Lo sci e lo snowboard: infortuni e prevenzione

Salute&sport con il dottor Tencone. Cambia la tecnica, cambiano le aree del corpo sollecitate: ecco statistiche e consigli
Lo sci e lo snowboard: infortuni e prevenzione

«Oltre alle evidenti differenze tecniche, anche la tipologia degli infortuni sulla neve cambia a seconda che si utilizzino gli sci oppure la tavola, sia per area del corpo coinvolta sia in base all’età.

Un recente studio norvegese ha dimostrato che la prevalenza di lesioni alla spalla è due volte più alta negli adulti rispetto ai bambini sia negli sciatori alpini che negli snowboarder. Anche la prevalenza di lesioni al ginocchio è più alta per gli adulti che per i bambini sia nello sci che nello snowboard. Nei bambini sono maggiori gli infortuni al polso (snowboard) e le fratture della parte inferiore della gamba (sci alpino). 

Un recente studio canadese ha invece dimostrato che nel corso dell’ultimo decennio c’è stato un graduale calo del tasso di infortuni: gli snowboarder maschi rappresentavano 1/3 di tutti gli infortunati, le femmine erano il 42% di tutti. Una curiosità: i possessori di biglietti giornalieri sono stati i più infortunati tra gli sciatori, con la maggior parte delle lesioni che si sono verificate a seguito di cadute su terreni segnati, “verdi”, più facili. Per gli sciatori, le lesioni agli arti inferiori, e in particolare alle ginocchia, erano le più comuni. Per gli snowboarder, le lesioni agli arti superiori, in particolare i polsi, erano le più comuni. 

Il trasporto di emergenza di sciatori infortunati è proporzionalmente più necessario da pendii / terreni di difficoltà avanzata. Infine sono soprattutto gli snowboarder che subiscono traumi alla testa e vanno incontro ad una percentuale maggiore di lesioni gravi.

Per ridurre e prevenire gli infortuni sulla neve restano valide 3 regole da seguire per mantenere la migliore preparazione durante la stagione invernale: correggere i movimenti sbagliati durante le attività sportive, avere una forza delle gambe simmetrica ed essere in buona forma fisica. Lo sci alpino, così come lo snowboard,  è una delle discipline sportive dove si sottovaluta di più questo fattore ed erroneamente si ritiene che “la tecnica sia tutto!”, spesso si sente dire “potrei sciare con una gamba sola”. 

La scienza medico sportiva moderna considera molto sbagliato questo approccio, e soprattutto molto pericoloso. Pertanto prepararsi in palestra o a casa, sul tapis roulant o sulla ciclette, “fare fiato”, è fondamentale per mantenere sempre lucidità e attenzione durante gli sport di montagna e divertirsi ancora di più».

L'ESPERTO. Il dottor Fabrizio Tencone - uno dei più esperti traumatologi dello sport - è direttore di Isokinetic Torino ed è stato medico della Juventus dal 1995 al 2002 (oltre 400 “presenze”, tra cui la finale di Champions vinta nel 1996), poi coordinatore dell’intero settore medico bianconero dal 2010 al 2016. Ci aiuta settimanalmente - assieme ad altri esperti - a capire le dinamiche mediche dell’attività agonistica fornendoci anche le chiavi di lettura più “basiche”, tradotte in consigli pratici per tutti gli sportivi e appassionati.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...