Sorrisi azzurri: Centoni, «Gran lavoro di squadra»

Le dichiarazioni post gara dopo la vittoria contro la Croazia. Bonitta: «Soddisfatto pr i tre punti, chi è entrato dalla panchina ha portato contributo»twitta

giovedì 25 settembre 2014

ROMA, 24 settembre - L'Italia che supera la Croazia mette una ipoteca al passaggio del turno. Il gruppo azzurro nel dopo gara ha manifestato entusiasmo.


BONITTA
- «Penso che stasera abbiamo ottenuto tre punti importanti, perché abbiamo reagito in un momento complicato, ma deve essere così. Sappiamo che non sarà sempre facile e quindi bisogna avere la capacità di restare sempre in partita e riuscire a cambiare l’inerzia. In alcuni aspetti dobbiamo certamente migliorare, ma anche stasera chi è entrato dalla panchina ha dato il suo contributo. Questo è un qualcosa di fondamentale per il quale abbiamo lavorato tutta l’estate».


CHIRICHELLA - «Oggi sono molto contenta perché è stata una bella partita e una vittoria molto importante. Nel primo set siamo state molto brave perché quando le croate si sono portate avanti non abbiamo mollato e con una gran prova di carattere ne siamo venute fuori. Nel secondo e terzo set invece abbiamo imposto il nostro ritmo, tenendo sempre in mano l’andamento del gioco. Domani sarà un’altra partita e quindi dobbiamo resettare subito e pensare all’Argentina».


ARRIGHETTI - 
«Siamo state brave stasera perché la Croazia è un avversario di tutto rispetto, che può contare su un buon muro e una buona battuta che insieme fanno una combinazione abbastanza antipatica. Dopo due partite posso dire che sono soddisfatta della tenuta della squadra e questo mi rende sia contenta che fiduciosa per le prossime gare. Oltre ai sei punti che sicuramente sono importanti è importante avere il morale alto, soprattutto in vista delle difficoltà che con l’andare avanti del torneo cresceranno».

 

CENTONI - «Vittoria bella, tre a zero, ottenuta con un gran lavoro di squadra. A partita in corso sono entrate diverse giocatrici che hanno risposto tutte in maniera positiva, è un bel segnale. Nel primo set abbiamo un po’ faticato, ma penso che la maggior parte del merito fosse della Croazia perché riusciva a difendere tutto. Il fatto di averla spuntata vuol dire però che non molliamo mai e che con la testa rimaniamo sempre in partita».

Tutte le notizie di Pallavolo

Approfondimenti

Commenti