Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Volley: Superlega, Civitanova si impone ma Milano esce a testa alta
© Legavolley
0

Volley: Superlega, Civitanova si impone ma Milano esce a testa alta

La squadra di De Giorgi la spunta 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21) su una Revivre che per almeno tre set gioca alla pari dei cucinieri

sabato 9 marzo 2019

CIVITANOVA MARCHE (MACERATA)- Fatica la Cucine Lube Civitanova ma alla fine, nell'anticipo dell'undicesima di ritorno, incassa i tre punti con una buona Revivre Axopower Milano che alla fine si arrende 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21) dopo aver lotato alla pari con i padroni di casa.

Con la settima vittoria di fila in campionato la squadra di De Giorgi guadagna momentaneamente il secondo posto in graduatoria, in attesa che Trento scenda in campo domani contro Ravenna.
All’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, gremito per l’occasione da oltre 3 mila spettatori, la curiosità era rivolta anche nei confronti del martello sloveno Klemen Cebulj, ex di turno e fresco campione in Cina, arruolato da poche ore nella rosa di Andrea Giani. Il martello sloveno come preventivabile ha iniziato il match dalla panchina, ed ha fatto registrare il suo nuovo esordio nel campionato italiano sul 12-11 del quarto set, entrando in campo al posto di Clevenot.
Nel set d’apertura i biancorossi di casa pigiano sull’acceleratore affidandosi al servizio, con le battute corte di Bruno prima (8-5) e di Simon poi (12-8) che danno ufficialmente il via alla fuga marchigiana. Concretizzatasi in maniera davvero concreta sul turno al servizio di Sokolov (due ace di fila, 16-10), che fa da prologo ad una grande prestazione del muro: ben 4 vincenti. Sul -6 comunque Milano (4 ace) non si scompone, e nonostante la pessima partenza di Nimir (0 su 5) riesce anzi a recuperare fino al 22-23, mettendo in apprensione la Cucine Lube fino al primo tempo di Cester, che chiude sul 25-23 al secondo set point.
Ruoli invertiti nel secondo set, con la squadra di Giani che scappa in avvio (7-10, poi 17-20), e quella di De Giorgi, di colpo troppo fallosa dai nove metri (7 errori) che recupera due volte (15-15, poi 22 pari con un muro del baby Cantagalli) ma si ferma proprio sul più bello: sul 23-24, decide un muro sull’attacco di Juantorena firmato da Maar, il più positivo dei suoi (7 punti, 57% in attacco).
Il servizio di Maar è l’arma in più dei lombardi anche in avvio di terzo parziale, che li vede staccare sul 9-13 proprio quando in battuta c’è il martello tedesco. Ma Civitanova rimette la sfida sui binari dell’equilibrio con gli ace consecutivi di Simon e Sokolov (19-19), e stavolta concretizza fino in fondo la rimonta firmando ai vantaggi il muro del definitivo 27-25, con Diamantini che poco prima aveva preso il posto di Cester. 
Il quarto set è un monologo della cucine Lube, che trova il primo break con un muro di Simon ai danni del neo entrato Cebulj (14-12), poi allunga con i due contrattacchi vincenti e consecutivi di Juantorena e Simon (18-14), che stendono di fatto l’avversario. Finisce 25-21, con il regista Bruno Mossa de Rezende eletto legittimamente Mvp ai voti dei giornalisti presenti.

I PROTAGONISTI-

Robertlandy Simon (Cucine Lube Civitanova)- « È stata una gara tosta, contro una squadra che si è dimostrata assolutamente all’altezza della situazione, mettendoci in grande difficoltà con difesa e contrattacco. Questi punti valgono quindi tanto, per la classifica ma anche per la testa, in vista dell’imminente trasferta di Champions League in Russia. Stasera siamo stati bravi a tenere sempre botta nei momenti di nostra maggiore difficoltà, riuscendo a trovare i guizzi vincenti quando ce n’era bisogno ».

Andrea Giani (allenatore Revivre Axopower Milano)- « Abbiamo perso, è vero, ma sono comunque contento della prova della mia squadra, perché oggi nuovamente ha dimostrato di essere arrivata ad uno standard di gioco di alto livello. La Lube ha avuto la meglio perché ha più abitudine di noi a gestire determinate situazioni, ma ci siamo, e questo vuol dire tanto. Lavoro e tanta dedizione, questi sono i due fattori che serviranno per consolidarci. E l’arrivo di Cebulj ci aiuterà sicuramente molto ».

IL TABELLINO-

CUCINE LUBE CIVITANOVA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Mossa De Rezende 3, Juantorena 12, Simon 14, Sokolov 17, Leal 14, Cester 5, Balaso (L), Marchisio (L), D’Hulst 0, Cantagalli 1, Diamantini 1, Kovar 0. N.E. Stankovic, Massari. All. De Giorgi.

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Sbertoli 2, Clevenot 8, Kozamernik 7, Abdel-Aziz 17, Maar 18, Bossi 9, Hoffer (L), Izzo 0, Pesaresi (L), Hirsch 2, Cebulj 1. N.E. Gironi, Basic, Baldizzone. All. Giani.

ARBITRI: Santi, Zanussi.

NOTE – Spettatori 3084, incasso 30180, durata set: 28′, 29′, 30′, 28′; tot: 115′. 

MVP: Bruno (Cucine Lube Civitanova)

LA CLASSIFICA-

Sir Safety Conad Perugia 63, Cucine Lube Civitanova 59, Itas Trentino 57, Azimut Leo Shoes Modena 45, Revivre Axopower Milano 45, Calzedonia Verona 37, Kioene Padova 35, Vero Volley Monza 33, Consar Ravenna 25, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 24, Top Volley Latina 23, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Emma Villas Siena 14, BCC Castellana Grotte 10. 

1 incontro in più: Sir Safety Conad Perugia, Cucine Lube Civitanova, Revivre Axopower Milano, Kioene Padova;

 

SuperLega Cucine Lube Revivre De Giorgi Sokolov Giani Cebulj

Commenti