Sport & Style

Maserati a Vele spiegate sulla rotta del tè

Maserati a Vele spiegate sulla rotta del tè

Giovanni Soldinitwitta

martedì 14 luglio 2015

dalla redazione di Sport & Style

LA STORIA - Solamente 21 giorni, 19 ore, 32 minuti e 54 secondi per raggiungere Shanghai da San Francisco dopo aver percorso 7.315 miglia (13.547 km). La Rotta del Tè era percorsa dai clipper nell’800 per il commercio delle spezie ma non era mai entrata nelle sfide tra le più veloci e moderne barche a vela ma al tempo in cui i velieri navigavano solo in favore di vento fu Swordfish a registrare il record nel 1853 con 32 giorni e 9 ore. Allora essere primi voleva dire scegliere le spezie della migliore qualità e trarre maggior profitti dalla vendita.

IL PIU' AMATO DEL VELISTI ITALIANI - Per Giovanni sul VOR 70 Maserati invece vuol dire aprire una nuova sfida ai velisti di tutto il mondo. Il più amato dei velisti italiani, oltre 40.000 su FB e 127.000 follower su Twitter, è anche un eccellente ambasciatore del Made In Italy, impossibile non notare l’eleganza della linea Z Zegna che lui e il team indossano in barca e a terra, capi tecnici, ecologici (come il blouson totalmente impermeabile con cuciture nastrate, realizzato in materiale riciclato) e confortevoli.

Maserati a Vele spiegate sulla rotta del tè

“La prima parte del percorso è stata molto veloce: ci abbiamo messo solo sei giorni fino alle Hawaii, un gran tempo. Poi per una decina di giorni abbiamo fatto delle buone medie, sempre con lo spi, nell’aliseo. La parte finale, di avvicinamento alla Cina, è stata la più ostica, con venti deboli, piogge. C’è stato anche un terremoto mentre passavamo di fianco alle isole del Giappone” ha raccontato Giovanni appena sceso a terra. 

Tags: velaMaseratirecordGiovanni Soldini

Tutte le notizie di Personaggi e icone

Approfondimenti

Commenti