Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Molfetta alza la voce contro il fallo degli 8
© Legavolley.it

Molfetta alza la voce contro il fallo degli 8" sulla battuta

Il tecnico dell'Exprivia Molfetta Vincenzo Di Pinto punta il dito, con un post su canali social, su un fallo fischiato contro domenica nel debutto stagionale  twitta

mercoledì 5 ottobre 2016

 Volleyball.it

MOLFETTA, 5 ottobre -  Il tecnico dell'Exprivia Molfetta Vincenzo Di Pinto, con un post su Facebook, racconta di un fatto accaduto alla sua squadra nella gara d'esordio di Superlega A1 (1-3 casalingo contro Milano) e mostra tutte le proprie perplessità per un fallo di ritardo sul servizio di 8" fischiato dal primo arbitro sul 29-28 del quarto set.

 

IL POST DI COACH DI PINTO - «Un precedente pericoloso per il campionato. In battuta è importante concentrarsi?Abbiamo perso la partita con Milano, ok. Però scusate, questo è il mio 37° campionato e per la prima volta ho visto fischiare un 8" (regola 12.4.4: il giocatore al servizio deve colpire la palla entro gli 8" seguenti il fischio di autorizzazione del 1° arbitro, ndr) durante un match di A1, fallo come tempo perso in battuta, sul 29 a 28 per noi, mentre perdevamo 2-1, quindi battuta del possibile 2-2 e di una favolosa reazione del team di Molfetta».


TEMPO PERSO - «Ho rivisto tante volte la partita in cui si è perso tanto tempo in generale, video check soprattutto, e quell'episodio è semplicemente difficile da capire. Non sarà più possibile concentrarsi per battere?  E perché non fischiare anche prima ed invece solo sul punteggio di 29-28? Nessuno ha avvisato il capitano come regola di buon senso di questa possibilità durante il match».


IL FATTO
- «Il brasiliano Joao, ha l'abitudine di concentrarsi, come a me piace ed insegno: spalle alla rete effettua sempre circa 5 passi e poi si gira, sente il fischio dell'arbitro ed esegue. Ho rivisto l'azione durante il 3° passo dei 5, di spalle, l'arbitro fischia in quella bolgia e facendo il segnale con la mano, che (Joao, ndr) non ha potuto vedere; Joao esegue altri 2 passi e poi lancia la palla quando l'arbitro fischia il fallo. TUTTO NORMALE? Questo precedente pericoloso significa che sarà difficile concentrarsi, perché vale per tanti ed i più forti?» 


COME ZAYTSEV -
«Ma è corretto fischiare di spalle al campo, anche se palla in mano? Zaytsev avrebbe potuto portarci in finale olimpica? Ho tutte queste domande in testa? Sono a conoscenza che sono state date indicazioni a tutto il volley internazionale di fare attenzione alla regola tempo in battuta, ma all'Olimpiade nessun fischio, pare».

Tags: Superlega A1Exprivia Molfetta

Tutte le notizie di SuperLega

Approfondimenti

Commenti