Tuttosport.com

Scopri l'edizione digitale su Tablet e Smartphone

Regina a Tianjin, la Sharapova torna al successo
© EPA

Regina a Tianjin, la Sharapova torna al successo

Dopo due anni e mezzo lacrime di gioia: «Vittoria speciale»twitta

domenica 15 ottobre 2017

TORINO - Una "vittoria speciale" che riassapora dopo due anni e mezzo. Maria Sharapova piange di gioia quando mette a terra la palla con cui conquista il torneo Wta di Tianjin: un successo che alla russa 30enne, numero 86 del ranking mondiale e in gara grazie a una wild card, rientrata nel circuito ad aprile a Stoccarda dopo i 15 mesi di squalifica per la storia del doping al Meldonium, mancava dagli Internazionali di Roma del 2015. Alla 59/a finale in carriera, la Sharapova ha superato 7-5 7-6, in due ore e 5 minuti di gioco, la 19enne bielorussa Aryna Sabalenka. Per la campionessa russa è il 36/o trofeo conquistato.

Appena chiuso l'incontro, la Sharapova è corsa ad abbracciare il suo coach Sven Groenefeld, scoppiando in lacrime. "Questo successo ha per me un significato speciale - ha sottolineato durante la premiazione - dopo un lungo percorso di oltre due anni. È stata una settimana fantastica. E in questo momento desidero complimentarmi con Aryna per il tuo tennis: hai davvero un grande futuro davanti e spero di poterti incontrare ancora tante altre volte...". Con i punti di questa vittoria Sharapova tornerà fra le prime 60 giocatrici del ranking mondiale e da lunedì sarà una delle protagoniste della "Kremlin Cup" di Mosca.

Tags: Sharapova

Tutte le notizie di Tennis

Approfondimenti

Commenti