Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Closing, ufficiale: Berlusconi cede il Milan a Yonghong Li

Vai alla versione integrale
Formalizzato lo storico passaggio di proprietà del club milanese. Ricevuta la caparra di 270 milioni da parte dell'investitore cinese

MILANO - Il cinese Yonghong Li è formalmente diventato il nuovo proprietario del Milan, che passa di mano dopo 31 anni di gestione da parte di Silvio Berlusconi. È infatti andato a buon fine il closing con la Fininvest che, a fronte del versamento con cui è stato completato il pagamento, ha ceduto il 99,93% delle azioni alla società veicolo lussemburghese Rossoneri Sport Investment Lux, creata ad hoc dall'investitore cinese.

[[ge:sn:ts:24280035]]

Dopo tutti gli intoppi, gli slittamenti e le difficoltà degli scorsi mesi, è quindi arrivato il giorno del passaggio definitivo del Milan dalle mani di Berlusconi a quelle di Yonghong Li. La definizione della trattativa è arrivata al termine di un incontro avvenuto nello studio legale milanese Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners. Il closing si è sbloccato quando, nel primo pomeriggio, è stata confermata la ricezione dell'ultima caparra necessaria all'acquisto del club (circa 270 milioni di euro, che hanno portato il totale corrisposto a circa 520 milioni). In seguito alla quale l'ad di Fininvest Danilo Pellegrino ha potuto firmare la cessione delle azioni del Milan alla società lussemburghese creata ad hoc.

Ecco il comunicato ufficiale diramato in modo congiunto da Fininvest e dalla Rossoneri Sport Investment Lux:

«Fininvest ha oggi finalizzato la cessione alla Rossoneri Sport Investment Lux dell’intera partecipazione, pari al 99,93%, detenuta nell’AC Milan. La finalizzazione odierna dà piena esecuzione al contratto di compravendita firmato dall’amministratore delegato di Fininvest, Danilo Pellegrino, e da David Han Li, rappresentante di Rossoneri Sport Investment Lux, il 5 agosto 2016 e rinnovato il 24 marzo scorso.

Gli estremi dell’accordo sono quelli resi noti a suo tempo e prevedono una valutazione complessiva dell’AC Milan pari a 740 milioni di Euro, comprensivi di una situazione debitoria stimata al 30 giugno 2016, come da intese fra le parti, in circa 220 milioni di Euro. A quanto incassato da Fininvest si aggiungono 90 milioni di Euro a titolo di rimborso dei versamenti in conto capitale eseguiti dalla stessa Fininvest a favore del Milan dal 1° luglio 2016 ad oggi.

Gli acquirenti hanno confermato l’impegno a compiere importanti interventi di ricapitalizzazione e rafforzamento patrimoniale e finanziario di AC Milan. Nella giornata di domani, venerdì 14 aprile, l’Assemblea dei Soci dell’AC Milan riunita in prima convocazione provvederà, fra l’altro, a deliberare in ordine alla nomina dei nuovi organi sociali della società.

Rossoneri Sport Investment Lux si è avvalsa di Rothschild & Co. come advisor per gli aspetti finanziari e degli Studi Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners e Gattai, Minoli, Agostinelli & Partners per gli aspetti legali. Fininvest è stata assistita da Lazard e dallo studio Chiomenti rispettivamente per gli aspetti finanziari e per quelli legali».

Comunicato Stampa congiunto - Fininvest e Rossoneri Sport Investment Lux
https://t.co/hyh7O85Xse pic.twitter.com/DizDGlYAVQ

— AC Milan (@acmilan) 13 aprile 2017

«GRAZIE BERLUSCONI» - "Ringrazio Berlusconi e Fininvest per la fiducia, e i tifosi per la pazienza, da oggi costruiamo il futuro". Questa la prima dichiarazione dell'investitore cinese Yonghong Li dopo il closing con cui è diventato proprietario del Milan, affidata a una nota ufficiale.