Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile, Chieri elimina Trento, per Orvieto colpaccio a Mondovì

Volley: A2 Femminile, Chieri elimina Trento, per Orvieto colpaccio a Mondovì

Nei Quarti di finale Play Off la formazione piemontese vola in semifinale vincendo Gara 3 davanti al suo pubblico. Impresa della squadra di Solforati a Mondovì. Vittoria per 3-1 e passaggio del turno per le umbre
twitta

domenica 22 aprile 2018

ROMA- Nella decisiva Gara 3 dei Quarti di Finale da Chieri arriva una robusta conferma della Fenera che, davanti al pubblico amico, travolge 3-0 la Delta Informatica Trentino e si guadagna l'accesso in semifinale. Sopresa invece sul campo di Mondovì dove la LPM Bam subisce un'inaspettata quanto meritata sconfitta per mano di una determinatissima Zambelli Orvieto che, dopo aver pareggiato i conti in Gara 2, riesce ad andare avanti nel torneo che porta alla Serie A1 giocando una partita di grande intensità. Grande delusione ovviamente per la formazione di Delmati che è stata a lungo una delle protagoniste della Regular Season coltivando per lunghe fasi della stagione il sogno del salto di categoria..

Ubi Banca San Bernardo Cuneo-Fenera Chieri e Battistelli S.G. Marignano-Zambelli Orvieto le due sfide di semifinale.

LE DUE SFIDE-

FENERA CHIERI – DELTA INFORMATICA TRENTINO-

Uno dei migliori Fenera Chieri ’76 della stagione supera 3-0 la Delta Informatica Trentino chiudendo 2-1 a proprio favore la serie dei quarti di finale dei play-off. La vittoria qualifica le biancoblù di Luca Secchi alle semifinali dove se la vedranno con l’Ubi Banca San Bernardo Cuneo.
La vittoria su Trento arriva in modo piuttosto netto. In tutti i tre set la squadra di Negro commette diversi errori mostrando un po’ di tensione, ma più degli errori ospiti è doveroso sottolineare i meriti delle chieresi che mantengono sempre il controllo della situazione, e giocano con intelligenza e cuore una partita esemplare. Impossibile individuale una migliore in campo: tutte le chieresi chiamate in causa hanno davvero fatto al meglio la loro parte.

Dopo un avvio contratto (1-4) il Fenera Chieri ’76 trova la parità a 5, passa in vantaggio per la prima volta sul 6-5 con Manfredini e tocca il +3 sul 10-7 con Perinelli. Coach Negro chiama time-out sul 14-10 (Angelina) e sul 17-12 (ace di Akrari) senza modificare l’inerzia di un set ormai saldamente in mano alle biancoblù, che allungano ulteriormente nel finale e chiudono 25-16 alla prima palla set con muro di Angelina di Kiosi. Trentine nel complesso piuttosto fallose, mentre da parte chierese spicca l’eccellente 48% complessivo di efficacia in attacco. Top scorer Manfredini con 6 punti.

Nel secondo parziale sul 3-3 il Fenera Chieri ’76 compie un primo strappo costringendo coach Negro a fermare il gioco (7-3). Il vantaggio biancoblù arriva a 6 punti sul 13-7 e 16-10. Qui si registra una fase favorevole a Trento che risale a 17-14. Coach Secchi chiama time-out e al rientro in campo una fast di Middleborn ferma la rimonta ospite. Di lì in avanti è tutto abbastanza semplice per le padrone di casa che chiudono alla terza palla set con un primo tempo di Middleborn. Trascinatrice Perinelli: 6 punti di grande qualità, col 60% di efficacia.

Nel terzo parte forte Chieri che sale rapidamente a 6-1. Trentino rientra a 8-6, quindi il Fenera allunga di nuovo a 15-9. Nuovo riavvicinamento ospite da 20-15 a 22-19 ma con due giocate di Middlebord le biancoblù tornano a muovere il punteggio (24-20). L’errore al servizio di Gaia Moretto fa scendere i titoli di coda sul 25-21.

I PROTAGONISTI-

Luca Secchi: «Oggi parlare di demeriti di Trento sarebbe ingiusto nei confonti di una squadra che ha espresso un gran gioco e ha messo in campo una voglia di vincere fuori dal comune. La spinta di chiunde nel voler prendere a tutti i costi le semifinali è stata evidentissima. Ce l’abbiamo fatta ritrovando un buon gioco e una buona fiducia, e soprattutto dimostrando di aver imparato dagli errori commessi in gara2. Ora c’è Cuneo, la squadra più forte del campionato, ma i play-off in qualche modo azzerano tutto e credo azzereranno i valori anche nelle semifinali. Al di là del valore di Cuneo, mi auguro di rivedere il Chieri di oggi».

IL TABELLINO-

FENERA CHIERI – DELTA INFORMATICA TRENTINO 3-0 (25-16 25-19 25-21)

FENERA CHIERI: Perinelli 10, Middleborn 8, De Lellis, Angelina 14, Akrari 10, Manfredini 11, Bresciani (L), Lualdi 1, Salvi. Non entrate: Moretto, Mezzi, Sandrone, Colombano. All. Secchi. DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fiesoli 4, Moretto 8, Kiosi 9, Dekany 2, Fondriest 9, Moncada 1, Zardo (L), Michieletto 4, Carraro 1, Antonucci 1, Moro. Non entrate: Fucka. All. Negro.

ARBITRI: Di Blasi, Noce. NOTE – Durata set: 23′, 27′, 29′; Tot: 79′.

LPM BAM MONDOVI’ – ZAMBELLI ORVIETO-

Meraviglia ma non stupisce la Zambelli Orvieto che riesce a violare il Pala-Manera per la prima volta nella stagione e mette a segno la sorpresa dei play-off promozione nella serie A2 femminile. Sono le tigri gialloverdi a fare propria la serie con una prova di grande spessore che ha sancito il raggiungimento della maturità in una categoria nella quale solo due matricole hanno raggiunto questa fase. Nella bella di spareggio cade ancora la Lpm Bam Mondovì, vittima di un collettivo che non ha avuto sbavature, ha saputo essere cinico ed ha approfittato in maniera esemplare dei passaggi a vuoto altrui. Buono il muro (nove a terra), incisivo l’attacco (55%), attenta la difesa, fondamentali che hanno decretato una supremazia del sestetto rupestre capace di imporre un ritmo frenetico alle rivali. Al fischio d’inizio partono a razzo le padrone di casa con Rivero sugli scudi, la spagnola metterà a terra nove palloni in apertura (8-3). Il ritardo aumenta per opera del muro monregalese e degli errori altrui che creano la spaccatura (11-21). C’è poco da fare se non attendere il fischio finale dell’uno a zero. Alla ripresa le ospiti cercano di sorprendere (2-5). Malgrado i tentativi di rimonta le ospiti tengono alto il rendimento e continuano a condurre (18-21). Le orvietane guadagnano quattro palle-set ma tre vengono annullate dalla solita Rivero (23-24). È Ginanneschi (quattro volte a segno) a togliere d’impaccio la Zambelli e a siglare il pareggio. Il primo set conquistato al Pala-Manera dà fiducia alle umbre che nel terzo parziale continuano a menare le danze e con Valpiani in battuta vanno in fuga (8-15). Le piemontesi dimezzano il gap in un batter di ciglia ma Mio Bertolo (67% offensivo) è in giornata di grazia ed interrompe la sequenza (15-20). Bici (otto colpi vincenti) porta a meno due ma le tigri restano lucide e vanno al raddoppio. Il quarto parziale parte in equilibrio (6-6). Le squadre sono concentrate, Biganzoli da un lato e Grigolo dall’altro crescono ma nessuna delle due squadre prende il sopravvento (19-19). Qui c’è il break di Rivero ma Orvieto ha personalità e rovescia conquistando anche una palla-match (24-25). Ce ne vorranno altre due ma poi è Santini a far salire alto l’urlo della squadra umbra. Passa il turno la Zambelli che elimina una delle più quotate rivali del campionato ed ora affronterà San Giovanni in Marignano, è poco il tempo per festeggiare, mercoledì si torna in campo, le valigie per andare in vacanza ancora nessuno vuole prepararle.

IL TABELLINO-

LPM BAM MONDOVI’ – ZAMBELLI ORVIETO 1-3 (25-11 23-25 22-25 27-29)

LPM BAM MONDOVI’: Biganzoli 12, Rebora 12, Demichelis 3, Rivero 30, Camperi 4, Bici 17, Agostino (L), Rolando (L), Costamagna. Non entrate: Bovolo, Sciolla, Mandrile, Mazzotti, Vigolungo. All. Delmati.

ZAMBELLI ORVIETO: Santini 6, Grigolo 15, Montani 8, Valpiani 2, Ginanneschi 13, Mio Bertolo 12, Rocchi (L), Muzi. Non entrate: Arico’, Venturi (L), Zonta, Ciarrocchi. All. Solforati. ARBITRI: Piubelli, Pristera’.

NOTE – Durata set: 18′, 28′, 29′, 34′ ; Tot: 109′.

Tags: A2 femminilePlay OffFeneraDeltaLPMZambelli

Tutte le notizie di Femminile

Approfondimenti

Commenti