Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Play Off, Trento si guadagna la semifinale travolgendo Verona
© Legavolley

Volley: Play Off, Trento si guadagna la semifinale travolgendo Verona

In Gara 3 dei Quarti Lanza e compagni si impongono con un netto 3-0 (25-20; 25-22; 25-15) ed ora aspettano l'avversaria che uscirà dalla sfida tra Perugia e Ravenna
twitta

sabato 24 marzo 2018

TRENTO- La Diatec Trentino stacca il pass per le semifinali, ed è la decima volta negli ultimi undici anni, imponendosi con un netto 3-0 in Gara 3 contro una Calzedonia Verona che non ha saputo ripetere la stessa prestazione di una settimana fa in casa. La squadra di Lorenzetti ha messo subito in chiaro le cose giocando una partita perfetta, orchestrata da un Giannelli particolarmente ispirato che ha avuto in Vettori, Lanza e Kovacevic tre finalizzatori convinti e i centrali Eder Kozamernik pronti sia a muro che nelle giocate in primo tempo.

Dall’altra parte del campo la Calzedonia è stata particolarmente fallosa in ricezione e non ha trovato le migliori giocate di Stern e Jaeschke.

Trento festeggia ed attende la vincente del confronto di domani fra Sir Safety Perugia e Bunge Ravenna.

LA CRONACA DEL MATCH-

La Diatec Trentino recupera Vettori, che torna quindi a coprire la diagonale principale con Giannelli in regia; Lanza e Kovacevic sono confermati in banda, così come Eder e Kozamernik al centro e De Pandis e Chiappa ad alternarsi nel ruolo di libero. La Calzedonia Verona risponde con Spirito alzatore, Stern opposto, Maar e Jaeschke laterali, Birarelli e Pajenk al centro, Pesaresi libero. L’impatto migliore sul match lo hanno gli ospiti, che trovano subito il break con Stern (0-2) e lo confermano sino al 3-5, prima che Lanza con un muro ed un ace non capovolga la situazione (5-5 e poi 9-8). Un contrattacco di Kovacevic offre il +2 (12-10), costringendo Grbic ad interrompere il gioco, ma alla ripresa è ancora la Diatec Trentino a fare la voce grossa in fase di break point con il servizio vincente di Kozamernik e la pipe di Uros (16-12). I padroni di casa vacillano (16-14), ma poi riprendono la propria marcia spedita con la coppia di posto 4 che trascina la squadra sul +5 (20-15); Verona ha il merito di non disunirsi e di riportarsi sotto con Maar (muro ed attacco per il 20-18) che fanno decidere a Lorenzetti di avvicendare Teppan a Vettori. La ripartenza dei trentini è però eccezionale (24-20) ed è guidata come al solito da Kovacevic, che firma anche l’ace che chiude la prima frazione sul 25-20.
Sulle ali dell’entusiasmo la Diatec Trentino parte benissimo anche nel secondo set, ispirata dai servizi di Lanza, che scrivono subito un promettente 4-0. La Calzedonia inizia a giocare e si riporta sino al meno due (8-6), prima di subire un nuovo pesante break (13-8) innescato da Kovacevic ma anche dai servizi di Eder. Anche Vettori, riproposto in formazione titolare sin dal primo scambio, inizia a fare la sua parte in attacco e i locali allungano al +6 (16-10), capitalizzando il buon lavoro a rete di Kozamernik. Nel momento migliore però Lanza e compagni abbassano la tensione e si fanno rimontare dal 20-16 al 21-21, anche per meriti specifici di Verona che con Pajenk al servizio imprime un’andatura diversa agli scaligeri. A togliere le castagne dal fuoco in questo caso sono Vettori (splendido muro su Jaeschke) e Lanza, che firma la ricostruita che sigla il 25-22 ed il 2-0 interno.
Grbic prova a correre ai ripari in avvio di terzo periodo, inserendo Manavi in banda e spostando Jaeschke nel ruolo di opposto al posto di uno spento Stern. E’ proprio lo statunitense a tenere in corsa Verona (8-7), almeno sino a quando Lanza non si ripresenta in zona di battuta imprimendo una nuova pesante accelerazione (12-7), condita anche da un ace diretto. Verona è alle corde ed in ricezione inizia ad accusare seriamente il colpo con Kovacevic che firma ace in serie (15-10, 21-12). Il 3-0 arriva già sul 25-15 con un muro di Giannelli.

I PROTAGONISTI-

Filippo Lanza (Diatec Trentino)- « Quando conta riusciamo ad esprimerci al meglio, come abbiamo dimostrato questa sera in un appuntamento tutt’altro che semplice. Siamo stati davvero bravi, come era già accaduto martedì sera in Champions League. E’ un successo che ci fa ben sperare per il prosieguo della nostra stagione; Trentino Volley si conferma fra le migliori ed è una grande soddisfazione perché non è mai facile tenere fede alle aspettative personali ma anche del nostro pubblico ».

Nikola Grbic (Allenatore Calzedonia Verona)- « Va dato atto a Trento di aver giocato una grande partita, forse la migliore di tutta la stagione. I nostri avversari hanno fatto cose straordinarie, noi abbiamo provato a stare a ruota ma purtroppo abbiamo avuto poche occasioni e non le abbiamo sfruttate. Complimenti quindi alla Diatec Trentino, i nostri rimpianti non sono legati al match di questa sera ». 

IL TABELLINO-

DIATEC TRENTINO - CALZEDONIA VERONA 3-0 (25-20, 25-22, 25-15) -

DIATEC TRENTINO: Giannelli 2, Kovacevic 18, Kozamernik 5, Vettori 9, Lanza 15, Carbonera 4, De Pandis (L), Teppan 0, Chiappa (L), Hoag 2, Zingel 1. N.E. Boninfante, Partenio, Cavuto. All. Lorenzetti.

CALZEDONIA VERONA: Spirito 0, Jaeschke 6, Pajenk 3, Stern 6, Maar 15, Birarelli 0, Frigo (L), Pesaresi (L), Mengozzi 7, Manavinezhad 2, Marretta 0. N.E. Magalini, Grozdanov, Paolucci. All. Grbic.

ARBITRI: Gnani, Saltalippi.

NOTE - durata set: 27', 30', 23'; tot: 80'.

MVP: Filippo Lanza (Diatec Trentino)
SPETTATORI : 3.091

Tags: SuperLegaPlay OffDiatecCalzedoniaLanzaGiannelliLorenzettiGrbicMengozzi

Tutte le notizie di SuperLega

Approfondimenti

Commenti