Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Champions League, Perugia batte lo Zaska ed è terza
© Cev
0

Volley: Champions League, Perugia batte lo Zaska ed è terza

Con orgoglio i Campioni d'Italia battono in rimonta i polacchi 3-2 (17-25; 29-27; 19-25; 25-23; 15-7) e conquistano  il podio della massima competizione europea

domenica 13 maggio 2018

KAZAN (RUSSIA)-Si chiude con un meritatissimo terzo posto in Champions League la stagione, davvero trionfale della Sir Colussi Sicoma Perugia. Dopo il “triplete” Supecoppa-Coppa Italia-Scudetto, la formazione umbra sale sul podio del più importante trofeo Europeo
Zaytsev, forse alla sua ultima partita con la maglia dei Block Devils, e soci battono al tie break i polacchi dello Zaska Kedzierziyn-Kozle nella finale per il terzo posto completando nella maniera più degna un'annata che rimarrà per sempre negli annali del club.
Il match di oggi pomeriggio alla Basket Hall di Kazan (quasi quattromila gli spettatori presenti) ha ancora una volta portato in luce il carattere e la voglia di vincere della fantastica squadra italiana e del proprio allenatore. La giornata da un punto di vista tecnico non era certamente quella della miglior Perugia, ma il cuore di questo gruppo ha saputo ancora capovolgere tutto fino alla festa finale dei ragazzi in campo e dei quaranta Sirmaniaci sugli spalti.
Si potrebbe parlare dei 24 punti di Atanasijevic, dei 5 muri vincenti di un super Anzani, di Podrascanin, Russell, Zaytsev e di un Colaci ancora una volta decisivo in seconda linea. E poi di Berger, Shaw, Ricci e tutti gli altri. E di Bernardi condottiero fiero e trascinante, e del suo staff. Si potrebbe parlare anche delle due ore e passa di partita.
Ma oggi il pensiero va alla società nessuno escluso, presidente Gino Sirci (che una decina di anni fa, in serie B, aveva già previsto tutto).

LA CRONACA DEL MATCH-

Consueti sette al via per Bernardi. L’avvio migliore è decisamente dello Zaksa con Perugia che fatica in attacco (5-1). Ace di Bieniek e +5 per i polacchi (7-2). Torres mantiene inalterate le distanze (10-5). Ancora un ace, stavolta di Szymura (13-7). Continua la serie dello schiacciatore polacco (15-7). Due di Russell (attacco ed ace) accorciano (16-10). Altro break per i Block Devils con Zaytsev, poi errore di Wisniewski (17-13). Il muro di Torres fa ripartire lo Zaksa (20-14). Perugia è troppo discontinua ed i polacchi scappano di nuovo (22-14). La pipe di Deroo porta lo Zaksa al set point (24-16). L’errore al servizio di Atanasijevic chiude un set sempre in mano agli avversari (25-17).
Si scuotono i Block Devils nelle fasi iniziali del secondo set con il muro di Anzani (1-3). Grande alzata di De Cecco in bagher e gran palla di Zaytsev in attacco (2-4). Sempre +2 Sir Colussi Sicoma grazie alla diagonale stretta di Atanasijevic (6-8), poi ancora l’opposto serbo a bersaglio nell’azione successiva (6-9). Fuori l’attacco di Wisniewski (9-13). Torres dimezza le distanze (13-15), poi Szymura riporta le due squadre a contatto (14-15). Russell va a segno da posto quattro e tiene un break di vantaggio, poi Zaytsev colpisce in contrattacco per il +3 Perugia (16-19). Due di Torres e lo Zaksa è di nuovo lì (18-19). Deroo pareggia i conti (20-20). Szymura manda avanti lo Zaksa (23-22). Fuori Atanasijevic, sono due set point per i polacchi (24-22). Fuori il servizio di Torres (24-23). Entra Shaw per Russell a muro e proprio il regista americano (in attacco!) manda il set ai vantaggi (24-24). In rete il servizio di Podrascanin (25-24). Impatta Anzani (25-25). Bieniek in primo tempo (26-25), ma poi tira out dai nove metri (26-26). In rete anche la battuta di Russell (27-26). Atanasijevic dalla seconda linea (27-27). Il muro dello Zar! (27-28). Out Deroo, Perugia torna in partita (27-29).ù
Si riparte ancora all’insegna del grande equilibrio con Russell che piazza l’attacco del 4-4. Lo Zaksa piazza il break con Deroo (8-6). Fuori Russell, poi ace di Torres (11-7). Ancora a segno Torres dai nove metri (13-7). Perugia perde nuovamente in continuità ed i polacchi volano a +7 (16-9). I Block Devils non riescono a scalfire la ricezione avversaria (20-13). Torres dà ai suoi il set point (24-18). Chiude ancora l’opposto portoricano (25-19).
È il muro di Anzani ad aprire il quarto set (0-2). Lo Zaksa trova la parità con il muro (5-5). Atanasijevic carica i Block Devils (6-8). Il muro di Podrascanin (6-9). Fuori il primo tempo di Anzani (8-9). Lo stesso Anzani mette a terra il primo tempo del 12-14. I polacchi piazzano un break di tre punti e sorpassano (17-16). Atanasijevic tiene viva Perugia con due attacchi di fila (19-20). La pipe di Russell va a terra (22-23). Contrattacco vincente di Atanasijevic e due set point per Perugia (22-24). Deroo annulla il primo (23-24). Il muro di Podrascanin porta il match al tie break (23-25).
Primo break per Perugia con Anzani a muro (1-3). La pipe di Russell tiene il vantaggio, poi De Cecco di prima intenzione (3-6). Fuori Deroo (3-7). È vincente la seconda linea di Atanasijevic (4-8). Cade l’attacco di Russell, poi super muro di Anzani (6-11). Ace di Podrascanin (6-12). Fuori Szymura (6-13). Il muro del neo entrato Berger porta Perugia al match point (6-14). La medaglia di bronzo arriva con l’errore di Szymura (7-15).

I PROTAGONISTI-

Ivan Zaytsev (Sir Safety Perugia)- « Almeno ci siamo presi il terzo posto. Partita tosta per me e per tutti noi, contrassegnata da alti e bassi, è mancata un po' di concentrazione, succede sempre così nelle finali di consolazione con due squadre deluse dal risultato del giorno prima. Noi ci siamo ritrovati nel finale del quarto set e nel tie break quando siamo saliti di rendimento. E’ una medaglia importante che corona una stagione straordinaria. Sono cotto fisicamente a mentalmente ma sono contento per quello che abbiamo fatto quest’anno e di aver dato il mio contributo. Il futuro ? non lo sapevo ieri, non lo so oggi ».

Simone Anzani (Sir Safety Perugia)- « Era difficile giocare al meglio, essere concentrati al massimo dopo la vittoria dello scudetto. Ieri abbiamo giocato contro una squadra fortissima e non siamo stati capaci di contrastarli. Rimane il rammarico delle occasioni sprecate nel primo set ma Kazan è davvero uno squadrone. Oggi all’inizio non eravamo troppo connessi poi ci siamo sciolti, abbiamo giocato bene e ci siamo anche divertiti. Questa medaglia di bronzo che per noi è come d’oro, ci tenevamo ».

Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Perugia)- « Vittoria molto importante, l’ abbiamo meritata anche se due set li abbiamo giocati abbastanza male. Ora ho voglia di riposare prima di pensare alla nazionale ».

IL TABELLINO-

ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE - SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA 2-3 (25-17, 27-29, 25-19, 23-25, 7-15)

ZAKSA KEDZIERZYN-KOZLE: Toniutti 0, Deroo 21, Wisniewski 11, Torres 22, Szymura 18, Bieniek 8, Banach (L), Zatorski (L), Jungiewicz 0, Semeniuk 0. N.E. Maziarz, Buszek, Rejno, Falaschi. All. Gardini.

SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De cecco 3, Zaytsev 8, Podrascanin 8, Atanasijevic 24, Russell 15, Anzani 13, Colaci (L), Cesarini (L), Shaw 1, Berger 2, Ricci 0, Siirilä 0. N.E. Della lunga, Andric. All. Bernardi.

ARBITRI: Rodriguez jativa, Adler.

NOTE - durata set: 23', 35', 25', 29', 13'; tot: 125'.

Champions League Sir Colussi Sicoma Zaska Bernardi Atanasijevic Russell gardini

Commenti

La Prima Pagina

Potrebbero interessarti