Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile, a Santo Stefano in campo per la penultima di andata

Volley: A2 Femminile, a Santo Stefano in campo per la penultima di andata

Per Cuneo capolista delicato derby contro Mondovì. Altro confronto tutto piemontese quello fra Chieri e Collegno, Trento in trasferta a Montecchio, Soverato a Marsala, la Battistelli ospita Ravenna
twitta

sabato 23 dicembre 2017

ROMA- A Santo Stefano la serie A2 Femminile consumerà il penultimo turno del girone di andata, giornata importante perchè, in una classifica molto corta, le squadre ancora in corsa cercano punti per entrare nelle prime otto della classifica, posizione che vale i quarti di Coppa Italia.

 Penultima giornata del girone di andata della Samsung Galaxy Volley Cup di Serie A2 Femminile. Il 26 dicembre si scende in campo, tra le altre cose, per mettere punti in cascina in vista del giro di boa, che promuoverà le prime otto della classifica ai quarti di finale della Coppa Italia.

Tanti i derby in programma, a cominciare da quello che mette di fronte la capolista Ubi Banca S.Bernardo Cuneo e una delle immediate inseguitrici, la LPM Bam Mondovì:

« Stiamo vivendo l’attesa in maniera serena – dichiara Ludovica Dalia, palleggiatrice e capitana di Cuneo -,impegnandoci al massimo come sempre in ogni allenamento. Stiamo preparando questa partita come tutte le altre, perché dovremo cercare di portare a casa più punti possibili, come abbiamo fatto da inizio stagione. È normale che tutti quanti qui a Cuneo sentano maggiormente l’importanza  di un match come questo, si sente che c’è voglia di vedere e assistere a questo derby di S.Stefano. Noi scenderemo in campo con la stessa determinazione di sempre, poi il risultato si vedrà alla fine. L’LPM è una squadra completa in tutti i settori, difende con ordine e attacca con efficacia, ma come dico sempre alle mie compagne l’importante siamo noi: il modo in cui scendiamo in campo e giochiamo è quello che fa la differenza. Più che Cuneo contro Mondovì secondo me è più importante vedere questa partita come quella che mette di fronte la prima contro la seconda della classifica, quindi deve essere una festa della pallavolo ».

« Un derby è sempre un derby – racconta Aurora Camperi, schiacciatrice di Mondovì -. Questo è molto sentito, a maggior ragione per chi, come me, è cresciuta qui. Ma anche le ragazze che vengono da fuori hanno capito l’importanza della partita, ci abbiamo pensato noi a trasmettere loro il significato. È una partita a sè, credo che sia una sfida da 50 e 50. Può succedere di tutto, la classifica dice che siamo due squadre di alto livello. L’importante è non farsi prendere dall’ansia, dobbiamo trasferire questa elettricità in qualcosa di positivo sul campo. L’emozione non deve sopraffarci, l’ambiente è molto carico. Ci sarà tanta gente al palazzetto, con tanti nostri tifosi. Sarà una bella battaglia, sarà necessario gestire tutto il clima attorno isolandoci dall’esterno. In campo servirà lucidità e solidità. Dovremo mantenere i nervi saldi e condurre la battaglia fino all’ultimo respiro ».

Non troppo lontano, altro derby tra le torinesi Fenera Chieri e Barricalla Collegno. Padrone di casa in corsa per uno dei primi quattro posti della classifica, che darebbe la certezza di disputare nel proprio campo il quarto di finale secco di Coppa Italia, ospiti che occupano attualmente la nona posizione e hanno bisogno di punti per centrare l’obiettivo.

« È sicuramente una partita difficile – sottolinea la centrale del Fenera Chieri Yasmina Akrari, torinese ed ‘esperta in derby’ avendone giocati tantissimi in carriera -. Loro sono una bella squadra, ben organizzata, capace di dar fastidio a chiunque e con molte alternative in attacco: tutte giocatrici da studiare e da non sottovalutare. Noi arriviamo alla partita riposate – finalmente abbiamo potuto tirare un pochino il fiato – e cariche, con tanta voglia di finire bene il 2017. Dopo il turno di riposo i 3 punti farebbero parecchio comodo, anche per chiudere in bellezza il Natale ».

« Andiamo a Chieri molto tranquilli, senza pressioni, non siamo noi quelli obbligati a vincere – prova ad alleggerire la tensione Fulvio Bonessa, vice allenatore di Collegno -, però proveremo a fare il miglior risultato possibile. La nostra mentalità è di provarci sempre e fare il meglio che possiamo. Martedì ci sarà un grande pubblico, mi aspetto una bolgia, uno spettacolo nello spettacolo. Mi auguro che tutti i nostri numerosi tifosi siano all’interno del palazzetto a giocare questo derby con noi ».

La Delta Informatica Trentino, appaiata al secondo posto, va a fare visita alla Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, che vive un momento difficile a causa dei molteplici infortuni.

« Questo chiaramente non è un momento semplice – conferma Marcello Bertolini, tecnico delle vicentine -,soprattutto dal punto di vista medico ma piano piano contiamo di riavere tutte a disposizione, partendo proprio da Irene Gomiero che con il nuovo anno dovrebbe essere in condizione per giocare, mentre per Pericati dobbiamo ancora valutare la situazione. Martedì capita una partita davvero ostica, contro una delle migliori squadre del campionato con un attacco che secondo me è da categoria superiore. Alle ragazze ho chiesto di entrare in campo con lo spirito di sempre. Martedì il risultato finale sarà un contorno alla partita, l’importante come detto sarà la mentalità con cui affronteremo delle avversarie di primissimo livello ».

Dopo l’amara sconfitta rimediata a Ravenna, passo falso che ha messo fine alla brillante striscia positiva di risultati del sestetto gialloblù, in casa trentina c’è tanta voglia di rialzare immediatamente la testa e di centrare un successo importantissimo per provare a chiudere il girone d’andata nelle prime quattro posizioni. Al momento Trento occupa la seconda piazza in coabitazione con Mondovì ma, rispetto a tutte le altre squadre di testa, avrà un’occasione in meno per muovere la propria classifica dovendo ancora osservare il turno di riposo.

« Ci teniamo a riscattare la sconfitta di Ravenna – spiega Nicola Negro, tecnico della Delta Informatica Trentino – un passo falso che chiaramente brucia ancora parecchio per come è maturato e per la chance mancata di allungare sulle più immediate inseguitrici. In questi giorni la squadra ha lavorato bene e la condizione generale è buona. Ci teniamo a far risultato per chiudere nel migliore dei modi una prima parte di campionato fin qui più che soddisfacente, per poi attendere di conoscere il nome della squadra che affronteremo in Coppa Italia. Montecchio è una neo promossa temibile, che ha disputato un buonissimo girone d’andata posizionandosi a centro classifica e che già in pre-campionato mi aveva destato una buona impressione ».

Sfida d’alta classifica è anche quella che oppone la Battistelli San Giovanni in Marignano alla Conad Olimpia Teodora Ravenna, rispettivamente quinta e ottava e divise da quattro punti.

« San Giovanni in Marignano è una squadra forte, con un roster di qualità, bene organizzata per occupare i vertici della classifica di categoria – le parole di Simona Angelini, coach Conad -. Ha avuto un inizio di campionato impressionante e comunque, a parte qualche piccolo inciampo, con le titolari in campo ha sempre giocato ottime partite. Dal canto nostro, a due giornate dalla fine del girone d’andata, ci troviamo all’ottavo posto con Collegno sotto di due punti. Nelle prossime due giornate il nostro obiettivo sarà lasciare dietro Collegno e accedere ai quarti di Coppa Italia di A2. Se vinceremo due partite saremo bravissimi, se ne vinceremo una saremo bravi, se non ne vinceremo nessuna, ma Collegno resterà dietro, avremo raggiunto ugualmente l’obiettivo. Ovviamente l’ideale sarebbe vincere entrambi gli incontri e noi ci impegneremo perché questo possa accadere ».

Non vuole sbagliare il Volley Soverato, impegnato nella ostica trasferta di Marsala contro laSigel. La squadra di Leonardo Barbieri è attesa dalla lunga trasferta siciliana e non sta di certo attraversando un bel periodo dal punto di vista dei risultati con tre sconfitte nelle ultime quattro giornate. Mancano ancora due gare al giro di boa e alla fine di questo 2016 con le calabresi che dovranno raccogliere più punti possibili anche in ottica Coppa Italia: servirà piazzarsi bene per poter giocare il quarto di finale in casa. Le siciliane di Francesco Campisi occupano il penultimo posto in classifica ma nell’ultimo turno hanno reso la vita difficile alla capolista Cuneo e, soprattutto davanti al proprio pubblico, cercano i punti salvezza.

Il momento magico della Savallese Millenium Brescia sembra non voler finire. Le leonesse, salite fino al settimo posto della classifica, sono alla ricerca della sesta vittoria consecutiva, ovvero del decimo risultato utile di fila, che darebbe loro la certezza della qualificazione ai quarti di Coppa Italia. Numeri da alta classifica, complice un calendario meno ostico della partenza, ma non senza insidie e difficoltà. Le bresciane di Mazzola attendono il Club Italia, che negli ultimi tempi pare aver digerito definitivamente l’infortunio di Enweonwu e ha rialzato il proprio livello di gioco. Nel percorso di avvicinamento alla partita per le azzurrine c’è stata anche l’amichevole al Centro Pavesi con il Barricalla Collegno, chiusa sul punteggio di 2-3 (25-21, 20-25, 25-11, 19-25, 18-25). Partito con il sestetto titolare, il coach Massimo Bellano ha schierato via via tutte le giocatrici a disposizione, con particolare spazio per Mangani e le due centrali Fucka e Malual. In grande spolvero Sylvia Nwakalor e Sarah Fahr, entrambe sopra il 70% di efficacia.

Punti pesanti in palio nel derby umbro tra Zambelli Orvieto e Bartoccini Gioiellerie Perugia, due squadre in salute che fanno presagire un grande spettacolo. Tre successi consecutivi per le tigri gialloverde, due per le magliette nere. A presentare il match è la schiacciatrice Laura Grigolo:

« Veniamo da un periodo di risultati positivi quindi in palestra stiamo respirando sicuramente un clima più sereno, questo ci permette di lavorare con più tranquillità e preparare al meglio la partita contro Perugia. Fisicamente e mentalmente stiamo tutte abbastanza bene, abbiamo avuto due giorni di riposo per recuperare tutte le energie. Per fare bene contro Perugia dobbiamo assolutamente giocare di squadra, la cosa più importante scendere in campo aggressive fin da subito, ma senza dimenticare di rimanere tranquille e di pensare al nostro gioco che sono i due aspetti che ci hanno permesso di fare bene in questo ultimo periodo. Essendo un derby sicuramente è una partita molto importante e sentita quindi sarà fondamentale fare bene per continuare la striscia positiva e poter cominciare a dire la nostra in questo campionato. Riguardo ai pericoli avversari dovremmo cercare di limitare le loro centrali che sono buone giocatrici, sono esperte e conosco bene la categoria ».

« Siamo molto positive – esordisce il capitano di Perugia Fiamma Mazzini -. Ci stiamo allenando bene in questi giorni. Abbiamo approfittato del fatto che, non giocando la domenica, abbiamo qualche giorno in più a nostra disposizione per prepararci all’incontro ed abbiamo lavorato prima su di noi e poi su quello che sarà Orvieto. Il PalaPapini non è un ambiente facile. È piccolo e noi siamo abituate a giocare in una struttura più grande. Sarà una partita particolare e molto sentita visto che è anche un derby. Io credo che dobbiamo stare tranquille e pensare solo a giocare ».

Chiude il programma il duello tutto campano tra P2P Givova Baronissi e Goldel Tulip Volalto Caserta. Per le padrone di casa l’obiettivo di allontanarsi dalle zone calde, mentre le rosanero hanno l’esigenza di darsi nuove speranze in attesa del mercato di gennaio.

« A Mondovì ci abbiamo capito poco o nulla – dice Ivan Castillo, coach di Baronissi – mi fa rabbia soprattutto il black out al quale siamo andati incontro nelle fasi decisive del primo e secondo set, quando all’improvviso ci siamo disuniti, pur nella condizione di iniziale vantaggio. Dobbiamo imparare la lezione: non possiamo permetterci il lusso di commettere gli stessi errori e soprattutto non siamo una squadra che può presumere di giocare con le individualità. Siamo un buon collettivo, a patto però che il collettivo – tutto insieme – scenda in campo.  La squadra è attesa da due sfide impegnative e fondamentali, prima della conclusione del 2017. Ci sono tutti i presupposti per far bene: prima Caserta e poi Perugia, dobbiamo fare bottino pieno perché si tratta di scontri diretti importanti e i punti da conquistare valgono doppio ».

PROGRAMMA E ARBITRI DELLA 16a GIORNATA-

Martedì 26 dicembre, ore 17.00

Battistelli S.G. Marignano – Conad Olimpia Teodora Ravenna (Armandola-Licchelli)

Savallese Millenium Brescia – Club Italia Crai (Cecconato-Pristerà)

Fenera Chieri – Barricalla Collegno (Selmi-Mesiano)

Zambelli Orvieto – Bartoccini Gioiellerie Perugia (Somansino-Verrascina)

Sorelle Ramonda Ipag Montecchio – Delta Informatica Trentino (Curto-Jacobacci)

Ubi Banca S.Bernardo Cuneo – LPM Bam Mondovì (Caretti-Grassia)

P2P Givova Baronissi – Goldel Tulip Volalto Caserta ( Sabia-Dell’Orso)

Sigel Marsala – Volley Soverato  (Di Blasi-Pecoraro)

Riposa: Golem Olbia

LA CLASSIFICA-

Ubi Banca San Bernardo Cuneo 35; Lpm Bam Mondovì 31; Delta Informatica Trentino* 31; Fenera Chieri 30; Battistelli S.G. Marignano 29; Volley Soverato 29; Savallese Millenium Brescia 27; Conad Olimpia Teodora Ravenna 25; Barricalla Collegno 23; Zambelli Orvieto 18; Club Italia Crai 18; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 16; P2P Givova Baronissi 14; Bartoccini Gioiellerie Perugia 13; Golem Olbia* 9; Sigel Marsala 7; Golden Tulip Volalto Caserta 5.
*una partita in più

 

 

 

Tags: A2 femminileUbi Banca San BernardoMondovìSigelSoveratoBattistelliConad

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti