Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile, il Club Italia fa il colpo a Chieri
© Federvolley

Volley: A2 Femminile, il Club Italia fa il colpo a Chieri

Al PalaFenera è andata in scena una splendida partita che ha visto le azzurrine di Bellano imporsi al tie break 2-3 (25-23 24-26 25-22 22-25 11-15) sulla formazione di casa
twitta

giovedì 22 marzo 2018

CHIERI (TORINO)- Ennesima impresa del Club Italia CRAI femminile nel campionato di Serie A2 Femminile. Nel posticipo della quattordicesima giornata di ritorno la squadra della Federazione Italiana Pallavolo espugna al tie break il PalaFenera di Chieri, battendo per la seconda volta in stagione una delle “grandi” della Samsung Galaxy Volley Cup. La partita è rocambolesca e spettacolare, ricca di capovolgimenti di fronte: il Club Italia cede in volata il primo set (25-23) ma nel secondo rimonta dal 19-15 e si impone ai vantaggi. Scambio di favori nel terzo e nel quarto parziale, concessi dalle due squadre con 11 errori per parte; il tie break invece è sempre condotto dalle azzurre, che resistono alla rimonta finale di Chieri e chiudono 11-15.
La gara è segnata dal grande exploit di Sara Cortella, che entra sul 14-11 del quarto set e con un micidiale turno di battuta firma la risalita fino al 16-22, distinguendosi anche in seconda linea e in attacco. Sugli scudi anche Sylvia Nwakalor, che dopo quattro set non facili si scatena nel tie break con 7 punti personali, e Marina Lubian, ma sono tutte le azzurre a disputare un match di grande grinta anche se con qualche errore di troppo. A Chieri, che deve fare i conti con la pesante assenza di De Lellis, non bastano i 20 punti di Giulia Angelina e i muri, ben 8, di Yasmina Akrari.
Con questo successo il Club Italia si riprende l’ottavo posto in classifica, allungando sulla sua prossima avversaria: la Zambelli Orvieto, che ospiterà le azzurre domenica 25 marzo.

LA CRONACA DEL MATCH-

Club Italia CRAI al completo con l’eccezione di Fucka, rimasta a Milano per un’indisposizione. Coach Bellano conferma la formazione titolare con Morello in palleggio, Nwakalor opposto, Fahr e Lubian al centro, Pietrini e Omoruyi schiacciatrici e De Bortoli libero. Chieri deve rinunciare a De Lellis e Lualdi; in regia c’è quindi la giovane Colombano, mentre le centrali sono Middleborn e Akrari.
Le padrone di casa partono fortissimo: il muro di Manfredini e l’attacco di Akrari regalano il break del 5-1. Middleborn tiene avanti Chieri sull’8-4 e un altro muro di Angelina vale l’allungo del 12-6, che costringe Bellano a fermare il gioco. Al rientro in campo arriva un controbreak di 0-4 sul servizio di Omoruyi, ed è Secchi a chiamare time out; la rimonta azzurra però si completa sul 12-12, grazie all’errore di Akrari. Il Club Italia passa avanti sul 14-17 con la battuta di Nwakalor, che propizia quattro errori consecutivi delle padrone di casa; stavolta però è Chieri a ribaltare il risultato con un break di 5-0 firmato da Perinelli per il 19-17. Middleborn allunga murando Omoruyi (22-19), le azzurre provano ancora a rientrare sul 23-22 ma Manfredini si procura due set point; Fahr annulla il primo a muro, poi Angelina mette a segno il 25-23.
Anche il secondo set inizia con un parziale di 3-0 a favore di Chieri, ricucito però subito da Lubian e Pietrini. Le padrone di casa tornano ad allungare sul 10-5 con i muri di Akrari e Manfredini, malgrado l’inserimento di Mangani al posto di Omoruyi, Perinelli tiene avanti le torinesi (13-9), ma dal 15-10 il Club Italia torna sotto fino al 15-13 grazie a Pietrini, Mangani e Lubian. Chieri riprova ad allungare sul 19-15, poi tre punti consecutivi di Nwakalor finalizzano la lunga rincorsa sul 19-19. Nel punto a punto finale le azzurre passano anche in vantaggio sul 20-22 grazie al muro di Fahr, ma si arriva in parità sul 23-23; il primo set point è del Club Italia, annullato però da Angelina. Ai vantaggi Pietrini si procura un’altra chance e l’errore di Akrari vale il 24-26.
Nel terzo set Mangani è confermata in diagonale con Pietrini. Dopo un avvio all’insegna dell’equilibrio (3-2, 5-6) il Club Italia commette troppi errori e permette a Chieri di staccarsi sull’11-8; il turno di servizio di Colombano fa volare le piemontesi sul 15-9 e Bellano deve giocarsi i due time out. Le azzurre provano a farsi sentire con il muro di Morello (16-12) e l’attacco di Fahr (18-15), e Pietrini accorcia ulteriormente le distanze sul 19-17. Il Club Italia va ancora una volta a un passo dal completare la rimonta, ma sul 21-20 le padrone di casa accelerano di nuovo e Manfredini conquista 4 set point; al terzo tentativo l’attacco out di Mangani vale il 25-22.
Le azzurre reagiscono alla grande nel quarto set portandosi sullo 0-3 con Pietrini e Nwakalor, ma le piemontesi, trascinate da Middleborn e Akrari, ribaltano il risultato sull’8-7. È ancora il muro che permette a Chieri di allungare: Akrari firma il 10-8 e Manfredini va a segno per l’11-8. Il Club Italia non molla ma continua a commettere troppi errori, che lasciano immutato il vantaggio del Fenera (14-11); fondamentale l’ingresso di Cortella, che prima firma il punto del 15-13 e poi va in battuta per il sorpasso, trascinando le ospiti addirittura fino al 16-22 con la collaborazione determinante di Pietrini (due muri) e Nwakalor. Chieri accorcia le distanze sul 20-23 con il muro di Akrari, ma regala 4 set point sbagliando la battuta; Akrari e Manfredini ne annullano due, poi Lubian decide con l’attacco del 22-25.
Per il tie break resta in campo Cortella tra le azzurre; la prima fuga è proprio del Club Italia, che con un tocco morbido di Lubian e un ace di Nwakalor si porta sul 2-5. Ancora Lubian firma il punto del 4-7, e dopo il cambio di campo è Nwakalor ad allungare (5-9). La numero 16 è sempre decisiva in attacco e a muro per il 6-11; il servizio di Perinelli però fa rientrare Chieri sul 9-11 e Bellano ferma il gioco. Le piemontesi rosicchiano un altro punto (11-12) ma le solite Nwakalor e Lubian conquistano tre set point: al primo tentativo è proprio il capitano a chiudere 11-15.

I PROTAGONISTI-

Luca Secchi (Allenatore Fenera Chieri)- « Arriva una pausa importante dopo l’ennesima gara tirata, credo interpretata nella maniera migliore e sempre non nelle migliori condizioni fisiche, senza nulla togliere a chi ha giocato e ha fatto molto bene mostrando coraggio e qualità. Giocando contro una una squadra così prestante fisicamente, siamo stati bravi a reggere due set e due mezzi set. La richiesta era di dare agonismo a questi appuntamenti per approcciare meglio possibile i play-off. È stato un ottimo allenamento che tutto sommato ci ha fruttato anche un punticino d’oro ».

Sara Cortella (Club Italia CRAI)- « Non mi aspettavo una serata così, pensavo di non entrare nemmeno ed è stata una grande sorpresa. Sono molto contenta di aver dato il mio contributo alla vittoria, non solo in battuta ma anche negli altri fondamentali: non è facile adeguarsi al gioco molto veloce di quest’anno, ma sto entrando nei meccanismi della squadra. Oggi abbiamo commesso molti errori, ma siamo state brave a non abbatterci e a tenere duro fino in fondo, ed è stato questo a fare la differenza ».

IL TABELLINO- 

FENERA CHIERI – CLUB ITALIA CRAI 2-3 (25-23 24-26 25-22 22-25 11-15)

FENERA CHIERI: Perinelli 8, Middleborn 10, Colombano 2, Angelina 20, Akrari 14, Manfredini 16, Bresciani (L), Sandrone, Dell’Amico, Moretto, Mezzi. Non entrate: Batte, Salvi. All. Secchi.

CLUB ITALIA CRAI: Morello 3, Omoruyi 1, Fahr 13, Nwakalor 19, Pietrini 18, Lubian 15, De Bortoli (L), Mangani 4, Cortella 2, Malual, Bulovic. Non entrate: Turco, Tonello (L). All. Bellano.

ARBITRI: Mesiano, Laghi.

NOTE – Durata set: 22′, 27′, 26′, 25′ , 16′ ; Tot: 116′.

LA CLASSIFICA-

Ubi Banca San Bernardo Cuneo 67; Savallese Millenium Brescia 66; LPM Bam Mondovì 65; Battistelli S.G. Marignano 60; Fenera Chieri* 60; Delta Informatica Trentino* 56; Volley Soverato 54; Club Italia Crai 48; Conad Olimpia Teodora Ravenna 47; Zambelli Orvieto 47; Barricalla Collegno 46; P2P Givova Baronissi 29; Golem Olbia* 26; Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 25; Bartoccini Gioiellerie Perugia** 19; Sigel Marsala** 18; Golden Tulip Volalto Caserta 8.
* una partita in più
** una partita in meno

Tags: A2 femminileFeneraClub ItaliaAngelinaNwakalorSecchiBellano

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti