Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

La Liu Jo Modena vola in finale. 3-1 allo Scandicci
© Liu Jo Nordmeccanica

La Liu Jo Modena vola in finale. 3-1 allo Scandicci

La formazione emiliana conquista il pass per la finalissima di Coppa. Avversario l'Imoco Coneglianotwitta

domenica 5 marzo 2017

FIRENZE, 4 marzo - La Liu Jo Nordmeccanica Modena è la seconda finalista della Samsung Galaxy A Coppa Italia, grazie alla vittoria per 3-1 sulla Savino Del Bene Scandicci. Le bianconere di Marco Gaspari affronteranno domenica alle 18.00, in diretta su Rai Sport, l'Imoco Volley Conegliano, che nella prima semifinale aveva sconfitto con lo stesso risultato l'Igor Gorgonzola Novara. Anche il secondo match al Nelson Mandela Forum di Firenze è di alto impatto emotivo e con continui capovolgimenti di fronte: le toscane conducono a lungo il primo set, ma sono superate in volata dalle emiliane; il secondo parziale è invece nettamente di marca toscana e così la prima metà del terzo. Dal 20-15 la grande rimonta di Modena, fino al 25-27 che sembra stordire Scandicci. Sotto 3-10, però, la Savino Del Bene rimonta, spinta dal tifo del palazzetto e con Zago, Scacchetti e Crisanti in campo, fino al 18-18. Ma la Liu Jo Nordmeccanica non si spaventa e chiude alla prima palla match. Tante le protagoniste della vittoria (17 muri di squadra), top scorer è Ozsoy con 18 punti, uno in meno di Havlickova.

IN CAMPO - La cronaca. Beltrami si affida al sestetto collaudato con Cruz in banda con Meijners, mentre Gaspari sceglie Bosetti in posto 4 e Heyrman-Belien al centro.

LA PARTITA - Con i punti di Havlickova, la Savino Del Bene sprinta in avvio. Le modenesi sbagliano qualcosa al servizio, Cruz da seconda linea fissa il 9-5 che induce coach Gaspari a chiamare il primo time out. Vincente il primo tempo di Adenizia, 11-7. L'ace di Belien avvicina la Liu Jo Nordmeccanica, che prende confidenza con il match e pareggia i conti sugli attacchi in rete di Havlickova e Arrighetti (13-13). Riparte di slancio Scandicci, Meijners con la diagonale stretta fissa il 16-13. Brakocevic prima a segno, poi fuori equilibrio spedisce fuori (18-15, time out Gaspari). Sale il muro emiliano, 18-17. Un'invasione a testa e il divario resta lo stesso (20-19). Bosetti tocca con precisione ed è parità a 20, coach Beltrami si prende un minuto di tempo per parlare con le sue giocatrici. Al rientro è sorpasso Modena, nonostante il recupero di tacco di Arrighetti. Un fallo chiamato a Ferretti riporta avanti la Savino Del Bene (22-21), Brakocevic ribalta tutto con attacco e ace. Anche il muro di Bosetti su Havlickova, 22-24. Cruz annulla la prima, Havlickova indovina il mani out e 24-24. Invasione aerea di Rondon e terzo set point, Gaspari alza il muro con Garzaro e proprio la vicentina, insieme a Heyrman, stoppa Meijners per la conquista del primo set 24-26. 

SALE SCANDICCI - Anche nel secondo parziale è la Savino Del Bene a cominciare meglio, con Meijners e Adenizia a scaricare la frustrazione per l'esito del primo set. Modena è in ritardo, ma non si stacca mai. Nemmeno quando la centrale brasiliana spunta sotto rete ed esplode il braccio per il 12-9. La Liu Jo Nordmeccanica si riprende, con Ozsoy e Brakocevic. E sorpassa 15-16 sul turno al servizio della neo entrata Bianchini. Pipe ad uscire di Bosetti che cade nei pressi della linea: il Video Check, chiamato dalla panchina toscana, contraddice la decisione arbitrale. Contro Video Check per un tocco a muro, che non c'è e dunque 17-17. Cruz sorpassa, stampata di Havlickova per il 19-17 (ferma il gioco coach Gaspari). Pochi millimetri oltre la riga il tentativo bianconero, altro muro di Havlickova per il 22-18. Fa male il servizio di Meijners, Bosetti ferma il parziale ma già sul 23-19. Mani out dell'opposta ceca, chiude il crescendo fiorentino Arrighetti. Parità. 

OZSOY MARTELLA - Matura convinzione la Savino Del Bene, che sale 4-1 con l'attacco profondo di Meijners e il muro di Cruz. Fuori la fast di Heyrman, 5-1 e Gaspari inserisce Caracuta al posto di Ferretti. C'è confusione nella metà campo di Modena, Rondon ne approfitta con un tocco di seconda vincente: sul 7-2 il coach della Liu Jo Nordmeccanica decide di scuotere le sue ragazze con un time out. Arrighetti allarga il tentativo di fast in parallela, Ozsoy a segno (8-5). Bosetti subisce l'ace di Rondon, Scandicci doppia le avversarie sul 10-5. Ozsoy si carica la squadra sulle spalle e la riporta a -3 (11-8), ma le padrone di casa tornano a +5 con il block-in di Arrighetti. L'errore di Brakocevic (14-8) convince Gaspari a tentare la carta Bianchini. Meijners si sacrifica in seconda linea, Havlickova però subisce il muro di Heyrman. Bosetti affonda il colpo, 15-12 e time out Beltrami. È lotta su tutti i palloni, prima Oszoy elude il muro con una parallela d'effetto, poi Bianchini esplode il diagonale appena fuori. Si scalda il Mandela Forum sul muro granitico di Adenizia: 19-15. Rientra Ferretti in regia, ma Belien fallisce la fast e sul 20-15 Gaspari ferma il gioco. Ozsoy a segno con continuità, due punti in fila di Bianchini e la Liu Jo Nordmeccanica è ancora lì: 21-19. Invasione della prima linea toscana, Havlickova murata ed è parità. Leonardi incredibile, si arrende solo alla slash di Adenizia. Ancora pari con Belien (22-22). Havlickova attacca fuori, nemmeno il Video Check la salva e Modena è avanti per la prima volta nel set. Cruz non trema, Bianchini neanche: 23-24 e set point bianconero. Si salvano due volte le fiorentine, quindi Havlickova trova la parità. Geniale Ferretti, tocco delicato in corsa (24-25). Rondon si affida alla ceca, che non tradisce. Temperatura altissima, decide Ozsoy con la palla spinta e terzo set point. Meijners non chiude, Ozsoy trova il mani out e Modena porta a casa un set vitale. 

BRAKOCEVIC CHIUDE - La botta è dura da digerire per la Savino Del Bene, che in avvio di quarto set parte ad handicap: 0-4 sull'ace di Belien su Meijners. Sbaglia Havlickova, Beltrami la sostituisce con Zago. La Liu Jo Nordmeccanica procede sicura, facendo male in attacco con Ozsoy e Bosetti (3-9), mentre Beltrami le prova tutte: dentro Crisanti al centro e Scacchetti in regia. Provano a scuotersi le ragazze in maglia bianca, tre punti in fila con la firma di Zago. Adenizia mura per il 7-10 e chiama a gran voce il pubblico. Zago ha la palla del -2, ma Bianchini la respinge con un muro sontuoso. Due errori in battuta consecutivi delle bianconere e il mani out di Cruz rinvigoriscono ulteriormente Scandicci (11-13). Ozsoy va lunga, Heyrman incrocia troppo la fast e 14-15. Nessuno accorre sul pallonetto di Ozsoy, una boccata d'ossigeno per Modena (14-17). Il set resta comunque aperto e molto spettacolare, Zago contrattacca il nuovo -1 (17-18). Cruz difende come una leonessa, Zago si esalta sul 18-18. Ozsoy è il terminale principale e di rado fallisce, Belien intercetta il primo tempo di Adenizia e 18-20. La brasiliana si rifà poco dopo, 20-21. Intelligente il tocco di Bosetti, con classe la Liu Jo Nordmeccanica mantiene il polso della situazione. Zago para con la faccia, Cruz sale per colpire ma incrocia Heyrman (21-23). Si ferma sul nastro il servizio di Cruz, due match point Modena. Sufficiente il primo, trasformato dal muro di Brakocevic appena entrata. 

 

HANNO DETTO - Francesca Ferretti, palleggiatrice Liu Jo Nordmeccanica: «Non so cosa dire, mi vien da dire che è stata una vittoria giocando male perché noi possiamo fare di più, possiamo essere stratosferiche, ma avere anche cali come successo oggi. Questa è la pallavolo, queste siamo noi e credo sia stata una vittoria di squadra, come altre volte chi entra fa bene e da un po' di fiato e riposo a chi sta giocando. Il terzo set si era messo veramente male, siamo state brave a rimanere lì e sfruttare le loro debolezze. Godiamoci questa vittoria, domani sarà un'altra battaglia difficilissima. Brava la squadra, brave tutte, non so veramente cos'altro dire. Da qui ripartiamo per domani, affrontiamo Conegliano che abbiamo già trovato due volte in Champions ed una volta in Campionato, ancora una volta servirà l'apporto di tutte». Enrica Merlo, libero Savino Del Bene: «Inutile avere rimpianti. Loro sono state più brave a giocare nei momenti salienti dei set, quindi si sono meritate di andare in finale. Certo ripensando alla partita dispiace, soprattutto per il vantaggio del terzo set. Nel quarto siamo stati noi a recuperarle, ma sembrava destino: in finale ci va Modena».

TABELLINO  - SAVINO DEL BENE SCANDICCI - LIU JO NORDMECCANICA MODENA 1-3 (24-26, 25-19, 25-27, 22-25). SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Crisanti, Zago 3, Havlickova 19, Ferreira Da Silva 10, Loda, Merlo (L), Cruz 15, Scacchetti, Arrighetti 4, Meijners 12, Rondon 3. Non entrate Casillo, Giampietri. All. Beltrami.  LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Caracuta, Brakocevic Canzian 13, Belien 12, Valeriano, Heyrman 11, Leonardi (L), Bosetti 15, Ferretti 2, Ozsoy 18, Bianchini 8, Garzaro. Non entrate Marcon, Petrucci. All. Gaspari.  ARBITRI: Tanasi, Cipolla.  NOTE - Spettatori 3.980, durata set: 30', 25', 34', 26'; tot: 115'. 

PROGRAMMA - Domenica 5 marzo, ore 18.00 (diretta Rai Sport). Finalissima: Imoco Volley Conegliano - Liu Jo Nordmeccanica Modena. ARBITRI: Vagni-Sobrero  ADDETTO VIDEO CHECK: Nampli.


Tags: coppa italiaA1 femminileFirenzeMandela Forum

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti