Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Coppa Italia Femminile, Conegliano è la prima finalista

Volley: Coppa Italia Femminile, Conegliano è la prima finalista

Le pantere si impongono 3-0 (25-16; 27-25; 30-28)  su una Unet E-Work che lotta due set alla pari ma spreca troppo. Le detentrici della Coppa ora attendono la sfida tra Novara e Monza per conoscere l'avversaria di domani
twitta

sabato 17 febbraio 2018

BOLOGNA-L'Imoco Conegliano stacca il pass per la Finale di domani della Coppa Italia Samsung Galaxy superando per 3-0 una combattiva Unet E-Work Busto Arsizio che lotta per almeno due set alla pari della formazione di Santarelli senza però riuscire al meglio le opportunità che è stata capace di crearsi soprattutto nel secondo e nel terzo set. Alla fine a far pendere l'ago della bilancia dalla parte delle pantere è stata la panchina lunga e la maggiore esperienza di Fabris e socie, maggiormente abituate a giocare match da dentro e fuori rispetto alla giovane formazione allenata da Mencarelli.

Ora l'Imoco può gustarsi con tranquillità la sfida fra Novara e Monza che deciderà chi sarà a sfidarla nella finale di domani nella quale le venete cercheranno di bissare il successo dello scorso anno, per la gioia degli oltre trecento tifosi che hanno raggiunto il PalaDozza di Bologna per sostenere le proprie beniamine.

LA CRONACA DEL MATCH-

Coach Santarelli schiera dall’inizio Wolosz-Fabris, Melandri-Danesi, Hill-Bricio, libero De Gennaro, risponde Mencarelli con Orro-Diouf, Stufi-Berti, Bartsch-Gennari, libero Spirito.

Primo set con minibreak in avvio di Busto (ace Diouf) 1-3, ma Samanta Fabris (attacco e muro) e Danesi vanno subito a segno. Busto allunga ancora con le battute di Gennari e i punti della coppia Diouf-Bartsch: 3-7 e coach Santarelli deve subito fermare la fuga delle lombarde con un time out. La premiata ditta Hill-Bricio dimezza il gap (6-8). Kim Hill è scatenata in attacco, sia da prima che da seconda linea e con tre punti in fila pareggia 9-9, poi sorpassa con Bricio ed è coach Mencarelli a chiedere time out. Le Pantere alzano il ritmo, difendono l’impossibile e continuano il break allungando con Fabris fino al 12-9 (parziale 8-1 per l’Imoco) . Un muro di Berti ferma temporaneamente la fuga gialloblù, ma Wolosz e compagne continuano a mettere pressione con la battuta e una ottima correlazione muro-difesa. Anna Danesi va ancora a segno (15-11) e Busto soffre dopo il buon avvio. L’Imoco continua a martellare, ace di Bricio, parallela di Fabris (6 punti e 2 muri nel set) per il +7 (18-11) e il primo set è ipotecato. Dopo un paio di muri vincenti entrano anche Nicoletti e De Kruijf che contribuiscono alla chiusura del set che vede l’Imoco prevalere 25-16 con la botta finale di Hill (6 punti nel set con il 56%).

Secondo set e di nuovo la Unet è più reattiva ai blocchi di partenza (1-3). Il pareggio arriva a quota 5 con una…schiacciata di una Wolosz molto ispirata. La capitana velocizza il gioco, ne beneficiano le attaccanti gialloblù, tutte a turno mandate a segno dalla regista polacca. Il set è equilibrato, sul 13-13 entrano De Kruijf e Nicoletti, ma Bartsch mura l’olandese e Busto allunga 14-16. Time out della panchina gialloblù. E’ Diouf a dare il +3 all’Unet alla ripresa del gioco, ma risponde Bricio (15-17), poi Danesi a muro (16-18). Gennari e compagne riescono a tenere il vantaggio fino al bel turno di battuta di Samy Bricio, che propizia il -1 (18-19) siglato da Anna Nicoletti. Botezat va a segno con il muro e Busto torna a+3 (20-23), entrano Bechis e Fabris. Proprio la croata va a segno (22-23) mentre entra anche Cella che dà sostanza in seconda linea. La rimonta si corona con Bricio (23-23), Bartsch però va a segno (23-24), set ball annullato da Bricio (7 punti nel set come Hill). Bartsch replica (24-25), ma Diouf sbaglia e l’Imoco trova il jolly: Samy Bricio va a chiudere il set con una grande doppietta 27-25.

Terzo set e ancora la solita partenza-sprint di Busto Arsizio che approfitta di alcune distrazioni in ricezione delle Pantere (1-5), in campo ora conil sestetto iniziale. Time out di coach Santarelli che richiama l’attenzione delle sue atlete. Due aces di Samanta Fabris e l’Imoco è presto a -1 (5-6). Ancora Fabris, implacabile, tiene le Pantere in scia (9-10) nonostante i tentativi ripetuti di scappare dell’Unet firmati da Diouf. Moki De Gennaro fa vedere le sue difese stellari, ma Diouf mura (9-12) e l’Imoco deve ancora rincorrere. Fabris però non molla. Dopo uno scambio lunghissimo Bartsch in diagonale dà a Busto il +3 (12-15), ma ci pensa Hill a tenere Conegliano a contatto (14-15). Ma le lombarde non vogliono cedere strada alle Pantere, ancora una Bartsch ispirata sigla il nuovo +3 (14-17) e coach Santarelli ferma il gioco. Laura Melandri mura (-2), lma l’Unet torna avanti (17-21, 18-23) con i colpi di Batrsch e Gennari. Stavolta si fa dura per le Pantere che tornano a -2 (21-23) con Fabris e la solita Hill, protagonsta di un match di altissimo livello sia in attacco che in seconda linea. Ancora la bionda USA sigla il -1, poi Diouf sbaglia e il parziale di 5-0 delle Pantere rimette tutto in discussione (23-23). Fabris sbaglia il servizio, set ball per Busto (23-24), ma c’e’ la sicurezza-Hill che da posto 4 continua a dare spettacolo e pareggia. Nuovo errore in battuta e secondo set ball per Busto, annullato stavolta dal muro di Melandri. Sul 26-26 Fabris piazza il mani e fuori (27-26), ma Bartsch annulla il match point. Bricio impiomba il 28-27, ma Diouf pareggia ancora. Alla terza palla match è Melandri a murare Diouf e l’Imoco domani alle 20.30 (diretta Rai Sport) sarà in finale a difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

I PROTAGONISTI-

Samantha Fabris (Imoco Conegliano)-« Dobbiamo archiviare subito questa gara e pensare a domani. Siamo una squadra completa, non importa chi fa punto, abbiamo tante individualità ma la nostra forza è la compattezza. Stasera quando eravamo sotto, soprattutto nel cambio palla e nel servizio abbiamo giocato bene, ed abbiamo portato a casa un risultato importantissimo ».

Valentina Diouf (Unet E-Work Busto Arsizio)- « Abbiamo buttato delle occasioni in contrattacco, dovevamo mettere giù alcune palle, non lo abbiamo fatto e questo ci ha penalizzato. Nel finale del secondo set ci siamo lasciate sfuggire alcune opportunità e all’Imoco non si può concedere. Siamo una squadra giovane e questo, al cospetto di uno squadrone, lo abbiamo pagato, si deve passare tante volte per queste partite per imparare. Sono comunque soddisfatta di noi perché abbiamo giocato tutte insieme pensando all'obiettivo comune. Era bello poter portare a casa la vittoria oggi ma non è andata così. Ora pensiamo al campionato e ripartiamo ».

IL TABELLINO-

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0 (25-16 27-25 30-28)

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Wolosz 1, Bricio 14, Danesi 5, Fabris 19, Hill 20, Melandri 4, De Gennaro (L), De Kruijf 3, Nicoletti 2, Cella, Bechis. Non entrate: Folie, Fiori, Lee. All. Santarelli.

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Bartsch 17, Berti, Diouf 21, Gennari 9, Stufi 1, Orro 1, Spirito (L), Botezat 2, Wilhite, Negretti. Non entrate: Dall’Igna, Chausheva, Piani. All. Mencarelli.

ARBITRI: Goitre, Cappello.

NOTE – Durata set: 24′, 31′, 40′; Tot: 95′.

Tags: coppa italiaPalaDozzaImocoUnet E-WorksantarelliDe KrujifGennari

Tutte le notizie di Coppe

Approfondimenti

Commenti