Tennis

Tennis, Errani batte Navarro nella Fed Cup: Italia-Spagna 1-1
© Getty Images

Tennis, Errani batte Navarro nella Fed Cup: Italia-Spagna 1-1

La tennista romagnola soddisfatta: «Mi sento davvero bene... anche nel ruolo di "insegnante" per le più giovani»twitta

sabato 10 febbraio 2018

TORINO - «Sono veramente soddisfatta del mio match». Sara Errani non nasconde tutta la sua gioia per aver battuto Lara Arruabarrena ed aver regalato il punto dell'1-1 all'Italia nella sfida di Fed Cup contro la Spagna. «Sono riuscita ad esprimermi su buoni livelli con continuità, proprio come in allenamento, senza farmi condizionare dall'importanza della posta in palio - ha detto la tennista romagnola - In questi giorni mi sento davvero bene fisicamente e ho potuto allenarmi in modo proficuo per tutta la settimana. Del resto, in questa stagione mi sono ripromessa di non pormi obiettivi di classifica, ma solo quello di ritrovare il mio tennis e le giuste motivazioni. Poi, tutti sanno quanto ci tenga a vestire la maglia della Nazionale, mi piace pure il ruolo di 'chioccia' e mettere la mia esperienza a disposizione delle compagne più giovani, che fra l'altro sono eccezionali come atteggiamento e sempre disponibili ad imparare. Certo, ora servirà un'altra prestazione di spessore contro la Suarez Navarro. Ho controllato proprio ieri: abbiamo giocato contro undici volte, quindi ci conosciamo benissimo e siamo anche amiche, speriamo possa uscire una bella partita».

PRIMA GARA - Non ha granché da recriminare, invece, Jasmine Paolini per la sconfitta contro Carla Suarez Navarro nel singolare di apertura a Chieti. «Penso di aver disputato una buona partita, anche se all'inizio stavo un po' troppo dietro cercando di scambiare tanti colpi e quando la mia avversaria accorciava non riuscivo ad approfittarne, sbagliando un po' troppo - il commento della 22enne di Castelnuovo Garfagnana - Però con il passare dei minuti mi sono sentita sempre meglio in campo ed è cresciuto il livello del mio tennis, non abbastanza però per fermare una giocatrice solida come la Suarez Navarro. Comunque sono contenta di poter giocare partite come questa, con avversarie di spessore assoluto, fondamentali per la mia crescita. La Fed Cup? È bello giocare match così, davanti a una cornice di pubblico importante. Mi hanno incoraggiato per tutta la partita e, quando dopo lunghi scambi faticosi, avevo bisogno di rifiatare un attimo, mi hanno anche aiutato a riprendere tempo».

ITALTENNIS ROSA - Puo' ritenersi soddisfatta di questa prima giornata anche Tathiana Garbin, capitana dell'Italtennis in rosa: «Devo ringraziare pubblicamente Sara perché per la maglia azzurra lei c'è sempre, con massima disponibilità e dedizione - sottolinea 'Tax' - È un esempio fondamentale anche per le ragazze più giovani con il suo attaccamento alla Nazionale. E per quanto riguarda il ranking penso che sia solo questione di tempo per Sara Errani, deve giocare a questo livello per un po' e tornerà quella che tutti conosciamo. Basti dire che oggi in campo è stata tatticamente e tecnicamente perfetta, per cui io non avevo davvero nulla da dirle. Comunque sono molto contenta anche della prestazione di Jasmine Paolini: mi è piaciuta molto, ha messo in campo quello che avevamo preparato, però l'avversaria si è dimostrata di notevole caratura. Probabilmente con qualche match in più di questo livello alle spalle la nostra ragazza avrebbe potuto fare pure qualcosa di meglio». Ovviamente lo sguardo si sposta ora alle sfide di domenica, con in apertura di giornata il testa a testa chiave fra le due numero uno, Errani e Suarez Navarro: «Domani? Vedremo...Certo, la responsabilità di Sara è tantissima, io cerco di non fargliela sentire, anche se lei con la sua esperienza è in grado di gestire al meglio queste situazioni e il peso di essere la leader di una nazionale. In squadra si trova benissimo e si sta formando veramente un bel gruppo, anche in prospettiva futura».

Tutte le notizie di Tennis

Approfondimenti

Commenti