Pallavolo

Superlega, successi interni per Monza e Ravenna
© Legavolley

Superlega, successi interni per Monza e Ravenna

Nelle due partite della 10a giornata i brianzoli superano Latina al PalaIper mentre la formazione di Soli doma Vibo Valentia dopo aver ceduto il primo set
twitta

sabato 2 dicembre 2017

ROMA- Due gli anticipi della 10a giornata giocati questa sera, entrambi conclusisi con il successo della squadra di casa.

La Bunge Ravenna ha dovuto lottare prima di domare la Tonno Callipo Vibo Valentia che, dopo aver vinto il primo parziale e sfiorato il 2-0, si è progressivamente spenta lasciando l’iniziativa alla scatenata squadra di Soli.

Nell’altra sfida la Gi Group Monza ha dominato la partita contro una Taiwan Excellence Latina che solo nel terzo set ha saputo tener testa alla squadra di Falasca, riaprendo momentaneamente un match che per il resto non ha avuto storia.

LE DUE SFIDE-

GI GROUP MONZA - TAIWAN EXCELLENCE LATINA-

La Taiwan Excellence Latina esce dalla Candy Arena di Monza senza punti contro la Gi Group. Si è giocato l’anticipo della decima giornata della Superlega UnipolSai. Una gara non bella che solo a tratti ha fatto vedere della buona pallavolo. I pontini dopo aver perso i primi due set hanno riaperto la gara vincendo ai vantaggi il terzo set ma non sono riusciti a portare la gara al tiebreak. Determinanti le serie a servizio di Kawika Shoji, fratello di Erik, uno dei migliori in campo. Prossima sfida per il Latina domenica alle 18 al PalaBianchini con la Sir Safety Perugia.

S’nizia in equilibrio con un muro di Botto e una pipe di Savani, con Kawika Shoji al servizio Monza mette a segno un filotto di sette punti grazie ai muri di Beretta (tre) e Botto e si porta 15-8, I pontini non riescono a recuperare e il parziale si chiude 25-18. Parte bene Latina nel secondo set con un muro di Rossi si porta 2-4, ace di Hirsch che pareggia i conti sul 7-7, ancora un filotto per Monza per l’allungo sul 17-13, i pontini recuperano con 17-15 ma non riescono a colmare il gap che aumenta nel finale 25-19. Nel terzo set Di Pinto tenta la carta Gitto al centro, Monza cerca subito l’allungo con Hirsch (un ace) 8-5, con un ace di Maruotti e un muro di Savani la Taiwan Excellence ribalta 13-15, ma Kawika Shoji (un ace) al servizio grazie ai muri di Hirsch e Beretta allunga 19-16, due contrattacchi di Savani portano i pontini avanti 23-24, rovescia Monza 25-24, ma un muro di Rossi e un contrattacco di Maruotti chiudono 27-29. Il quarto set si apre con i muri di Beretta e Hirsch per il 3-0, i padroni di casa allungano con un ace di Dzavoronok e un muro di Beretta 11-5, lo stesso centrale firma il 14-7, con un doppio contrattacco di Maruotti Latina accorcia 14-10, ma Dzavoronok riallunga 18-12 e Monza chiude la gara 25-18 con un ace di Botto.

Miguel Angel Falasca inizia con Kawika Shoji al palleggio e Hirsch opposto, Buti e Beretta centrali, Dzavoronok e Botto schiacciatori, Rizzo libero. Vincenzo Di Pinto risponde con Sottile in regia e Starovic opposto, Le Goff e Rossi al centro, Savani e Maruotti di banda, Erik Shoji libero.

Muro di Botto (1-0), pipe di Savani (1-2), errore di Maruotti (3-2), contrattacco di Dzavoronok (6-4), contrattacco di Maruotti (7-7), muri di Beretta e Botto, 11-8 e timeout richiesto da Di Pinoto. Muro di Beretta e contrattacco di Botto (13-8), dentro De Angelis, errore di Starovic e muro di Beretta (15-8), dentro Plotnytsky per il giro dietro, Le Goff di prima intenzione (19-14), contrattacco di Dzavoronok, 23-16 e Latina ferma il gioco. Ace di Botto (24-16), muro di Savani (24-18) e Hirsch chiude sul 25-18.

Secondo set, muro di Rossi (0-1), errore di Beretta (2-4), errore di Rossi (4-4), contrattacco di Botto e ace di Hirsch (7-5), ace di Rossi (7-7), contrattacco di Botto (15-13) e i pontini fermano il gioco. Contrattacco di Hirsch ed errore di Savani (17-13), errore di Buti (17-15), muro di Beretta (19-15), muro di Sottile (19-17), contrattacco di Dzavoronok (21-17), dentro Plotnytsky, contrattacco di Dzavoronok ed errore di Starovic per il 25-19.

Terzo set con Gitto in campo, ace di Hirsch (4-3), errore di Gitto e contrattacco di Hirsch, 8-5 e timeout di Di Pinto. Errore di Hirsch (8-7), ace di Maruotti (10-10), muro di Savani, 11-12 e timeout di Falasca. Infrazione nel campo di Monza (13-15), muro di Hirsch (16-16), dentro De Angelis per la seconda linea, pipe di Dzavoronok e muro di Beretta (18-16), timeout Latina. Ace di Kawika Shoji (19-16), contrattacco di Dzavoronok (23-19), dentro Le Goff per alzare il muro e contrattacco di Savani ed errore di Hirsch, 23-22 e Monza ferma il gioco. Si riprende doppio contrattacco di Starovic (23-24), infrazione Latina (25-24), muro di Rossi e contrattacco di Maruotti per il 27-29.

Quarto set con Gitto confermato, muri di Beretta e Hirsch (3-0), ace di Dzavoronok, 8-4 e timeout di Di Pinto. Contrattacco di Botto e muro di Beretta (11-5), errore di Hirsch (11-7), pipe di Dzavoronok e Beretta (14-7), doppio contrattacco di Maruotti (14-10) e Falasca chiede tempo. Contrattacco di Starovic (15-12), doppio break di Dzavoronok, 18-12 e Latina ferma il gioco. Ace del neo entrato Plotnytsky (22-15), invasione di Hirsch (22-17) ace di Botto che chiude la gara 25-18.

I PROTAGONISTI-

Donovan Dzavoronok (Gi Group Monza)- « Abbiamo iniziato molto bene. Volevamo e dovevamo vincere 3-0 visto come si era messa nel terzo ma alla fine quello che conta è che abbiamo fatto nostri i tre punti. Spero che questo successo ci dia serenità e morale per affrontare al meglio gli appuntamenti prima della fine dell’anno. Siamo un bel gruppo ».

Vincenzo Di Pinto (Allenatore Taiwan Excellence Latina)- « Non siamo stati bravi specialmente in battuta e in ricezione dove c’è stata tanta differenza. Siamo stati bravi a riaprire la gara nel terzo set, ma non siamo riusciti a compiere la rimonta. Ora cerchiamo un po’ di pace in palestra per lavorare meglio. Abbiamo bisogno di lavorare tanto ».

IL TABELLINO-

GI GROUP MONZA - TAIWAN EXCELLENCE LATINA 3-1 (25-18, 25-19, 27-29, 25-18)

GI GROUP MONZA: Shoji 3, Botto 18, Beretta 6, Hirsch 24, Dzavoronok 20, Buti 4, Langlois 0, Plotnytsky 2, Rizzo (L), Brunetti (L), Barone 2, Walsh 0. N.E. Finger, Terpin. All. Falasca.

TAIWAN EXCELLENCE LATINA: Sottile 2, Maruotti 16, Rossi 8, Starovic 17, Savani 12, Le Goff 2, Shoji (L), De Angelis (L), Gitto 1, Corteggiani 0. N.E. Kovac, Ishikawa, Huang. All. Di pinto.

ARBITRI: Gnani, Vagni.

NOTE - durata set: 27', 26', 37', 25'; tot: 115'. Spettatori; 1.641. Mvp: Dzavoronok (Gi Group Monza)

BUNGE RAVENNA - TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA-

Quinta vittoria casalinga consecutiva per la Bunge, che si lascia alla spalle i due ko con Civitanova e Latina superando in quattro set Vibo Valentia al termine di una gara combattuta in particolare nelle prime due frazioni. Vanno avanti i calabresi, ma i padroni di casa reagiscono pareggiando il conto, trascinati dall’mvp Poglajen, e fuggendo con sicurezza nei successivi due parziali, spinti anche da Buchegger e Raffaelli. Non si sblocca invece la Tonno Callipo, che incappa nel quarto ko di fila e vede la zona playoff allontanarsi in modo ulteriore.

Nel primo parziale parte meglio la Tonno Callipo, che scatta sull’8-13 grazie agli ace di Costa e alle schiacciate di Patch e Antonov. La Bunge reagisce con Orduna, che con due servizi (vincente il primo) mette in difficoltà la ricezione ospite, pareggiando il conto sul 18-18. Le squadre vanno di pari passo fino al muro del 22-24 a firma di Lecat, poi al secondo set ball Verhees mette la palla a terra: 23-25. La seconda frazione è da montagne russe, con Ravenna che va sul +6 con Diamantini (15-9), ma Massari riduce a due le lunghezze di gap: 16-14. I padroni di casa allungano ancora con Vitelli (20-15), i calabresi trascinati da Antonov piazzano addirittura un contro-break di 6-1 (tre punti di Antonov) per il sorpasso: 21-22. A decidere il set è però Poglajen, che con due ace di fila porta il match in parità (25-23). Nel terzo periodo la Bunge accumula un progressivo vantaggio con Poglajen (8-6) e Raffaelli (12-9) e grazie all’errore di Lecat va sul 14-10. Poglajen mette a terra la palla del 19-13, ma i calabresi reagiscono con Izzo, portandosi a -3 (23-20). Buchegger però non sbaglia il cambio-palla e alla prima occasione è Coscione, toccando l’asta, a causare il sorpasso dei ravennati: 25-20. La Bunge prosegue su questa strada anche nel quarto set, allontanandosi con Raffaelli sul 6-3 e spingendo sull’acceleratore con Buchegger: 15-9. Gli ace di Raffaelli (ben quattro) mettono in fretta la parola fine al match, con i padroni di casa che realizzano un break di 8-0, lasciando a 13 gli avversari.

I PROTAGONISTI-

Fabio Soli (Allenatore Bunge Ravenna)- « Sono contento e soddisfatto della prova dei miei ragazzi, che hanno centrato una vittoria molto che vale come sei punti. Questo non è il solito successo casalingo, ma un grande successo, perché arriva dopo un periodo molto complicato, caratterizzato dagli infortuni, che ci condiziona anche negli allenamenti. Faccio i complimenti alla squadra, in quanto ha saputo lottare e soffrire, risorgendo quando le cose si stavano mettendo male. Quando giochiamo così, riusciamo a realizzare grandi risultati ».

Lorenzo Tubertini (Allenatore Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia)- « Siamo partiti molto bene, ma non siamo riusciti a mantenere alto il livello del gioco. Sapevamo che i nostri avversari erano forti al servizio, ma nonostante ciò abbiamo sofferto, e non siamo stati bravi in particolare in fase di break, mancando delle occasioni importanti. In difesa siamo andati abbastanza bene, ma non in attacco, dove sbagliamo troppo e non siamo capaci di trovare una positiva continuità nel gioco ».

IL TABELLINO-

BUNGE RAVENNA - TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1 (23-25, 25-23, 25-20, 25-13)

BUNGE RAVENNA: Orduna 2, Poglajen 18, Georgiev 2, Buchegger 22, Raffaelli 15, Vitelli 5, Diamantini 6, Goi (L), Gutierrez 0, Marchini 0. N.E. Marechal, Mazzone, Pistolesi. All. Soli.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Coscione 1, Antonov 14, Costa 10, Patch 14, Lecat 4, Verhees 6, Torchia (L), Izzo 1, Massari 3, Marra (L), Presta 0. N.E. Domagala, Corrado. All. Tubertini.

ARBITRI: Boris, Simbari.

NOTE - durata set: 31', 34', 34', 23'; tot: 122'. Spettatori: 1.830, incasso 7.193 euro. Mvp: Poglajen (Bunge Ravenna)

LA CLASSIFICA -

Cucine Lube Civitanova 26, Sir Safety Conad Perugia 24, Azimut Modena 23, Bunge Ravenna 20, Kioene Padova 16, Calzedonia Verona 15, Wixo LPR Piacenza 13, Revivre Milano 12, Diatec Trentino 12, Taiwan Excellence Latina 12, Gi Group Monza 9, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 8, BCC Castellana Grotte 4, Biosì Indexa Sora 1.
Note: 1 Incontro in meno: Sir Safety Conad Perugia, Azimut Modena, Kioene Padova, Revivre Milano, Diatec Trentino, Biosì Indexa Sora; 2 Incontri in meno: Calzedonia Verona, BCC Castellana Grotte

 

 

 

Tags: SuperLegaGi GroupTaiwan ExcellenceBungeTonno Callipo

Tutte le notizie di SuperLega

Approfondimenti

Commenti