Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Italia in finale. Mazzanti loda le sue «Ragazze fantastiche»
© FIVB

Italia in finale. Mazzanti loda le sue «Ragazze fantastiche»

Le dichiarazioni post gara dopo il successo di semifinale sulla Cina. Il Ct «Al termine della partita ho visto tanta emozione nelle ragazze, ma ho detto di tenersele dentro ancora un po', perché non è il momento di esternarle»twitta

sabato 5 agosto 2017

NANCHINO 5 agosto – La Nazionale azzurra femminile non smette di stupire e con un’altra splendida impresa ha centrato la finale del World Grand Prix 2017. Una vittoria netta, ottenuta contro le cinesi campionesse olimpiche, oltretutto in casa loro. Domani l’Italia scenderà in campo per l’obiettivo più grande, affrontando il Brasile campione in carica (ore 14 italiane). Dopo la storica qualificazione alla finale, grande è la gioia in casa italiana.

DAVIDE MAZZANTI: «Le ragazze sono state fantastiche perché ci hanno messo un’intensità incredibile, dando tutto su ogni pallone. Forse la qualità del gioco non è stata eccezionale, un po’ di sbavature ci sono state, però oggi abbiamo messo l’anima in campo, correggendo le imprecisioni con grande carattere. Nel finale sono contento sia rientrata anche la Zhu Ting, perché altrimenti non sarebbe stato così bello, la nostra è una vittoria piena senza discussioni e questo la rende ancora più speciale. Adesso abbiamo davanti una finale che penso si possa definire inattesa, vedendo come si è qualificato il Brasile e tenendo conto che noi non eravamo certo favoriti. Alla fine probabilmente sia noi che loro, l’abbiamo desiderato talmente tanto che è giusto giocarcela». «Al termine della partita ho visto tanta emozione nelle ragazze, ma ho detto di tenersele dentro ancora un po’, perché non è il momento di esternarle. Questa notte sono convinto molti di noi non dormiranno, ma quando si raggiunge un traguardo così importante è giusto così. Una delle cose che mi fa più piacere è che le ragazze stanno credendo molto in quello che facciamo, si vede un’identità di squadra. Tra di noi parliamo molto, ma se poi in campo le parole non si concretizzano allora conta poco. Tutte assieme stanno facendo qualcosa di incredibile».

RAPHAELA FOLIE - «È stata una partita incredibile, le cinesi non hanno mai mollato e con le doti fisiche che hanno è sempre difficile reggere il loro ritmo. Noi tutto quello che potevamo dare l’abbiamo dato, anche oggi ha fatto la differenza il cuore: siamo un gruppo nuovo che ha tantissima fame. Nel corso della gara ci sono stati momenti difficili, ma a turno ognuna ha dato una mano all’altra. La finale per tutto quello che è abbiamo fatto è meritatissima, la nostra è stata una splendida cavalcata. Sono molto felice di poter affrontare il Brasile, è un’altra tra le migliori squadre al mondo e penso sia giusto chiudere contro di loro».

PAOLA EGONU - «Sembra incredibile, ma invece ce l’abbiamo fatta. Siamo felicissime per la vittoria, ma dobbiamo pensare subito a domani, perché ci aspetta la partita più importante quella che deciderà tutto. Il successo di oggi è stato molto sofferto, la Cina può contare su delle giocatrici eccezionali che sono davvero complicate da fermare. Noi siamo state molto brave a non perdere la testa e con grande determinazione dopo un avvio difficile abbiamo ingranato, riuscendo ad avere la meglio. Domani contro il Brasile ci aspetta un’altra sfida durissima, ma vedendo come è cresciuta la squadra nel corso di queste cinque settimane, sono convinta sapremo dare il massimo. Questa è una finale che abbiamo voluto fortemente e sono convinta domani sapremo dare il massimo».

CRISTINA CHIRICHELLA«Finalmente tutto il nostro lavoro sta venendo ripagato e domani avremo una grandissima occasione a disposizione. In finale bisognerà dare il massimo soprattutto per noi stesse, perché questo obiettivo lo abbiamo davvero voluto con l’anima. Quando si ottengono certi risultati, indossare la maglia azzurra è un grandissimo orgoglio e al tempo stesso un’emozione fortissima. Ho poche parole per esprimere quello che sto provando. Oggi possiamo dire che eravamo Italia contro Cina e l’intero il palazzetto, nei momenti difficoltà ci siamo chiuse a riccio e ne siamo venute fuori alla grande».

Tags: World Grand PrixDavide Mazzanti

Tutte le notizie di Nazionali

Approfondimenti

Commenti