Tennis

Australian Open: Schiavone subito fuori, avanti Seppi 
© Getty Images

Australian Open: Schiavone subito fuori, avanti Seppi 

La tennista milanese cede alla lettone Ostapenko mentre l'altotesino batte il francese Moutet. Male anche Lorenzi, rimontato da Dzumhur. Oggi tocca a Caruso, domani Giorgi e Fogninitwitta

lunedì 15 gennaio 2018

TORINO - Francesca Schiavone subito eliminata agli Australian Open femminili, primo Slam del 2018 che si disputa sui campi in cemento di Melbourne Park nella metropoli australiana. La Leonessa, alla Rod Laver Arena, cede per 6-1, 6-4 in un'ora e 14 minuti alla lettone Jelena Ostapenko, 20anni, numero 7 Wta e settima testa di serie. Domani toccherà a Camila Giorgi, che farà il suo esordio contro la russa Anna Kalinskaya, 19 anni, numero 152 Wta, proveniente dalle qualificazioni (nessun precedente).

SEPPI OK - Buona la prima per Andreas Seppi che si qualifica per il secondo turno del tabellone principale degli Australian Open maschili. Il 33enne altoatesino, reduce dal successo nel challenger di Canberra, ha sconfitto in quattro set il 18enne mancino francese Corentin Moutet, numero 155 del ranking mondiale, in gara con una wild card: 3-6, 6-4, 6-2, 6-2 in due ore e 33 minuti. Prossimo avversario il giapponese Yoshihito Nishioka, che ha superato all'esordio il tedesco Philipp Kohlschreiber, testa di serie numero 27, per 6-3, 2-6, 6-0, 1-6, 6-2. Non ci sono precedenti con il 22enne asiatico numero 168 Atp e possibile avversario dell'Italia nella sfida di Coppa Davis con il Giappone in programma nel primo weekend di febbraio a Morioka.

CROLLO LORENZI - Primo turno amaro invece per Paolo Lorenzi, che si è fatto rimontare due set di vantaggio. Il 36enne senese, numero 45 del ranking mondiale, alla settima presenza a Melbourne (nel 2015 e dodici mesi fa è arrivato al secondo turno), ha ceduto in cinque set al bosniaco Damir Dzumhur, numero 30 Atp e 28 del seeding: 3-6, 2-6, 7-6(5), 6-2, 6-4 lo score dopo tre ore e 45 minuti. Oggi in campo anche Salvatore Caruso, mentre domani tocca agli altri quattro tennisti italiani al via: Thomas FabbianoFabio FogniniLorenzo Sonego Matteo Berrettini.

DIMITROV VOLA - Tutto facile per Grigor Dimitrov: il bulgaro, numero 3 del mondo e del seeding, ha bisogno di un'ora e 40 minuti per sbrigare la pratica Novak: 6-3, 6-2, 6-1 sull'austriaco. Avanti anche Pablo Carreno Busta, decima testa di serie, che supera l'australiano Jason Kubler per 7-5, 4-6, 7-5, 6-1 mentre esce subito di scena Kevin Anderson: il sudafricano, 11esimo favorito del seeding, si arrende dopo quasi 4 ore al britannico Kyle Edmund per 6-7(7), 6-3, 6-3, 6-4.

FUORI WILLIAMS - Le sorprese nel tabellone femminile non finiscono: dopo lo scivolone della Schiavone, il cemento australiano resta stregato anche per Venus Williams che, un anno dopo la finale persa contro la sorella Serena, esce subito di scena. La 37enne americana, testa di serie numero 5, cede in due set, 6-3, 7-5, alla svizzera Belinda Bencic. Per il tennis americano è disfatta: Coco Vandeweghe, numero 10 del tabellone, cede per 7-6(4), 6-2 alla magiara Timea Babos ma viene eliminata anche Sloane Stephens, vincitrice degli ultimi Us Open e 13esima favorita del seeding, sconfitta per 2-6, 7-6(2), 6-2 dalla cinese Shuai Zhang

(in collaborazione con Italpress)

Tutte le notizie di Tennis

Approfondimenti

Commenti