set in cui i belgi ci hanno agevolato facendo tanti errori e noi abbiamo sfruttato l’occasione. Poi il Roeselare ha iniziato a fare il suo gioco ovvero con palla veloce e tanta difesa, bravi noi a tenere alto il livello e chiudere la partita in maniera più che positiva, bene così e guardiamo avanti con fiducia ».

Taylor Sander (Cucine Lube Civitanova)-  « E’ stato un buon primo set in cui abbiamo battuto bene mettendo in difficoltà lo Knack. Poi nel secondo anche loro hanno cominciato ad avere un servizio più efficace, ma siamo riusciti a chiudere la partita in tre set, un fatto che ci permette di giocare ancora per il primo posto nell’ultima gara. E’ arrivata una bella risposta dopo il ko di Perugia, e ora pensiamo al match di campionato domenica contro Verona ».

Giampaolo Medei (Cucine Lube Civitanova)-  « Giocare a Roeselare è sempre complicato, abbiamo vinto contro una squadra molto combattiva su un campo dove tutti hanno sempre sofferto. Bene nel primo set con il muro, poi bravi a restare concentrati nel punto a punto, dove loro hanno fatto buone cose e l’arbitro ci ha un po’ innervosito. Ho visto una Lube equilibrata, dei passi avanti e dovremo migliorare ancora ovviamente nei prossimi appuntamenti ».

IL TABELLINO-

KNACK ROESELARE - CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (16-25, 23-25, 23-25)

KNACK ROESELARE: Trinidad 2, Van hirtum 4, Coolman 7, Tuerlinckx 9, Verhanneman 11, Van de velde 8, Robbe (L), Dejonckheere (L), Kindt 5, Depovere 0. N.E. Orczyk, Fornes, Desmet, Konings. All. Rousseaux.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sander 13, Juantorena Portuondo 12, Christenson 2, Candellaro 4, Sokolov 13, Cester 10, Grebennikov (L), Marchisio (L), Zhukouski 0, Kovar 0. N.E. Stankovic, Milan, Casadei. All. Medei.

ARBITRI: Georgiev, Kellenberger.

NOTE - durata set: 25', 26', 31'; tot: 82'.

Tags: Champions LeagueRoeselareCucine LubeMedeiJuantorenaSanderSokolov

Tutte le notizie di Coppe

Approfondimenti

Commenti