Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: A2 Femminile, Chieri e S.G.Marignano si sfideranno in finale
© Fenera Chieri '76
0

Volley: A2 Femminile, Chieri e S.G.Marignano si sfideranno in finale

Ancora due tie break in Gara 3 decidono le equilibratissime Semifinali Play Off. La squadra di Secchi espugna per la seconda volta Cuneo mentre la Battistelli doma in casa la resistenza di Orvieto

martedì 1 maggio 2018

ROMA- Ancora due sfide al cardiopalma hanno deciso i nomi delle due finaliste che giocheranno, a partire da domenica 6 maggio, la seconda promozione in A1. Saranno Fenera Chieri e Battistelli S.G. Marignano a battersi per far compagnia alla Savallese Brescia che ha festeggiato l’A1 vincendo la Regular Season.

In Gara 3 delle Semifinali Play Off di A2 Femminile colpo grosso della formazione di Secchi che per la seconda volta ha espugnato il campo di Cuneo ed ha messo fuori l’ambiziosa Ubi Banca San Bernardo Cuneo. Nell’altro match soffertissimo successo della Battistelli S.G. Marignano contro una Zambelli Orvieto che si è arresa soltanto al quinto set.                           

LE DUE SFIDE-

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – FENERA CHIERI-

Meravigliose! La sintesi della giornata vissuta dal Fenera Chieri ’76 sta tutta lì, nello striscione che i tifosi biancoblù hanno sventolato alle giocatrici durante la partita, e che De Lellis e compagne hanno portato in campo per festeggiare l’entusiasmante vittoria al tie-break che le qualifica alle finali dei play-off contro la Battistelli San Giovanni in Marignano.
Questa seconda affermazione chierese al Pala Ubi Banca ha per la formazione di Secchi se possibile il sapore della grande impresa ancora più della vittoria del 25 aprile. Dopo un pessimo primo set in cui la squadra di Secchi ha giocato davvero contratta, nel secondo set è iniziata un’altra gara che ha visto le chieresi pareggiare i conti sull’1-1, poi trovare la forza di ribaltare ancora il punteggio da 2-1 a 2-3 con uno strepitoso tie-break. Impossibile, anche questa volta, identificare una migliore in campo: tutte le biancoblù hanno fatto la loro parte dando un importante contributo per la vittoria.

Prima palla break sul 5-3 a favore di Cuneo, con Vanzurova. Con tre punti di Segura le padrone di casa salgono a 9-4 costringendo coach Secchi a chiamare il primo time-out. Al rientro in campo la partita resta saldamente in mano alla squadra di Pistola che aumenta un po’ alla volta il suo vantaggio: 14-6, 19-10, 22-11. L’ingresso a metà set di Colombano per De Lellis non cambia l’inerzia. Sul 24-14 le biancoblù annullano due palle set per cedere infine 25-16 su errore di Manfredini. Cuneo chiude il set con uno stratosferico 62% in attacco, e 6 punti di Segura.

Il Fenera Chieri ’76 rientra bene in campo e inizia a giocare come sa, portandosi rapidamente a 0-4 con due ace di Manfredini e due attacchi vincenti di Middledorn. Dopo il time out di coach Pistola l’Ubi Banca San Bernardo risale a 8-8, quindi le biancoblù compiono un nuovo break a 10-14. Nel prosieguo, pur con un leggero tira e molla, De Lellis e compagne non si fanno più riprendere e chiudono alla seconda palla set con un muro di Middleborn su Vanzurova (21-25). Rispetto al primo set, enorme crescita chierese nel muro-difesa.

Nel terzo parziale dopo un avvio contratto (7-2) le chieresi rientrano pareggiando a 9. Segue un punto a punto fino al 14-13 quando due colpi di Vanzurova e una fast in rete di Akrari ridanno a Cuneo un +4 (17-13). Anche questa volta il Fenera Chieri ’76 recupera: da 19-15 risale a 19-18 pareggiando sul 20-20 con Perinelli. L’episodio che decide il set è un erroraccio in attacco di Angelina sul 21-21, di lì in poi la squadra di Pistola ha vita facile e chiude alla seconda palla set con Segura (25-22).

Nel quarto il Fenera Chieri ’76 parte forte come nel secondo set salendo rapidamente a 4-9. Le padrone di casa si riavvicinano a 8-10 e sfiorano la parità sul 12-13, le biancoblù strappano a 13-18, la squadra di Pistola di nuovo torna a contatto (21-23). Il finale è deciso da Perinelli: con un attacco da posto 4 e un muro su Vanzurova la frazione termina 21-25. Si va di nuovo al tie-break.

Nel tie break, su turno di servizio di Perinelli, il Fenera Chieri ’76 parte fortissimo (1-6). Negli scambi successivi la squadra di Secchi gioca un tie-break semplicemente perfetto. Le padrone di casa restano sempre a distanza finché un muro di Middleborn fa scendere i titoli di coda sulla serie di semifinale.

I PROTAGONISTI-

Andrea Pistola (Allenatore Ubi Banca S.Bernardo Cuneo)- « Il match lascia l’amaro in bocca  perché per l’ennesima volta abbiamo approcciato bene per poi disunirci. Questo è un limite mentale che ci siamo portati dietro ed ha influito molto nella gara di oggi. Abbiamo lavorato bene in ricezione ma siamo stati deficitari in tutti gli altri fondamentali, con i loro terminali offensivi che hanno fatto la differenza. Troppo spesso in questa stagione non abbiamo chiuso i giochi quando potevamo e dovevamo farlo permettendo le rimonte avversarie ».

IL TABELLINO-

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO – FENERA CHIERI 2-3 (25-16 21-25 25-22 21-25 8-15)

UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO: Vanzurova 16, Borgna 14, Mastrodicasa 12, Dalia 3, Segura 23, Guidi 5, Caforio (L), Aliberti, Baiocco, Bruno. Non entrate: Bonifazi. All. Pistola.

FENERA CHIERI: Middleborn 11, De Lellis, Angelina 26, Akrari 7, Manfredini 15, Perinelli 20, Bresciani (L), Colombano 1, Mezzi, Lualdi. Non entrate: Moretto, Salvi, Sandrone. All. Secchi. ARBITRI: Cavalieri, Bassan.

NOTE – Durata set: 24′, 27′, 28′, 29′ , 16′ ; Tot: 124′.

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – ZAMBELLI ORVIETO-

La Battistelli S.G Marignano vola in Finale e tira un sospiro di sollievo per essere riuscita a domare la resistenza di una Zambelli Orvieto che ha messo alle corde la formazione di Saja al di la di ogni previsione della vigilia di questa semifinale.

Hanno venduto cara la pelle le tigri gialloverdi capaci di offrire una prestazione di ottimo livello meritando gli applausi ed i complimenti degli sportivi intervenuti sugli spalti a gustarsi lo spettacolo, ma stavolta l’impresa è sfuggita al quinto set. Ha vinto con merito l’attrezzata Battistelli San Giovanni in Marignano, una delle migliori formazioni della seconda categoria nazionale che ha confermato la sua forza legittimando il miglior piazzamento in classifica.

Ancora una volta il fattore campo si è rivelato determinante, con le romagnole che hanno fatto proprio lo spareggio guadagnando così il diritto a passare il turno, ma i meriti sono logicamente anche quelli delle giocatrici in campo.

La partenza è tutta delle padrone di casa che vanno avanti con sei muri, quattro di Caneva, che portano rapidamente sul 12-3. Grigolo e Montani provano a scuotere le umbre e cominciano ad incidere recuperando progressivamente il gap (21-18). Il vantaggio è però troppo grande e Markovic con la sua sesta palla a terra sigla il vantaggio. Alla ripresa è ancora Grigolo (metterà otto palle a terra) a mettersi in mostra guadagnando un piccolo break (6-10). Zanette comincia a pungere ma il margine resiste grazie ad una buona fase di cambio-palla (13-16). I tentativi di rientrare sono annullati dalla precisa gestione di Valpiani che con un ace sigla il pareggio. Nel terzo frangente Markovic ricomincia a picchiare ed il muro (altri nove ne andranno a terra) torna a far sentire la pressione alle rivali (7-2). Non c’è alcun scoramento tra le orvietane che sul turno di battuta di Santini tornano a far sentire il fiato sul collo e con quello di Montani agganciano (14-14). Nella seconda metà del parziale è Zanette ad allungare di nuovo, propiziando il due ad uno. Il quarto periodo è combattuto con il duello a distanza tra Zanette e Grigolo che tiene sempre banco (15-13). Zonta fa rifiatare la mancina orvietana in seconda linea e quanto torna in campo c’è il cambio di velocità ed il sorpasso (18-19). Da fondo campo capitan Santini (sette volte letale) scopre il fianco alle locali (19-23). L’errore da fondo campo rimanda il verdetto. Al tie-break la partenza è falsa (7-2). Le rupestri si riprendono dopo il passaggio a vuoto ma le energie vengono a mancare per effettuare un recupero alquanto difficile, a vincere è San Giovanni in Marignano. Si conclude così l’avventura della Zambelli che ha divertito ed esaltato i suoi tifosi in questa prima esperienza di A2, un risultato giusto e che non muta di una virgola l’ottima stagione disputata dalla matricola umbra.

IL TABELLINO-

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO – ZAMBELLI ORVIETO 3-2 (25-20 19-25 25-19 21-25 15-7)

BATTISTELLI S.G. MARIGNANO: Saguatti 12, Casillo 8, Battistoni 5, Markovic 17, Caneva 14, Zanette 25, Gibertini (L), Bordignon, Giordano, Nasari. Non entrate: Gray, Sgarbossa. All. Saja.

ZAMBELLI ORVIETO: Mio Bertolo 7, Santini 10, Grigolo 27, Montani 12, Valpiani 2, Ginanneschi 14, Rocchi (L), Zonta 1, Ciarrocchi. Non entrate: Arico’, Venturi, Muzi. All. Solforati.

ARBITRI: Piubelli, Jacobacci.

NOTE – Durata set: 25′, 26′, 25′, 29′ , 15′ ; Tot: 120′.

A2 femminile Play Off Ubi Banca S.Bernardo Fenera Battistelli Zambelli

Commenti

Potrebbero interessarti